Warriors di forza a Boston, super Gallinari!

Indiana Pacers – Miami Heat 96-83
IND: George 23, Mahinmi 18 (12 rimb), Ellis 24, Miles 12
MIA: Bosh 23 (10 rimb), Whitesode 8 (10 rimb), Wade 20, Green 13

Paul George non brilla come al suo solito e allora ci pensa Monta Ellis ad aiutare Indiana a tornare a vincere dopo 3 sconfitte consecutive, battuti i Miami Heat; a 5’36” dalla conclusione Miami si porta sul -7 (88-81), Indiana non segna più ma anche gli ospiti che sciuperanno ben 3 occasioni, Ellis decide di punirli col canestro del +9 che darà vita al parziale finale di 8-2.

Orlando Magic – Cleveland Cavaliers 76-111
ORL: Vucevic 14, Hezonja 12
CLE: James 25, Love 8 (13 rimb), Mozgov 17, Dellavedova 12, Shumpert 14, Jones 15

JamesCleveland passa facilmente ad Orlando con LeBron James autore si 25 punti, 8 assiste una caviglia girata ad inizio partita che però non ha condizionato il rendimento; LeBron si scatena nel 2° periodo realizzando 16 dei suoi 25 punti finali, quarto dominato dai Cavs 17-31 per il +16 (37-53), Orlando non rientrerà più in partita.

Philadelphia 76ers – Detroit Pistons 95-107
PHI: Covington 18, Noel 10 (10 rimb), Okafor 22
DET: Morris 21, Ilyasova 15, Drummond 18 (16 rimb), Cladwell-Pope 13, Jackson 21

Nessun problema per i Detroit Pistons in quel di Philadelphia; dopo aver chiuso all’intervallo sul +12 (46-58) i ragazzi di Van Gundy hanno chiuso la pratica nella ripresa con un break di 9-0 per il +20 (51-71).

Boston Celtics – Golden State Warriors 119-124 2OT
BOS: Crowder 15, Sullimnger 7 (13 rimb), Bradley 19, Thomas 18 (10 ass), Turner 13, Olynyk 28, Lee 10
GSW: Green 24 (11 rimb), Curry 38 (11 rimb), Iguodala 13 (10 rimb), Ezeli 12 (12 rimb)

IguodalaPazzesca partita a Boston dove i Warriors, malgrado l’assenza di Klay Thompson, strappano di forza il referto rosa dopo 2 tempi supplementari con Steph Curry da 38 punti e Draymond Green che scrive a referto il 5×5 (24+11+8+5 recuperi+5stoppate), con questa vittoria Golden State supera la Miami del 2012/13 e si porta a -5 dalle 33 dei Lakers; a 41” dal termine dei regolamentari Thomas pareggia sul 103-103, Curry sbaglia, Thomas viene stoppato da Livigston e Iguodala perde palla lasciando 7 decimi sul cronometro, Olynyk ci proverà ma niente da fare.
Nel 1° overtime il lungo canadese si riscatterà prima col la tripla del 108-108 a 1’04” e poi col layup del 110-100 a 42”, Curry sbaglia di nuovo e l’ultimo tiro ce l’ha Thomas con 23” da giocare ma anche il folletto di Boston non troverà il canestro.
Curry sbaglai 2 volte ma alla terza no, suo il 2/2 dalla lunetta a 13” dalla sirena del 2° overtime per il +3 (119-122), Crowder andrà per 2 veloci ma non segnerà condannando i suoi.

Toronto Raptors – Milwaukee Bucks 90-83
TOR: Scola 12, DeRozan 27, Lowry 12, Joseph 13
MIL: Antetokounmpo 15, Parker 10, Monroe 13, Middleton 26

DeMar DeRonza trascina i Raptors al successo contro i Bucks; a 5’12” Milwaukee chiude un break di 8-0 che la porta sul -4 (81-77), ecco Corey Joseph che spara la tripla del +7 seguito poi da 2 liberi di DeRozan a 3’15” che ridaranno 9 punti di vantaggio ai canadesi (86-77)

Memphis Grizzlies – Charlotte Hornets 99-123
MEM: Randolph 13, Gasol 17, Allen 10, Conley 16, Lee 12, Barnes 11
CHA: Batum 20, Walker 33, Kaminsky 15, Lin 16, Lamb 10

Charlotte si conferma squadra tosta tanto che espugna con autorità Memphis con i n53 punti del duo Walker-Batum; dopo aver un primo tempo chiuso sul +5 (54-59), gli ospiti attaccano la partita nella ripresa con un 3° quarto da 19-34, 22 di questi 34 firmati Walker-Batum per il +20 Hornets (73-93).

New Orleans Pelicans – Washington Wizards 107-105
NOP: Davis 18 (11 rimb), Gordon 15, Evans 27, Ajinca 7 (10 rimb), Holiday 19
WAS: Porter 15, Gortat 10, Temple 10, Wall 26 (12 ass), Neal 15, Sessions 14

Successo di misura per i Pelicans contro i Wizards con brivido finale; Tyreke Evans mattatore del match con 27 punti ma, a 4” dalla conclusione, non è preciso dalla lunetta e il suo 1/2 vale il +2 (107-105) Pelicans. Ultimo tiro dei capitolini, si incarica Gary Neal che va per la vittoria senza trovare il fondo della retina.

Denver Nuggets – Minnesota Timberwolves 111-108 OT
DEN: Gallinari 23, Faried 14 (12 rimb), Harris 12, Nelson 20, Jokic 19, Barton 13
MIN: Wiggins 22, Towns 14, Martin 22, Rubio 13, LaVine 12

Italian Job: Gallinari 23 pt (3/9, 3/5, 8/8), 7 rimb (1 off), 4 assm 1 rec in 42’

Altro overtime della notte al Pepsi Center di Denver dove Danilo Gallinari ha trascinato i Nuggets al successo di misura sui T-Wolves; Nuggets che nel finale rischiano sia di perdere perché Wiggins fa 1/2 dalla lunetta per il 100-100 a 23” che di vincere perché hanno l’ultimo tiro ma Jameer Nelson non sfrutterà l’occasione.
Nell’extra-time ci penserà il Gallo, realizza 8 degli 11 punti dei Nuggets compreso il tiro del +3 (109-106) a 6” dalla fine!. Da sottolineare il record di Kevin Garnett,  ha superato Karl Malone diventando il 1° nella classifica all-time defensive rebound con 11,409!

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 90-94
UTA: Hayward 19, Favors 13, Burks 15, Burke 16
OKC: Durant 21, Westbrook 24, Kanter 11, Waiters 10

DurantLa “Premiata Ditta” di OKC timbra il cartellino anche a Salt Lake City uscendo nel finale di partita con Kevin Durant per la vittoria; 87-87 a 1’24” dalla fine ecco KD, tripla del +3 seguita poi dal jumper per il +5 (87-92) a 11”, inoltre anche il 2/2 a 2” dalla fine per chiudere i giochi.

San Antonio Spurs – Los Angeles Lakers 109-87
SAS: Leonard 16 (11 rimb), Aldridge 24 (11 rimb), Mills 22
LAL: Bryant 12, Williams 19, Russell 24

Duncan&BryantKobe Bryant va a far visita a Tim Duncan e gli Spurs spazzano nell’ultimo quarto via i Lakers col duo Leonard-Aldridge; giallo-viola che lottano ed entrano negli ultimi 12’ sotto solo di 8 (79-71), San Antonio la vuole chiudere e piazza un break di 12-5 per il +16 (91-75) nei primi 3’.

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 96-106
PHX: Leuer 13, Len 13, Bledsoe 31, Teletovic 15
POR: Aminu 13 (13 rimb), McCollum 26, Lillard 18, Crabbe 18

Portland vince a Phoenix grazie ai 26 punti con 5/8 da 3 di C.J McCollum in match deciso negli ultimi 6’: a metà del 4° periodo punteggio sull’89-89, tripla di Aminu che da il via al parziale decisivo di 13-0 con anche triple di Lillard e McCollum

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Max

    ho visto la partita tra boston e GS…GS inizia ad avere dei bei scricchioli sopratutto per quanto riguarda alcuni giocatori che stanno prendendo sul serio il record sia dei lakers delle 33 vittorie che dei Bulls.il rischio è che magari a gennaio o dopo l’all star paghino le conseguenze di una condizione fisica fatta sopratutto per partire bene anche per via della non grande statura di certi giocatori.Ieri alla fine un pò per ingenuità di Boston un pò perchè GS cmq è una signora squadra(ma ieri Curry ha fatto si 38 punti ma tirando con il 33% 9/27)
    per il resto Charlotte che ad oggi è seconda ad est(ecco il livello dell’est a chi parla di nba competitiva!!!)mentre ad ovest la battaglia dietro GS è sempre più interssante anche s eresto convinto che San Antonio abbia le maggior posisbilità di tornare in finale.

  • redbull

    Boh, secondo me non è così grave come dici, avevano barnes e klay fuori stanotte, klay è il secondo violino, uno che ti può mettere 20 punti in 5 minuti, se c’era lui secondo me la partita finiva molto prima. Consideriamo anche che stanno facendo un bel tour dell’est, e Boston si adatta bene contro di loro

  • misterwoolf

    ma gli heat? cosa c’è che non va? dico sembrano ormai in caduta libera.
    francamente pensavo che dopo la sfiga dell’anno scorso sarebbero partiti meglio…

    Ma Kevin Love?
    ok magari non è il super giocatore che si aspettava quando è arrivato ai cavs ma queste prestazioni sono incomprensibili

    I warriors sembrano avere un vantaggio su le altre franchige di almeno un altro paio d’anni insomma sanno di Dinastia

  • sconocchini

    se gallinari avesse un po’ più di continuità…

  • Max

    le vere partite non sono la regular season.diciamo le cose come stanno e per come l’abbiam viste: l’anno scorso in finale con love ed irving la serie avrebbe preso un’altra direzione.James da solo l’anno scorso ha portato 2-1 i Cavs giocando per il 3-1 in casa…dall’altra parte non ricordo queste finali celestiali di Curry mentre Thomposn è praticamente scomparso.La regular è conto,i playoff sono un cqampionato a parte…prima di parlare di dinastia o altro ci andrei moòltooooo cauto!!

  • sconocchini

    io ho visto la partita e ti dirò che incredibilmente ieri love, accusato da sempre di pensare alle stats, ha fatto una grande partita piena di intangibles. buona parte del merito della larga vittoria dei cavs è suo.

  • Michael Philips

    Appena finita boston vs dubs. Che dire, forse la miglior partita di questo inizio di rs. Boston ha fatto soffrire i warriors mettendo un casino di pressione, anche su curry che si è visto bradley sulle caviglie tutto il tempo, ed ha esultato quando la guardia dei celtics è uscita per falli.

    Boston non meritava di vincere per come ha gestito i due clamorosi match-point in mano a thomas, che ha tentato disperatamente di essere l’eroe della serata, quando forse sarebbe bastato passarla a olynyk.

    Super Green, e nonostante la cattiva serata al tiro, per me un buonissimo curry, perché nel momento cruciale non ha mai tremato e oltre a mettere un paio di canestri clutch, è stato glaciale dai liberi.
    E sui liberi direi che abbiamo l’elemento negativissimo della gara: i due team hanno giocato duro, hanno attaccato il ferro, e dopo due overtime a boston, i celtics hanno potuto contare su 16 liberi? WAT? Siamo forse ad un record negativo all-time? I warriors 39 liberi tirati. Scusate ma a me queste cose mi fanno impazzire, il fatto che ogni volta che qualche verde andava al ferro erano legnate e zitti, mentre per i warriors sono arrivate le giuste chiamate. Attenzione, le giuste chiamate, non inventate. Semplicemente i celtics potevano pure morì nel pitturato che nada ft. Arbitraggio comunque assurdo. bradley gli ultimi due falli non erano falli.
    A curry hanno fischiato un fallo contro(il quarto) mentre stava letteralmente a 3 metri da contatto tra uno dei warriors e uno dei celtics e credo che almeno una delle chiamate per aver calpestato la linea fosse errata a suo sfavore.

    Un disastro imbarazzante i grigi.

    Ah,rimanendo in tema, riguardo i discorsi dell’altro giorno su melo e le non chiamate arbitrali, beh la stessa lega ha riconosciuto l’errore di una fallo non dato proprio a anthony nel finale di gara. Abbastanza inutile a babbo morto, ma è conferma che melo non sta inventando niente.

  • michele

    isaiah ieri ha fatto capire perchè non sarà mai un campione…resta ovviamente un grandissimo giocatore, in una squadra da titolo sarebbe il sesto uomo ideale, un microwave che entra dalla panca e ti fa dei parziali assurdi..ma non è un go-to -guy. In ogni caso bella partita. Concordo sull’arbitraggio, i warriors sono stati abbastanza tutelati soprattutto ma è abbastanza ovvio, sono la faccia pulita della lega in questo momento ( nonostante daraymond green sia un dirty player astuto come pochi) e gli arbitri, che sono degli zerbini, si adeguano.

  • michele

    intanto gl ihornets hanno vinto di 25 punti a casa di una presunta contender dell’ovest eheheheh….io tutta questa battaglia interessante dietro i warriors non la vedo, ci sarà una semifinale di conference stellare tra spurs e thunder mentre bisongerà vedere se allo stesso punto della competizione i clippers sapranno impensierire golden state. dietro queste quattro squadre il vuoto, nonostante alcune squadre interessanti che stanno crescendo, come utah,

  • Shady

    finalmente i cavs giocano una partita seriamente è il risultato è che dopo un tempo era già finita… avessero sempre sta voglia

    love continuo a dire che in difesa si sta applicando ma il problema è che sta iniziando a costruire troppe palazzine

    sempre più innamorato di delly che zitto zitto sta facendo una stagione da 9+6+3 più tanta carognaggine <3

    2qt di james da far vedere alle scuole basket

    contentissimo di vedere danilo in cima alla top ten, bella sfida con wiggins…. in una sua chiamata fra le riserve un minimo ci sper

  • Michael Philips

    su love nessuno ha fiatato quando ha piazzato quel filotto di 8 gare a 23.6+11 di media, giocando da secondo violino. Se ne parla solo quando non mette sti numeri. E ieri confermo, ha fatto tantissime cose utili, anche in difesa. Evidentemente gli intagibles contano solo quando li fanno altri giocatori.

    18+11 a sera, giocando spesso in modo molto diverso da come vorrebbe lui. Se si guarda ai pari ruolo, i bosh, millsap, LMA, randolph ecc non è che stiano brillando rispetto a lui, anzi. Sono tutti più o meno allo stesso livello, ma quì le critiche piovono solo sulla pf dei cavs.

  • Michael Philips

    ma sai, la cosa assurda ripeto, è che ai warriors in attacco non hanno regalato falli eh. Sono i celtics che le hanno prese attaccando allo stesso modo, senza ricevere i ft.
    16 liberi dopo due overtime(ma pure in una gara da 48min)sono una roba ridicola, quando gli avversari finiscono con 39, giocando fuori casa.

    Su Thomas, sì alla fine dovrebbe essere quello che entra e mette 15 pts in un amen, ma gli concedi max 30 minuti, perché quello che ti da in attacco lo perdi in difesa, dove pur impegnandosi, non può incidere per via dei 175cm.

  • michele

    sì, ad esempio nel secondo quarto c’è stato un potenziale gioco da tre punti di thomas trasformato in sfondamento, una delle decisioni arbitrali piu’ ridicole che si siano viste quest’anno……posto che ai warriors mancavano due come klay e barnes, al completo avrebbero vinto entro i 48 regolamentari.

  • michele

    comunque spezzo una lancia a favore dei warriors: leggo spesso che sarebbe ingiusto contare nel computo totale delle W quelle dello scorso anno….io invece non sono d’accordo. ogni partita di regular season è importante, l’anno scorso golden state avrebbe potuto tirare i remi in barca invece ha giocato bene e vinto le ultime 4 di regular season…..dovessero battere il record dei lakers anche grazie a quelle 4 partite sarebbe un ottimo spot per la regolarità del campionato.

  • Barone birra

    Kobe ce l’ha fatta con i 7 tiri sbagliati stanotte ha sfondato il muro de14mila tiri sbagliati. Un traguardo irraggiungibile per chiunque veramente complimenti lo. Ma il Brick tour continua non perdetevi le prossime puntate. Un’ultima cosa Michele ormai hai rotto col confronto est ovest, anche mio figlio di 5 anni sa che i cavs a meno di cataclismi sono già in finale mentre tu caro fenomeno mi sapresti dire chi va in finale tra gs spurs e okc? Questa è la differenza rassegnati. Ehhh Ehhh

  • michele

    no, la differenza è che a me di Lebron non me ne frega nulla, mi tengo alla larga dalla faida tra i suoi sostenitori e i suoi detrattori come te. Guardo le conference nel loro complesso ed è evidente la fine del dominio dell’ovest…ricordo che ancora l’anno scorso c’erano tifosi dei lakers che dicevano ” in questo est anche i lakers farebbero i playoff” eheheheh

  • In Your Weis

    Beh al momento il record tra le due conference è sostanzialmente pari, con il fatto che da una parte ci sono i Warriors a rendere i valori un minimo “sballati”, ad Est i 76ers. Senza questi due estremi, direi che l’Ovest va abbastanza sotto

    Frega cazzi delle potenziali contenders, ora, dico ora 12/12, non è così, squadre date per potenzialmente eccellenti come Clippers, Memphis o Rockets le prendono spesso di santa ragione, anche contro il “ridicolo” Est, mentre dall’altra parte del Mississipi ci stanno 10 squadre oltre il 50%, quindi, mediamente, è più facile trovare un avversario tosto lì che nel Wild Wild West

    Poi fossimo nei playoff anche io preferirei incontrare i Magic invece dei Clippers, ma questa è la regular season, e si ragiona su quella. Cavs già in finale? Ottimo, è la stessa cosa che oggi si può dire per Warriors o Spurs, dato che nessun altra pare neanche vagamente vicina a queste due. Quindi anche qui il percorso è tutto in discesa, almeno tra le prime 2 arriveranno

  • trizio81

    ma infatti Love ha giocato benissimo ieri dando via la palla magnificamente e andando bene a rimbalzo…c’è gente che si alza la mattina vede le statistiche e commenta

  • Giasone

    Ancora presto per decretarne la fine, ricordiamoci che l’anno passato tra i migliori quintetti nba si faceva fatica a trovare un eastern player che non fosse un cavs. L’inversione di tendenza c’è ed è evidente, tante squadre ad est sono in rampa di lancio (e Boston più di tutte) ma nessuna è pronta a dare l’assalto al trono di cleveland.

    Forse già il mercato free agent della prossima estate potrebbe sovvertire l’equilibrio, ma l’ultima parola spetta a Lebron: se in estate passa ad ovest allora è ufficiale, la eastern è più competitiva lol.

  • Giasone

    Pessima idea mettersi a vedere Boston-GS, volevo andare a letto ad un orario decente e invece ho fatto le 4.

    Boston squadra intrigante come poche e con un sistema di gioco che dopo due minuti ti fa esclamare: questa squadra ha un allenatore!
    Coach Stevens memore evidentemente della “lezione” Dellavedova delle scorse finals la imposta tutta sulla difesa e sull’isolamento di Curry dal contesto di squadra. E Steph come l’anno passato dimostra che quando la pressione e l’intensità fisica salgono qualche errore vien fuori. Peccato per le scelte finali di Thomas (che io adoro), a me questo attendere tutti fermi e in isolamento l’avvicinarsi della sirena per poi prendersi un tiraccio non ha mai convinto, specie se chi ha la palla in mano non è esattamente MJ. Comunque Boston è a un all-star da diventare una contender, prossima estate decisiva.

    Dall’altra parte GS sembrava nella classica serata no condita da tante assenze e invece l’ha portata a casa. E Curry nonostante le difficoltà chiude con 6su13 dalla lunga distanza. fate voi…

    Intanto in Louisiana il monociglio risponde ai critici (me per primo) del tiro da tre piazzando quello decisivo con tanto di botta di culo. Come direbbe Conte: chapeu.

  • Giasone

    Beh se la east ha i sixers la west ha i lakers, l’anomalia sembrano proprio i Dubs. Clips 13-10, Memphis 13-11: non mi pare malaccio.

  • redbull

    Anche te hai rotto con kobe che sparacchia, molto più di Michele

  • ILoveThisGame

    In effetti il numero dei tiri liberi e’ un po’ troppo sproporzionato, i verdi adranno anche poco con i lungi nel pitturato ma 16 sono pochini.
    A me sinceramente ha fatto molto arrabbiare il 5 fischiato a Bradley, stava solo seguendo Curry come ha fatto tutta la partita.
    Comunque l’hanno buttata via i Celtic negli ultimi possessi: l’ ksolamento Thomas vs Livingston non si puo’ vedere, chissa’ se era lo schema voluto da Stevens, io almeno un cambio con il p’n’roll l’avrei provato a creare.
    Green Impressionante fa tutto quello che si puo’ fare sul campo, l’unico suo punto debolo e l’1vs1 in attacco.

  • gasp

    Però non proprio quello che ci aspettava da queste due squadre…

  • gasp

    Ma gli arbitri in questo inizio stanno facendo sbagli a manetta…solo ieri hanno ammesso che c’era fallo di Rondo su Carmelo

  • gasp

    Anche se sarebbe meglio che non lo battessero…

  • gasp

    Ma gli Warriors se vedi i minutaggi sono tutti normali, sui 32-33 minuti, quindi la scarsa condizione fisica dopo l’ASG può anche non esserci…io credo che sia più probabile che siano scarichi mentalmente quando conti

  • Barone birra

    Raggiunto l’ultimo tassello della muraglia lascerò perdere Kobe e la sua patetica ultima stagione. Per quanto riguarda le conference anche Atlanta durante la rs dell’anno scorsa sembrava forte qualcuno può dirmi la fine che fece coi cavs nei play offs. Ecco fatto ; la rs non conta nulla e i cavs non hanno ostacoli verso le finals e solo iyw può considerar il numero di contenders irrilevante per valutare una conference ma si sa lui e imparziale su LeBron Ehhh ehh

  • In Your Weis

    Lungi da me difendere Michele, ma gli avete bannato un commento?

    Insomma ci sta un utente che da quando è su questo blog non ha mai apportato mezza, dico mezza riflessione, perchè ha la sintassi di un bambino alle elementari ed è capace solo a scrivere “Kobe Mattoni, LeBronette”, e voi ve lo coltivate come se fosse un interlocutore serio, che in 3 anni non ha mai fatto mezzo commento sagace o costruttivo, e neanche gli si può rispondere a tono? E’ questo il livello del blog che ti auspicavi quando lo hai messo su?

    Vai tranquillo, cancella anche queste righe, tanto tornerò ad ignorare Barone Sburra fra 5′, era solo per puntualizzare l’ovvio