James salva Cleveland, Warriors paurosi!

Cleveland Cavaliers – Portland Trail Blazers 105-100
CLE: James 33 (10 rimb), Love 18, Dellavedova 17, Williams 13
POR: Plumlee 10, McCollum 24, Lillard 33, Crabbe 14

JamesTorna in azione LeBron James e Cleveland torna a vincere dopo 3 sconfitte consecurtve, battuta Portland in rimonta; padroni di casa che intravedono la 4^ sconfitta quando gli ospiti toccano il +18 (29-47) a 4’41” dall’intervallo lungo, James si carica la squadra sulle spalla e grazie ad un break di 12-3 Cleveland si porta sul +11 (89-78) a 7’42” dalla fine, sarà poi un tripla di James a chiudere le danze sul 96-90 a 2’53”.

Indiana Pacers – Golden State Warriors 123-131
IND: Miles 24, George 33, G.Hill 12, J.Hill 10, Budinger 12
GSW: Rush 13, Bogut 14 (10 rimb), Thomspkn 39, Curry 29 (10 ass), Ezeli 12

ThompsonNon fatevi illudere dal punteggio perché i Golden State Warriors hanno mandato un altro forte messaggio alla Lega andando a dominare ad Indianapolis con stavolta Klay Thompson protagonista (39 punti con 10/16 da 3), adesso il record recita 23-0 e la striscia 27-0 raggiungendo i Miami Heat del 2012/13; solita partenza a fuoco dei campioni in carica con Thompson e Curry che realizzano rispettivamente 17 e 13 punti nei primi 12’ per il 28-44 Golden State, Indiana è impotente e alla sirena del 3° il divario sarà di 28 punti (83-111). Da sottolineare l’infortunio alla caviglia di Thompson

Brooklyn Nets – Houston Rockets 110-105
BKN: Johnson 22, Young 20 (12 rimb), Lopez 19, Bogdanovic 19, Jack 10
HOU: Howard 10, Harden 10, Beverley 10, Brewer 22, Thornton 32

Brooklyn batte per la seconda volta in stagione Houston trascinata dal trio Johnson-Young-Lopez, per i texani partita anonima di James Harden (2/9 dal campo); match deciso dal gioco da 3 punti di Joe Johson a 1’ dalla fine per il +6 Nets (106-102) e anche dal rimbalzo offensivo di Brook Lopez a 9” sul +3 Nets che ha consentito a Jack di chiudere dalla lunetta.

Memphis Grizzlies – Oklahoma City Thunder 88-124
MEM: Gasol 11, Randolph 9 (10 rimb), Chalmers 19, J.Green 11
OKC: Durant 32 (10 rimb), Ibaka 17, Roberson 10, Westbrook 13 (16 ass), Waiters 12, Augustin 13

DurantKevin Durant dice 32 punti, Russell Westbrook 16 assist e Oklahoma City sbanca con autorità il FedEx Forum di Memphis; OKC va al riposo lungo sul +12 (57-59) e decide di mandare i titoli di coda con un 3° periodo da 16-39 con 13 punti di KD e il 63% dal campo di squadra, 63-98 e partite finita.

Denver Nuggets – Orlando Magic 74-85
DEN: Gallinari 13, Faried 7 (11 rimb), Hickson 10 (11 rimb), Barton 23
ORL: Harris 17, Vucevic 18 (13 rimb), Payton 18, Oladipo 11, Nicholson 8 (14 rimb)

Italian Job: Gallinari 13 pt (4/10, 1/4, 2/2), 6 rimb (1 off), 2 ass, 1 rec, 1 persa, 1 stop in 37’

Bella vittoria in trasferta per gli Orlando Magic che escono nel finale dell’ultimo quarto con Evan Fournier decisivo; infatti è proprio una sua tripla a 2’38” dalla fine, sul +2 Magic (72-74) a dar vita al break di 11-2 col quale Orlando chiuderà la partita.

Sacramento Kings – Utah Jazz 114-106
SAC: Casspi 19 (10 rimb), Gay 23, Cousins 23 (12 rimb), McLemore 10, Rondo 17 813 ass), Belinelli 10
UTA: Hayward 18, Favors 14 (10 rimb), Hood 17, Burke 12, Booker 12 (10 rimb), Burks 18

Italian Job: Belinelli 10 pt (1/2, 2/5, 2/2), 1 rimb, 2 ass in 20’

Dopo 3 sconfitte consecutive anche i Sacramento Kings tornano al successo grazie ai 46 punti combinati da suo Cousins-Gay, battuti gli Utah Jazz; il break che lancia i viola al successo comincia con una bomba di Marco Belinelli seguita poi da 2 liberi di Cousins e una schiacciata in alley-oop di Koufos assistita proprio dall’italiano, 7-0 e +9 Kings (93-84) a 8’44” dalla fine. Utah non riuscirà a ricucire il distacco

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • mad-mel

    80 punti in un tempo, 110 in tre quarti…notteee…vediamo se Boston che difende bene può dare qualche problema in piu’.

  • lorenzo tonelli

    Fanno canestro con una semplicità impressionante..pero che stronzata che contino anche le vittorie della regular season scorsa…

  • tommy23285

    Davvero paurosi! Vediamo se arrivano a 33 ora. Ma steph o klay quando si decidono a mettere 13 triple in una gara? prima rivisto prova di klay dei 37 punti in un quarto. Ha messo 9 triple come ha fatto a non farne 3 nel resto della partita è incredibile.
    Go warriors!!!

  • redbull

    Anche indiana difende bene, è una delle migliori difese della nba
    Ho visto i primi tre quarti, puoi anche essere la migliore difesa nba ma quando giocano così che fanno canestro da ogni dove è impossibile fermarli

  • Michael Philips

    …e pioggia di triple fu…

    Salterò completamente l’argomento warriors, perché è certo che qualsiasi cosa io scriva(che sia una critica o un elogio), verrà stravolta dallo scemo di guerra di turno.

    Buona gara dei cavs che riescono a vincere di forza contro degli ottimi blazers. McCollumm a mani basse MIP della stagione con gli altri troppo distanti. Passare da 7 pts a 20 a sera è un bel salto.

    Lillard ogni tanto ha dei guizzi che mi fanno impressione. Non è uno che ha l’entrata al ferro come soluzine naturale, come irving o rose, ma quando ci prova riesce a fulminare chiunque sul primo passo. Ha una esplosività allucinante, che però usa pochissimo accontentandosi spesso del jumper o della tripla. Mi ricorda un brandon roy che pur avendo due gambe esplosive, raramente si alzava per schiaccare in testa all’avversario, ma cercava di segnare di classe.

    Orlando Magic incredibile sorpresa. Pure i nets giocano molto bene ultimamente e quel record (6-15) risulta troppo severo. Memphis altra batosta, mentre i rockets vengono abbandonati da harden. Dwight Howard a 30 anni è, citando marimba, un giocatore finito.

    Nel mentre,
    Eastern Conference 158-154 W/L e 10 team sopra il 50%
    Western Conference 160-164 W/L e 6 team sopra il 50%

  • Shady

    a me i cavs continuano a dare l’impressione di giocare scazzati, pure questa partita è stato lebron a salvarli con contro BKN o contro i NOP anche se lì non ci è riuscito… mi sembrano 4 ragazzi che sanno di essere più forti e quindi vanno in campo con zeru voglia, zeru determinatezza e poi ci vanno a prendere le scoppole dal primo che passa… ci credo che lebron un’intervista su due lancia un cazziatone… love soprattutto dopo un ottimo inizio di stagione è tornato a “nascondersi”, io non so se è colpa di blatt che lo considera come un 4 qualsiasi oppure sia lui stesso che non cerca palloni, ma continua a essere servito poco, e lui stesso gioca male quelle volte… io spero che ora col ritorno di shump e irving si riaccenda qualcosa…
    durant mi pare che pian piano stia imboccando la strada che prese nel 2014

  • Michael Philips

    Considera che fino a quì mozgov sta patendo l’operazione fatta in estate e sta rendendo pochissimo. Varejao lo stanno conservando nel congelatore così magari ai playoffs ci arriva senza dover indossare il completo elegante. Poi siamo sempre lì: togli klay ai warriors, westbrook ai thunder e qualsiasi secondo violino ad ogni team e vedrai quante grane.

    Love non ha ancora un ruolo definito. C’è stato un filotto di gare in cui ha buttato dentro la maggior parte delle triple, e ora invece fatica a centrare il ferro. La discontinuità è legata al fatto che blatt lo fa giocare troppo lontano dal ferro. Quando va in post(ieri si è visto)fa quasi sempre danni, eppure lo si vede poco vicino al canestro.

  • Shady

    guarda io non critico le troppe sconfitte arrivate, qualcuna ci può stare; mi da ai nervi vedere l’atteggiamento con cui stanno scendendo in campo da una decina di giorni a sta parte, come se dovessero farti un favore. secondo me servirebbe una bella scoppola tipo pistons l’anno scorso dove perdi di 20 abbondanti, così per farti piovere molte critiche addosso… anche ieri a momenti ci avevo sperato però con quello in campo la vedo dura

  • Michael Philips

    Sì a voglia, su 20 gare quasi la metà le hanno giocate a bassa intensità, sopratutto contro i team meno forti, rimanendo un paio di volte scottati.

    Non hanno la fame dei giallo-blu(ma dovrebbero averne anche di più) e non stanno applicando la mentalità schiacciasassi contro ogni team.

    James in diverse occasioni invece che mettersi in proprio ha forzato il gioco per far uscir fuori gli altri. “no, non tiro tutto, non provo a risolverla ancora, fatevi vedere anche voi”.

    L’importante è arrivare alla fine con il fattore campo ad est, poi siamo al 9 dicembre, tutti è da decidere e ci sta anche che gli equilibri attuali della lega possano essere stravolti a fine rs.

  • michele

    rockets e grizzlies confermano di non meritare la fiducia degli inguaribili ottimisti della western conference, due squadre che sembrano davvero aver smarrito il filo….poi memphis ai playoff ci arriverà probabilmente ( d’altronde il livello si è molto abbassato a ovest) ma non penso saranno piu’ una mina vagante come in passato ( e lo dico con dispiacere, ho sempre seguito con interesse le loro partite e adoro marc gasol)…..I Nets purtroppo dimostrano che il loro inizio negativo era anche figlio di calendario difficile, non resta che continuare a gufarli eheheheh

  • Shady

    i nets a differenza di molte altre franchigie hanno la fortuna di avere un vero allenatore in panchina

  • DrDre

    Houston davvero scandalosa, Memphis invece non sarà quella degli anni scorsi ma ha avuto un calendario bruttino fino a qua. Magic invece che possono fare i playoff, sarebbe anche ora dopo tante scelte alte in questi anni e fondi di classifica ad Est.

  • gasp

    Poi hanno un roster meglio di quello che dice il record…

  • gasp

    Skiles COY

  • gasp

    Ma per arrivare a 33 vittorie o superarle a che giorno si arriverebbe?

  • tommy23285

    Natale coi cavs mi sembra

  • tommy23285

    Nn parlare dei warriors vuol dire al momento non parlare quasi di NBA dato quello che stanno facendo. Scherzi a parte il Mip vero mi sa che sta a Oakland e ha il 30. Rispetto a scorso anno cresciuto tantissimo secondo me