Curry-Lowry Show, Bryant batte Washington!

Charlotte Hornets – Golden State Warriors 99-116
CHA: Batum 17, Lamb 13, Kaminsky 16, Hawes 12
GSW: Thompson 21, Curry 40

CurryA Charlotte è la notte in cui si festeggia Dell Curry ma è il figlio Steph che illumina il parquet con un 3° periodo pazzesco trascinando i Warriors alla 20esima vittoria consecutiva; Golden State va al riposo lungo avanti di 9 (51-60), Curry decide che i 3° quarto è suo e così sarà! Realizza 28 punti su 33 di squadra tirando 10/11 (5/5 da 3) dal campo arrivando così a 40 punti personali e lanciando i suoi dal +9 al +21 (72-93)…e meno male che il padre nel pre-partita disse “Non rovinarmi la notte!”

Washington Wizards – Los Angeles Lakers 104-108
WAS: Gortat 18 (10 rimb), Beal 11, Wall 34 811 ass)
LAL: Bryant 31, Randle 15 (19 rimb), Clarkson 18, Russell 13, Williams 12, Bass 10

BryantKobe Bryant torna indietro nel tempo giocando la miglior partita della stagione, 31 punti (10/24 dal campo) e vittoria Lakers niente meno che nella capitale; finale in volata e il “Black Mamba” timbra il cartellino a modo suo, sul 99-98 a 68” dalla conclusione tripla del +2, pareggia Gortat ma Kobe risponde co nuovo canestro del +2 (101-103) a 30”.
Il momento clou però è la persa di John Wall (scippato da Lou Williams) a 23” che di fatto segnerà la partita visto che L.A tirerà 5/6 dalla lunetta.

Detroit Pistons – Phoenix Suns 127-122 OT
DET: Morris 24 (14 rimb), Ilyasova 23, Drummond 22 (11 rimb), Cladwel-Pope 10, Jackson 34 (16 ass)
PHX: Leuer 20, Knight 22, Bledsoe 21, Teletovic 18, Warren 12, Booker 18

ReggieÈ stato necessario un tempo supplementare e un super Reggie Jackson (34+16 ass) ai Pistons per battere i Suns; a salvare i Pistons nei regolamentari sono stati 2 liberi di Andre Drummond a 14” (112-112) e il tiro sbagliato sulla sirena di Knight.
Nell’overtime Jackson si carica sulle spalle i suoi, realizza 10 punti su 15 di squadra ma ringrazi gli avversari che sul -2 a 1’12” hanno sbagliato diverse chance di pareggio e sorpasso.

New York Knicks – Philadelphia 76ers 99-87
NYK: Anthony 12, Porzingis 17 (10 rimb), Afflalo 13, Calderon 11, Thomas 10, Grant 12
PHI: Covington 10, Canaan 10, Sampson 12, Thompson 13, Holmes 11

Senza Jahlil Okafor (squalificato 2 partite dai Sixers) Phila cade a New York del solito Kristaps Porzigis (17+10); Knicks padroni della partita dall’inizio alla fine, +15 all’intervallo lungo (54-39) e poi +23 (81-58) alla sirena del 3° grazie ad un break di 9-0 negli ultimi 2’.

Atlanta Hawks – Toronto Raptors 86-96
ATL: Sefolosha 13, Millsap 14, Horford 12, Korver 12, Teague 11 (10 ass)
TOR: DeRozan 17, Lowry 31, Joseph 10

DeRozanIl big-match della Eastern Conference non tradisce le aspettative, alla Philips Arena i Toronto Raptots escono col referto rosa dopo esser stati sotto anche di 17 punti, super Kyle Lowry nel 4°; a 7’35” dalla sirena del 3° Hawks a +17 (56-39), i canadesi non mollano ed entrano negli ultimi 12’ sotto solo di 9 (66-57).
L’ultimo periodo è uno show di Lowry, realizza 22 punti (7/8 dal campo) di 39 di squadra con gli Hawks che spaccano i ferri (7/26) e i Raptors che non sbagliano mai (14/19) e dominano a rimbalzo (8 a 18), 20-29 il parziale dell’ultimo quarto in favore degli ospiti.

Chicago Bulls – Denver Nuggets 99-90
CHI: Gasol 26 (19 rimb), Butler 19, Rose 12, Noah 9 (11 rimb), McDermott 11, Gibson 8 (11 rimb)
DEN: Gallinari 13, Faried 14, Lauvergne 11, Arthur 13, Barton 16

Italian Job: Gallinari 13 pt (4/12, 1/3, 2/4), 5 rimb (1 off), 4 ass, 1 rec in 34’

Ancora Pau Gasol (26+19) e altra vittoria Bulls stanotte contro Denver che invece è alla sua 8^ sconfitta consecutiva; Nuggets che stanno in partita, sono sul 79-79)a 7’37” dalla fine quando Doug McDermott spara la tripla del +3 dando vita ad un break di 10-2 per il +8 (89-81) a 4’31” dalla fine, vantaggio che Denver non ricucirà più.

Houston Rockets – New Orleans Pelicans 108-101
HOU: Ariza 13, Howard 8 (16 rimb), Harden 24 (10 rimb), Beverley 10, Jones 15, Lawson 12, Brewer 14
NOP: Davis 29 (13 rimb), Evans 10, Gordon 10, Anderson 19 (10 rimb)

James Harden tira 7/20 dal campo ma i suoi 24 punti bastano ai Rockets per battere i Pelicans; proprio una tripla del “Barba” a 3’13” dalla fina ha ucciso la partita dando il +7 ai suoi (99-92) dopo che New Orleans era arrivata fino al -4.

San Antonio Spurs – Milwaukee Bucks 95-70
SAS: Leonard 13, Duncan 16 (10 rimb), Diaw 11, Mills 13
MIL: Middleton 16, Monroe 14

Passeggiata salutare per i San Antonio Spurs che demoliscono i Milwaukee Bucks con doppia-doppia di Tim Duncan (16+10); ospiti che hanno un sussulto ad inizio 2° tempo portandosi sul -6 (50-44), gli Spurs risponderanno un parziale di 15-1 mandando i titoli di coda anzitempo.

Los Angeles Clippers – Indiana Pacers 91-103
LAC: Griffin 19, Jordan 2 (15 rimb), Crawford 16, Stephenson 19
IND: George 31 (10 rimb), Mahinmi 14, Ellis 10, Stuckey 18, Miles 10, J.Hill 13

Paul George sforna un’altra prestazione da favola (31 punti con 9/23 dal campo) e trascina i Pacers a L.A contro i Clippers che già partivano senza Chris Paul e che hanno perso subito ad inizio partita J.J Redick; match deciso ad inizio 4° periodo, Indiana piazza un break di 14-1 portandosi sul +16 (70-86) con PG13 autore di 2 triple consecutive. I Clippers arriveranno massimo fino al -6.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B