George Karl sbotta e risponde alle critiche

Nella notte ai Sacramento Kings è andata di lusso nella vittoria contro i New York Knicks con Carmelo Anthony (30 anni) che ha sbagliato sulla sirena la tripla della vittoria, il record dei viola recita 9-15 e le critiche non sono mancate malgrado le prodezze di Rajon Rondo (29 anni) e il talento di DeMarcus Cousins (25 anni), coach George Karl non ci sta.

I Kings vivono e muoiono con le lune di Cousins il quale in questo inizio stagione ha saltato già 8 partite per via dei problemi alla schiena con tutte e 8 perse, visto la qualità del roster ci si aspettava un inizio diverso, coach Karl si giustifica così:

Su 21 partite 15 sono state contro squadra con record superiore del 50% e 2 di queste contro gli Houston Rockets che l’anno scorso hanno raggiunto le finali della Western Conference. Sono stanco delle critiche, venite nella sala cinema, venite a guardarci noi giocare e ditemi dove il mio gioco è brutto. Non è un brutto basket, è basket NBA dove vincere una partita fuori casa è estremamente difficile e giocarla con rotazioni limitate è estremamente difficile. Dobbiamo imparare che. Dobbiamo imparare che la connessione più la forza mentale sono le basi fondamentali.

Sacramento non sta giocando così male e si se si va ad analizzare partita per partita non ci sono state tante sconfitte eclatanti ma allo stesso modo molte di queste erano vittorie buttate via nel finale, Sacramento è 13esima nel ranking offensivo della Lega ma anche 3^ per la peggior difesa con 108.2 punti concessi agli avversari.

L’impressione è che i Kings siano in un limbo tra il diventare una buona squadra e una incompiuta, contando anche una proprietà non invidiabile.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B