Davis bacchetta i suoi: “Troppo egoisti!”

Malgrado le superbe prestazioni giornaliere di Anthony Davis (22 anni) i New Orleans Pelicans non riescono a trovare la giusta dimensione per dare continuità di risultati in questo inizio stagione, il sistema di coach Alvin Gentry non sembra funzionare e la stella ha voluto mandare un messaggio ai suoi compagni.

Lo si diceva già l’anno scorso anche se pubblicamente nessuno tra giocatori e allenatore lo aveva ammesso ma i Pelicans sono una squadra troppo egoista che tende a snobbare la sua punta di diamante; lo stesso Davis non ce l’ha fatta e dopo il K.O di Memphis ha parlato così:

Dobbiamo giocare più duri, più cattivi e meno egoisti! Dobbiamo trovare un modo per vincere, qualunque cosa serva, dobbiamo diventare una squadra che uccide le partite e credere l’uno nell’altro, non dobbiamo essere egoisti.

Adesso che è pure tornato Tyreke Evans (26 anni) verrebbe da augurare buona fortuna al #23 dei Pelicans anche se l’ex Kings alla prima ha rifilato ben 10 assistenze, ma il problema rimane; Davis ha una media si 17.4 tiri presi a partita dove più della metà sono creati dal palleggio o in isolamento, il trio delle meraviglie Holiday-Gordon-Evans già di per se non brilla per costanza di rendimento e se ci aggiungiamo le serate da pistoleri con conseguente esclusione dal gioco di Davis a New Orleans non se ne esce vivi.

Dopo 19 partite il record dei Pelicans recita 4-15, ultimi nella Southwest Division con Davis che ogni notte deve ritagliarsi i suoi spazi per poter registrare a referto i suoi numeri e il dubbio continua a veleggiare nell’aria: ne è valsa la pena cacciare coach Monty Williams?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • In Your Weis

    Il problema dei Pelicans, se ce ne fosse uno solo, direi parte con il famoso “Sistema Gentry” che non si capisce cosa cazzo sia…4-15, pochino per una squadra giovane che dopo i P.O. dello scorso anno sembrava poter crescere

    Sul back court, sarebbe come sparare sulla croce rossa. Holiday è riuscito a farsi sorpassare a dx da Ish Smith (who?) e Cole, Gordon è un cancro pagato profumatamente, Evans vediamo come sta, anche se pure lui non mi appassiona

    Il reparto lunghi sarebbe profondo, tolto il Monociglio ci sarebbero il Turco, il Francese, Anderson, decente come cm e qualità. Ma Gentry si è messo in testa di far giocare 5 fuori, il tutto senza manco avere mezzo giocatore da penetra e scarica, e senza avere buoni tiratori toldo Ryan

    Su Davis, capisco che fino a 16 anni era basso e giocava guardia, ma il tiro da fuori non lo ha mai avuto. Nessuno gli chiede di fare Olajuwon, ma uno di 210 che gioca sulla linea da 3 e parte in palleggio non si può guardare, annulla tutti i vantaggi di cm ed atletismo

    Tornasse quello dello scorso anno, il tiro da fuori deve essere una opzione per tenere le difese attente, per farsi venire il difensore addosso e poi batterlo, ma questo deve tirare sopra la testa della gente, mangiargli in testa a rimbalzo, mettere su un paio di movimenti da post, un turn around e magari un gancetto…

    Nessuno gli chiede di snaturarsi, solo di sfruttare le sue potenzialità