George stende i Bulls, Sixers nella storia

Charlotte Hornets – Cleveland Cavaliers 95-90
CHA: Williams 10, Jefferson 11, Batum 17, Walker 18, Lamb 11
CLE: James 25 (13 rimb), Love 18 (16 rimb), Smith 11, Thompson 7 (12 rimb), Jefferson 13

JamesI Cavaliers rialzano subito la testa andando a vincere in un campo ostico come quello di Charlotte, 25+13 rimbalzi per LeBron James; stavolta il finale in volata se lo aggiudica Cleveland con tanto di brivido, sul +2 (90-92) a 60” dalla fine James sbaglia il tiro del potenziale +4 ma Batum sbaglierà la tripla del sorpasso a 19” dalla sirena finale. J.R Smith chiuderà i giochi dalla lunetta.

Orlando Magic – Milwaukee Bucks 114-90
ORL: Harris 19, Fournier 17, Payton 22 (10 ass), Oladipo 17
MIL: Antetokounmpo 17, Middleton 15, Bayless 17

Senza Jason Kidd in panchina (squalificato) i Bcks vengono asfaltati dai Magic grazie ad un ottimo 3° quartO, squadre che vanno negli spogliatoi sul +6 Magic (49-43), nella tera frazione i giocatori di coach Skiles tireranno col l’81% dal campo contro il 25% degli ospiti scappando via sul +21 (86-65).

Boston Celtics – Washington Wizards 111-78
BOS: Crowder 17, Sullinger 18 (15 rimb), Bradley 16, Thomas 21, Lee 12, Olynyk 12
WAS: Beal 16, Wall 10, Dudley 19

I Boston Celtics si confermano squadra difficile per tutti, anche Washington cade al Boston Garden grazie anche la serataccia al tiro della “House Of Guards” (11/35); Celtcs che già dopo 7’ di partita hanno il match in tasca sul 22-8 con Avery Bradley autore di 10 punti, il massimo vantaggio sarà di 21 punti sul 67-46 nel 3° quarto.

New York Knicks – Miami Heat 78-97
NYK: Anthony 11, Porzingis 11, Seraphin 10
MIA: Bosh 20, Green 25, Whiteside 6 (14 rimb), Wade 17

WadeGerald Green parte in quintetto per i Miami Heat e li guida al successo nella Grande Mela grazie ai suoi 25 punti; dopo un primo tempo equilibrato (49-50) gli Heat cercano di scappare nella rpresa e ciò avviene dopo appena 3’ del 3° quarto, break di 14-2 (12 di Green!) che li spinge dal +8 al +20 (72-92) che di fatto chiuderà le ostilità.

Indiana Pacers – Chicago Bulls 104-92
IND: Miles 16, George 33, Mahinmi 15, Ellis 14, G.Hill 6 (10 rimb), Allen 12 (10 rimb)
CHI: Mirotic 25, Gasol 9 (11 rimb), Butler 16, ROse 10, Hinrich 11

GeorgeUno straordinario Paul George (33 punti) trascinai Pacers nel Big-Match interno contro i Chicago Bulls registrando la 10ima vittoria nelle ultime 12 partite; partita influenzata dall’ottima partenza dei padroni di casa che chiudono i primi 12’ sul +12 (30-18) con PG13 autore di 9 punti, Chicago insegue tutto il match arrivando massimo sul -7 in un paio di occasioni.

Houston Rockets – Philadelphia 76ers 116-114
HOU: Ariza 12, Capela 13 (10 rimb), Howard 14 (13 rimb), Harden 50
PHI: Covington 28, Grant 18, Okafor 11, Canaan 23, Thompson 10

HardenCi è voluto un James Harden da 50 punti (14/28 dal campo con 16/20 ai liberi) agli Houston Rockets per vincere di misura e spedire i 76ers nella storia, sconfitta consecutiva numero 27, la peggiore nella storia non solo dell’NBA ma dello sport USA; Sixers che entrano sul -11 nel 3° quarto ma piazzano un break di 24-8 portandosi loro avanti di 7 (97-104), è la solita illusione perché Harden realizzerà 15 punti negli ultimi 6’ di partita compreso l’1/2 dalla lunetta per il +3 (116-113) a 4”. Phila ha un’ultima chance con Covington in lunetta, mette il primo, sbaglia il secondo ma il rimbalzo lo cattura Howard.

Memphis Grizzlies – Atlanta Hawks 101-116
MEM: J.Green 11, Barnes 15, Gasol 13, Conley 16, Lee 14, Carter 14
ATL: Korver 13, Millsap 23 (14 rimb), Horford 16, Bazemore 14, Teague 20

Atlanta manda tutto il quintetto base in doppia-cifra che guidato da Paul Miullsap (23+14) ha sbancato il FedEx Forum di Memphis; Memphis entra nell’ultimo periodo sotto di 3 (82-85) ma poi sparirà dal campo, Horfor realizza 10 dei suoi 16 punti nel 4° quarto con Atlanta che tirerà col 50% e catturerà 11 rimbalzi, 31-19 il parziale dei 12’ per i falchi.

Oklahoma City Thunder – Detroit Pistons 103-87
OKC: Durant 34 (13 rimb), Ibaka 14, Adams 8 (13 rimb), Westbrook 14 (11 perse), Kanter 14
DET: Morris 17, Drummond 15, Caldwell-Pope 11, Jackson 15

I Thunder soffrono nel primo tempo ma poi escono nella ripresa con il solito Kevin Durant riuscendo anche a limitare a soli 7 rimbalzi Andre Drummond; Detroit va al riposo lungo conducendo sul 48.-55 dopo aver tocca anche il +13 ma nella ripresa la musica cambia. Durant realizza 17 dei suoi 34 nel 2° tempo, la difesa dei Thunder costringerà Detroit ad 11/46 dal campo e sarà un break di 8-0 con Back-To-Back da 3 di Durant-Westbrook ad uccidere il match sul 99-82 a metà del 4°.

Denver Nuggets – San Antonio Spurs 80-91
DEN: Gallinari 16 (10 rimb), Barton 12, Nelson 12
SAS: Leonard 25, Parker 13, Simmons 12

Italian Job: Gallinari 16 pt (3/11, 2/4, 4/4), 10 rimb (1 off), 2 ass in 35’

I soliti Spurs escono alla distanza e col solito Kawhi Leonard portano a casa la vittoria; a 4’10” dalla fine del 3° quarto Denver mette la testa avanti sul 58-56 ma San Antonio chiuderà la frazione con un break di 14-1 per il +11 (59-70) e non si girerà più indietro.

Phoenix Suns – Golden State Warriors 116-135
PHX: Morris 11, Knight 21, Bledsoe 21, Warren 28, Teletovic 10, Goodwin 11
GSW: Green 14 (10 rimb, 10 ass), Thompson 15, Curry 41, Barbosa 21

CurryI Golden State Warriors ci impiegano giusto 12’ a demolire i Suns con tripla-doppia di Draymond Green (14+10+10) e solo 41 punti (11/20 con 9/16 da 3) si Steph Curry; alla sirena del 1° quarto 27-44 per gli ospiti con Curry autore di 19 punti con 5 triple a bersaglio e saranno 9/12 di squadra per poi chiudere con 22 triple a referto.

Sacramento Kings – Minnesota Timberwolves 91-101
SAC: Koufos 16 (13 rimb), Rondo 16 (16 ass), Casspi 15, Belinelli 17, Collison 10
MIN: Wiggins 22, LaVine 19, Miller 12, Muhammad 15

Italian Job: Belinelli 17 pt (4/7, 3/5, 0/1), 2 rimb, 4 perse, 1 stop in 33’

WigginsMinnesota non si ferma più e vince anche a Sacramento (senza Cousins) grazie ai 22 di Andrew Wiggins ma anche ai 27 combinati dalla panchina del duo Miller-Muhammad; proprio l’asso canadese mette la sua firma nella vittoria con 5 punti consecutivi a metà dell’ultima frazione che hanno dato il +11 (80-91) ai suoi, vantaggio poi difeso fino alla fine.

Los Angeles Clippers – New Orleans Pelicans 111-90
LAC: Griffin 20, Redick 20, J0rdan 8 (11 rimb), Paul 17, Smith 5 (12 rimb), Rivers 17, Stephenson 10
NOP: Davis 17, Asik 3 (10 rimb), Gordon 16, Smith 15 (10 ass), Douglas 11

Piove sul bagnato a New Orleans, i Pelicans perdono a Los Angeles contro i Clippers ma oltre al match perdono pure per infortunio (contusione ginocchio destro) Anthony Davis; Clipperc che ci mettono 24’ per archiviare gli avversari andando al riposo sul +21 (63-42) con 13 punti a testa per Chris Paul e Blake Griffin più i 15 di J.J Redick.
Per quanto riguarda Davis ‘infortunio è arrivato a 2’ dalla fine del 3° quarto in uno scontro con CP3 col PG che era lanciato in contropiede, il PF dei Pelicans è stato portato fuori dal campo dai compagni e si attendono aggiornamenti.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B