Bogut spaventa: “Curry gioca per ucciderti”

Difficile, molto difficile commentare i Golden State Warriors di questo inizio stagione, che piacciano o no stanno riscrivendo la storia della Lega, 22 vittorie nelle prime 22 partite, Stephen Curry (27 anni) ha già messo in cassaforte il 2° titolo di MVP ma quello che spaventa è la sua fame di vittoria.

Golden State sta giocando senza 2 pedine importanti quali Harrison Barnes (23 anni) e Andrew Bogut (31 anni), assenze che però non stanno influendo negativamente per via dell’ormai perfetto sistema di gioco di coach Steve Kerr, proprio il lungo australiano ha parlato della stella della squadra spaventando le contendenti perché Curry non si limita solo a vincere:

Solitamente ci sono quei 2/3 minuti dove si innesca ma non sono solo i dribbling e qualche tripla, lui può sentire quando è il momento, sa che sarà lui a trovare la via che può rompere la partita, distruggere l’anima della squadra avversaria e questo è quello che cerca. Uguale Klay!

Aggiungendo:

Sappiamo che ci sarà un periodo della partita dove Steph & Klay iniziano a bruciare la retina tipo bang, bang, bang, bang, bang, se siamo in un match tirato e non stiamo giocando bene e siamo sotto di 5 punti, sappiamo che avremo quel momento.

Abbastanza agghiacciante ma allo stesso tempo veritiero, i Warriors in questa stagione hanno si vinto partite dominando ma anche vinto in volata con sempre protagonista l’MVP in carica come a Toronto domenica.

Adesso Golden State si trova a sole 7 vittorie consecutive dall’eguagliare la striscia dei Los Angeles Lakers del 1971/72, il calendario non è di quelli impossibili e il destino vuole che se i Warriors vinceranno le prossime 6, quella per raggiungere i giallo-viola sarà il giorno di Natale quando all’Oracle Arena arriveranno i Cleveland Cavaliers.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B