Durant da favola stende Atlanta, Bargnani c’è!

ALL STAR GAME 2016, APERTE LE VOTAZIONI!

Print

Brooklyn Nets – Philadelphia 76ers 100-91
BKN: Young 18 (11 rimb), Bogdanovic 10, Larkin 13, Bargnani 23
PHI: Okafor 22 (10 rimb), McConnell 17, Holmers 14

Italian Job: Bargnani 23 pt (8/15, 7/9 tl), 6 rim (3 off), 1 ass in 23’

BargnaniAndrea Bargnani torna a disposizione di coach Hollins dopo 3 gare di assenza e trascina i Nets con 23 punti contro i 76ers; Philadelphia sta in partita fino a 9’35” dalla fine, sul 78-78 il “Mago” si scalda realizzando un gioco da 3 punti che darà il via al break di 12-2 per il +10 Nets (90-80) a 7’ dalla conclusione, break che poi risulterà decisivo.

Chicago Bulls – Los Angeles Clippers 83-80
CHI: Gibson 12, Gasol 24, Butler 14, Rose 11, Noah 2 (13 rimb), Mirotic 5 (11 rimb)
LAC: Griffin 18 (11 rimb), Jordan 10 (14 rimb), Paul 12

GibsonTornano a vincere i Chicago Bulls e lo hanno fatto di misura con brivido finale contro i Clippers, ancora una volta Pau Gasol protagonista; Chicago vola sul +6 (83-77) a 45” dalla sirena finale con Rose, sembra fatta ma i Clips non mollano, tripla di Wes Johnson per il -3 e poi, dopo l’errore di Butler a 6”, Paul Pierce ha la palla per pareggiare ma per fortuna dei Bulls il suo tiro non andrà a segno.

Oklahoma City Thunder – Atlanta Hawks 107-94
OKC: Durant 25 (12 rimb, 10 ass), Ibaka 23, Westbrook 23 (10 ass)
ATL: Sefolosha 11, Korver 12, Teague 18, Bazemore 22

DurantKevin Durant registra la sua 7ima Tripla-Doppia in carriera (25+12+10) e con la doppia-doppia di Russell Westbrook batte gli Atlanta Hawks; partita tirata fino a 2’ dalla sirena del 3° quarto, OKC piazza un parziale di 7-0 portandosi dal +1 al +8 (83-75), i falchi stanno in scia a ma a 4’53” dalla conclusione KD sparerà la bomba del +10 (95-85) che di fatto chiuderà le danze.

Sacramento Kings – New York Knicks 99-97
SAC: Casspi 11, Gay 10, Cousins 27 (11 rimb), Rondo 16 (12 ass), Collison 16
NYK: Anthony 23 (14 rimb), Porzingis 13, Afflalo 14, Thomas 10

Italian Job: Belinelli 6 pt (3/8, 0/2 da 3), 1 rimb, 2 ass, 1 persa in 19’

Altro finale emozionante a Sacramento dove i Kings l’hanno scampata bella negli ultimi 4” contro New York; Darrenn Collison protagonista nel male, a 8” dalla fine Kings sul +2 (99-97) e palla in mano, Collison perde la palla, time-out Fisher e con 4” sul cronometro i Knicks hanno la chance di pareggiare/vincere.
Si va da Carmelo Anthony che decide per la seconda opzione, cerca la tripla della vittoria ma non avrà fortuna.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • mad-mel

    Altra prestazione monster di Anthony.

  • BigGameJames

    I sixers sono così amari che hanno resuscitato Bargnani……

  • Michael Philips

    Molto bene i Thunder. Durant sta letteralmente scherzando in questo inizio di stagione, e pure westbrook non è più costretto a fare cose fuori dal mondo come l’anno scorso. Probabilmente se KD non avesse perso 2 settimane a novembre, questi starebbero secondi nella western.

    Nella eastern invece c’è un dato assurdo: ok i dieci team con almeno il 50% di vittorie, ma tra quelli sotto il 50% ci sono wizards e bucks che potrebbero tranquillamente chiudere la stagione con un record positivo. I knicks non saprei, ma pure lì il potenziale c’è. Le uniche davvero brutte sono sixers(all-time schifo) e nets. Credo che i magic a breve inizieranno a perdere ritmo, perché fino a quì stanno andando fin troppo bene. Il potenziale è che 13 team su 16 possono chiudere con un record positivo.

    Nella western i kings sono stati fino a qui penalizzati dalle assenze di cousins. Con lui stanno a 8-8, senza 1-7. Abbastanza chiaro il suo impatto sul team.

  • In Your Weis

    Debbo insultare Cousins più spesso

    Capitolo Thunders: non parlo della W contro Atlanta, nel senso che è una vittoria che ci sta ampiamente, specie con gli Hawks in back to back. Diciamo che forse si inizia a vedere un minimo di luce in fondo al tunnel, come stile di gioco

    La palla rimane ancora tantissimo in mano ai soliti due (ed è anche normale quando in campo c’è lo starting 5, dato che nessuno degli altri può crearsi un tiro da solo), ma sembrano davvero molto felici di passarla, quasi fanno a gara tra di loro a chi fa più assist, e questo si ripercuote anche a livello di percentuali al tiro

    Per carità, niente di definitivo, ma la palla mi pare muoversi un pelino meglio, Russell e KD sembrano un pelo meno ossessionati come scorer (ne fanno comunque 55 in coppia, sia chiaro), ottimi passatori lo sono sempre stati, ora sembrano aver maggior propensione a fidarsi dei compagni, ed i compagni a meritare tale fiducia

    Potrebbe essere l’inizio di una splendida amicizia

  • Shady

    durant sempre meglio, continuo a dire che potrà impensierire curry per l’MVP, d’altronde potrà solo che migliorare…
    LAC si conferma eterna incompiuta e il mercato tanto esaltato invece ha portato solo cancri: smith e stephenson manco sono semplicemente inutili ma sono dannosi, pierce mi dispiace tantissimo vederlo giocare così, spero si stia risparmiando per i PO ma davvero finora inguardabile, Griffin dopo un ottimo inizio di stagione è tornato su livelli più umani, paul continua a non incidere con continuità, jamalone gioca una si e una no….
    p.s. ma sono l’unico più scandalizzato per i 20 di jordan che per i 14 di tristano?

  • Michael Philips

    sia i 20 di deandre che i 14 di tristano sono ugualmente scandalosi. Sopratutto perché entrambi non è che stanno spaccando culi rispetto all’anno scorso. Jordan non sa che schiacciare e prendere rimbalzi(meno rispetto all’anno scorso) e poi zero.
    Tristan 14 mil per giocare dalla panca, tirar giù 8-9 rimbalzi e sbagliare gli appoggi al ferro da 2 metri. Segna solo grazie a delly e in difesa continuo a pensare sia solo un pelo meglio di un love iper criticato.

    Comunque fino a quì celtics, pacers e magic sorprendenti. Bucks e wizards(pensavo fossero team da 50w)deludenti al massimo. Clippers sono crollati dopo le due gare contro i warriors. Pare abbiano subito un contraccolpo psicologico pazzesco.

    I clippers avranno modo di riprendersi, ma alla base rimangono lacune che non credo risolveranno. Griffin che adoro, rimane un telepass in difesa e gli manca sempre un mezzo step per diventare quello che ti trascina fino a fine gara. Inizio a temere che sia come melo, un enorme talento che però ha bisogno di un leader puro al suo fianco. Sarebbe paul, ma pure lui tra seratacce e infortuni, sta perdendo colpi a vista d’occhio.

    Pure i pelicans e davis comunque ampiamente deludenti fino a quì. Dallas li davo sicuri fuori dai playoffs, e invece per ora fanno bene.

    Poi per l’ennesima volta va ricordato che siamo a 23-24 gare di rs su 82.

  • Shady

    non intendevo che quello di thompson fosse meno scandaloso, secondo me comunque adesso sta pagando una scarsa condizione atletica, un altro mesetto per acquisirla gliela darei… in difesa non è un muro ma è un giocatore ampiamente sufficiente, riesce pure a seguire spesso l’uomo lontano dal canestro senza troppi problemi (cosa buona per un lungo), comunque non so se è un’impressione mia ma love mi sembra un pelino migliorato in difesa, niente di eclatante ma vedo uno sforzo, anche se la cosa che mi preoccupa più di lui è l’involuzione in attacco

  • mad-mel

    Ha la stessa involuzione che ha avuto Bosh qnd è andato a Miami.
    Se giochi con Lebron diventi essenzialmente un esterno in attacco

  • ILoveThisGame

    Anthony a mio avviso paga il fatto di non fare mai canestri facili: non hanno giochi per lui che non siano post o isolamenti. Poi anche Melo ha le sue responsabilita’ dato che non ricordo un suo taglio a canestro. Poi come atteggiamento mi sembra che quest’anno sia cresciuto, la passa e si applica in Def, non darei le colpe a lui per la situazione in cui si trovano i knicks.
    Comunque Sac e NY sono tra le squadre piu’ enigmatiche della lega, instabili.
    Durant e’ tornato e si sente, percentali dal campo irreali.
    Comunque se i Bulls avessero un PG decente sarebbero da 60 w, Rose ad oggi e’ impresentabile: rilascio inguardabile, % difesa e palle perse pure.

  • Michael Philips

    Love in difesa è ottimo a rimbalzo(uno che sa fare i taglia fuori e prendere rimbalzi serve) e il suo vero problema è la totale incapacità di portare un minimo di intimidazione. I play gli segnano da sotto e lui raramente riesce a deviare qualche pallone in area. Se difende spalle a canestro non è malvagio come parrebbe.

    L’involuzione in attacco è figlia del fatto che tira un casino da 3 e poco dal post basso. Poi quando va in post fa sempre penare l’avversario, ma blatt lo preferisce a 7 mt dal ferro per aprire l’area. Lui serve da fuori per facilitare james e irving.

  • gasp

    Parlando di pg anche Paul attualmente non è da meno…Rose posso anche capire per l’occhio (mica tanto), però Paul sta facendo abbastanza schifo senza un motivo

  • gasp

    Se ci fossero dei fanboy del mago ci sarebbe da discutere

  • Michael Philips

    Melo fa canestro complicati, solo che fino a qualche tempo fa se lo menavano i grigi fischiavano e ora lui continua a giocare così, senza ricevere chiamate. Poi a dirla tutta pur giocando duro non è stato mai tutelato come altri(lebron fino al 2013). Se da domani harden inizia a non ricevere le chiamate abituali, sta a vedere che pure lui andrebbe in crisi.

    Un conto è un giocatore che ad inizio carriera va al ferro, e prende contatti, poi 10 anni dopo si limita a tirare dalla media, quindi meno liberi. Quì noto un cambio drastico di trattamento da parte degli arbitri. L’ultima vittima pare durant, che fino a 2 anni fa non lo potevi toccare, mentre ora, pur giocando in modo identico, si ritrova anche lui a prendere colpi senza avere i liberi.

  • ILoveThisGame

    Secondo me piu’ che dai liberi il fatto che stia avendo una delle sue peggiori stagioni a livello di punti dipende dalle scelte offensive che prende: da capire se lui vuole giocare cosi’, se deve capire bene il sistema o se fa quello che Fish gli chiede….
    Sui tiri liberi noto meno fischi in generale ( anche sui 3 sec difensivi come detto da Cuban) , i vari DeRozan, Harden ne tirano un sacco perche’ sono bravi a trovare le braccia, non credo siano tutelati.

    Paul penso sia fuoriforma ma sta davvero facendo una stagione anonima, la miglior partita l’ha piazzata contro Curry, peccato che quest’ultimo gliene abbia messi 40 con annessa rimonta e vittoria. Ormai ha perso chiaramemte lo scettro di miglior Pg della lega, cosi come la presenza nello starting five dell all star game, e i tempi per portare a casa l’anello sk accorciano ogni anno che passa..
    Rose sinceramente mi e sceso anche come persona tra dichiarazioni e altro, come gioctore spadella che e’ un piacere, occhio o no mi sembra che non ci creda neanche piu’ lui, ad oggi e il principale problema dei Bulls.

  • Michael Philips

    derozan e harden non credo siano tutelati se così si può dire, ma se magari son bravi a trovare le braccia, con i melo, james, griffin sono gli avversari a trovare le loro di braccia, senza problemi.
    Proprio non capisco il metro arbitrale che cambia “preferenze” da una stagione all’altra senza spiegazioni.

    Il giorno che westbrook inizierà a non prendere più le chiamate sacrosante ogni volta che si getta cone un razzo contro le difese, sarà costretto a cambiar stile suo malgrado, perché di prendere legnate a gratis non va bene a nessuno.

  • gasp

    Vero, praticamente Rose così è come questo Kobe più o meno…Paul sta simpatico a tutti o quasi e nessuno lo dice ma è un perdente come Melo o anche peggio

  • Michael Philips

    Intanto su espn è scoppiata la terza guerra mondiale: chi verrà ricordato come più grande, Duncan o Kobe?

    Il delirio, ragazzi. Il delirio.

  • lorenzo tonelli

    Paul mi a sempre dato l’idea di gravi mancanze a livello di personalità per fare lo step decisivo…rose lo reputo già bollito..non per colpe sue..gli infortuni lo hanno rovinato…i bulls non andrebbero alle finale anche giocando da soli i playoff ad est…

  • Michael Philips

    nah, ci fosse stato questo dibattito 2-3 anni fa, allora sì. Oggi non frega più molto. Duncan di fan ne ha sempre avuti pochini. Tutti quelli che aveva kobe hanno mollato il blog, quindi, nessuna serata movimentata.

    Per quello basterebbe scrivere qualsiasi cosa sui warriors o curry.

  • In Your Weis

    Per me il discorso è molto più semplice: un coach NBA chi prenderebbe come primo tassello per costruire una squadra, Kobe o Tim? Io dico che circa 29 su 30 prendono il Caraibico, forse solo Scott si tiene Kobe

    E non perchè sia scarso ovviamente, solo che l’altro è semplicemente un sogno come talento, adattabilità, chimica di squadra, allenabilità, rapporti col coach, coi compagni, con la comunità

    Lo prenderei prima di chiunque nel dopo Jordan, anche prima di LBJ e Shaq

  • Shady

    provo a infiammare la discussione, anche se spero civilmente…
    chi verrà ricordato come più grande?
    a livello di media sicuro kobe, troppo più seguito in tutti gli anni rispetto a tim, si è creato una figura cosa che sicuramente anche in futuro conterà…
    diciamo poi tranquillamente che considerando il singolo giocatore kobe è più grande ma da contestualizzare in una squadra 4 persone su 5 prendono tim per i motivi che ha detto IYW…
    però non penso assolutamente che tim sia il primo giocatore (dopo jordan) che prenderei in una squadra… a mio modesto parere giocatori come lbj, magic o shaq potrebbero essere più funzionali/devastanti (partendo da 0)

  • Michael Philips

    Non saprei proprio chi prendere, dovendo partire da zero. Mi giocherei la scelta con una monetina.

    Troppe variabili da considerare. Duncan non sapremo mai come avrebbe reagito giocando in un contesto perdente, e lì è stata anche la fortuna ad aiutarlo. Kobe si è fatto diversi viaggi dalle stelle alle stalle. Gente come parker e ginobili e leonard non li ha scelti lui ma la sua dirigenza, altra fortuna che a dirla tutta pochi hanno avuto. Un coach come popovich poi…
    Ma Duncan ha ampiamente influenzato i quasi 20 anni di dominio. Dovendo scegliere oggi, prenderei lui, guardando il basket attuale in cui non trovi molti lunghi che segnano bene, difendono benissimo, passano bene e hanno leadership. Mentre di esterni dominanti negli ultimi 10 anni ne sono usciti. Questo è l’unico punto.

    Ma potendo prendere la delorian e tornare a fine anni 90’s, sarebbe un 50-50.

    Ogni giocatore è anche figlio del contesto sportivo in cui cresce e quello uno non lo può decidere da rookie(tolto kobe lol). Un kobe cresciuto sotto popovich dubito sarebbe diventato quello che è oggi. Un Duncan arrivato in un team con un esterno dominante(come lo era shaq ai lakers)dubito avrebbe preso le redini del team.

    Un garnett arrivato negli spurs, con robinson…boh che cacchio sarebbe uscito fuori? Potendo crescere con quel roster e con quel coach? Duncan ai wolves, con marbury e gentaglia varia?

    Cioè non vedo una supremazia netta da poter andare sicuro. Se mi chiedete chi tra webber e duncan allora sì, pur amando chris, duncan è stato chiaramente più forte, solo solo pensando alla difesa.

  • Michael Philips

    Se si guarda il palmares allora, in modo un pò freddo vince Duncan:

    TD
    2 mvp
    3 finals mvp
    5 anelli
    vs
    KB
    1 mvp
    2 finals mvp
    5 anelli

    però io credo che un duncan messo in uno spogliatoio incasinato, pieno di tensioni e rivalità(quasi tutti quelli nba escluso proprio quello degli spurs) avrebbe avuto rogne a non finire. Uno con quel carattere mite se a 21 anni avesse dovuto discutere ogni gara con dei rompipalle come shaq, non credo sarebbe cresciuto tutto peace&love come poi è stato per il 21.

    Kobe alla fine è sempre stato aggressivo, ma a leggere un pò di aneddoti sull’atmosfera che c’era dietro le quinte dei lakers, beh, bryant è cresciuto a pane e rivalità con shaq, fin da quando aveva 20 anni.
    Una volta levata di torno una personalità così forte come quella di o’neal, con cui aveva litigato per 5 anni di fila, i nuovi compagni gli saranno sembrati tutti agnellini senza palle, facili da sottomettere.

  • lorenzo tonelli

    Direi che sono scelte sempre soggettive…io sono troppo di parte per dire chi ritengo più forte…di sicuro stasera ci fanno il culo gli spurs…

  • trizio81

    chi sono questi facinorosi,Stephen A. Smith e Skip?

  • Shady

    il palmeres (che alla fine conta sempre) però ha valenza limitata: sappiamo tutto benissimo che il solo Mvp di kobe è abbastanza un’ingiustizia, vuoi per lo scandalo o l’ascesa fulminea di lebron che in quegli anni sembrava lo dovessero incoronare subito, minimo uno in più se lo sarebbe tranquillamente meritato…
    anche nelle finals ha avuto la (s)fortuna di avere in squadra il centro più dominante di sempre in un epoca in cui soprattutto a est non c’era un cristo di lungo decente quindi giustamente nelle finals l’asse della squadra si spostava ancora di più verso shaq, quando poi nel resto di PO gli equilibri erano molto più labili…
    con questo non voglio assolutamente dire che a kobe gli abbiano rubato MVP e FMVP ma che magari abbia avuto delle coincidenze che non lo abbiano fatto trionfare singolarmente

  • trizio81

    Io prendo Bryant su Duncan perchè mi è sempre sembrato rispetto al caraibico meno disciplinato ma assolutamente + continuo sia all’interno della stagione che nei PO.Bryant per anni è stato un incubo per chiunque e quando c’era da vincere lo ha sempre fatto…Tim ha avuto diverse annate grigie ed è stato aiutato dal sistema organizzato da Pop sopratutto negli ultimi anni (per nn parlare dei PO del 2005 dove Ginobili gli salvò letteralmente il culo)….Kobe al massimo e Tim al massimo 2000-2001-2004-2009 hanno quasi sempre visto primeggiare Kobe

  • gasp

    È l’unica cosa oggettiva