Paul ammette la crisi: “Qualcosa non va!”

C’è qualcosa che si è inceppato nei Los Angeles Clippers, una buona partenza poi il K.O casalingo in rimonta contro i Golden State Warriors e da quel momento 7 sconfitte nelle ultime 8 partite col record che recita 7-8, il peggiore da quando Chris Paul (30 anni) ha messo piede in città, lo stesso CP3 non può nascondere le difficoltà.

I Clippers hanno investito molto in estate con l’obiettivo minimo di questa stagione sono le Finali di Conference dopo la tragica eliminazione agli scorsi Playoffs; Paul vede che effettivamente qualcosa non sta andando, queste sono state le sue parole a Dan Woike Orange County Register:

Abbiamo cominciato bene vincendo ma adesso dobbiamo fare degli aggiustamenti, non sta andando come vogliamo, non è giusto nei confronti dei nostri tifosi perché sappiamo di essere meglio di così, non abbiamo mai giocato così e dobbiamo correre ai ripari.

Dopo la sconfitta interna contro Toronto domenica scorsa la tensione si è alzata negli spogliatoi con Josh Smith (29 anni) particolarmente agitato, Blake Griffin (26 anni) è finito al centro del mirino dei critici per via del suo atteggiamento in campo ritenuto al quanto passivo, Lance Stephenson (25 anni) è pressoché inesistente e non si vede ancora l’inprinting di Paul Pierce (38 anni).

Se c’è un allenatore che sa come gestire questa situazione quello è Doc Rivers anche perché tolto Rivers non c’è nessuno nell’organizzazione Clippers che sappia cosa fare.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B