Jerry Jones sta con Romo ma cerca erede!

Se siete tifosi dei Dallas Cowboys la cosa che volete più al mondo è che questa sfortunata stagione si concluda il prima possibile, il fatale doppio-infortuini che ha colpito Tony Romo (35 anni) e Dez Bryant (26 anni) ha rovinato la stagione dei Cowboys con 7 sconfitte consecutive, il record recita 3-8 e le speranze Playoffs sono al lumicino, intanto l’esuberante proprietario Jerry Jones pensa al futuro.

I tifosi dei ‘Boys lo sanno molto bene, vivono e muoiono con Tonino Romo e questo può comportare giornate magiche alternate a giornata tragiche come al Giorno del Ringraziamento dove tra l’altro si è rotto di nuovo la clavicola salutando la stagione definitivamente; il Jerry sa che al suo QB titolare non resta molto tempo contando che solo quest’anno si è rotto 2 volte la clavicola destra, 3 volte dal 2010, quindi vuole iniziare a cercare un giovane da sviluppare e poi lanciare quando Tony saluterà, queste le sue parole a 105.3 The Fan in Dallas:

Quanto potrà giocare ancora Tony? Questo non è un dibattito che stiamo avendo qui, non so se lui ha quattro o cinque anni? Mi avete chiesto la mia opinione e io posso darvi tutte le ragioni: schiena, clavicola, o qualsiasi altro tipo di infortuni che ci sono. Voi mi state chiedendo cosa penso e io penso che avremo un QB eccezionale davanti a noi per i prossimi quattro o cinque anni. Questo non è un aspetto negativo.

Jones ha sempre preso le difese del suo QB anche quando era impossibile e ci ha tenuto ancora una volta a ribadirlo:

Se pensate a lui e da quando gioca veramente, vedrete che ha iniziato tardi (Romo non fu scelto al Draft e divenne il QB titolare dei Cowboys nel 2006, ndr)  ha davvero un’eccellente abilità rispetto al punto in cui il suo set di abilità ha cominciato, ha le relative competenze.

Ma con un occhio al futuro:

Se stiamo cercando di sviluppare o avere un giovane QB per il futuro? Assolutamente!

E qui apriti cielo perché dal 1991 i Cowboys hanno draftato solo due QB Quincy Carter al 2° giro del Draft 2001 e Stephen McGee al 4° giro del Draft 2009, il College Football offre sempre tanti nomi ma poi trovare quello giusto è come cercare un ago in un pagliaio a meno che non ci siano quei 2/3 nomi di punta. I media locali sono tornati alla carica per un ritorno di fiamma nei confronti di Johnny Manziel (23 anni) il che non sarebbe malvagia come idea ma se Maziell non è riuscito a regoalrsi a Cleveland, come potrà sopportare la pressione di Dallas?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B