Warriors, i numeri (da urlo) della striscia

Ancora una volta la striscia di 33 vittorie consecutive registrata dai Los Angeles Lakers nella stagione 1971/72 è rimasta inviolata, nel 2012/13 ci provarono i Miami Heat del trio James-Wade-Bosh fermati a quota 27 dai Chicago Bulls, quest’anno ci hanno provato i Golden State Warriors e anche loro si sono fermati prima con 28 (24+4 della passata stagione) sabato scorso contro quei Milwaukee Bucks che proprio nel 1972 fermarono i Lakers!

Destino a parte andiamo ad analizzare statisticamente la grande cavalcata dei campioni in carica perché non si sono solo limitati a portare a casa il referto, hanno messo in scena (e forse lo rifaranno) qualcosa di davvero unico, contate che prima del K.O di sabato erano 249 giorni che Golden State non perdeva una partita di Regular-Season (7 aprile @ New Orleans).

CHEF CURRY

CurryIl fattore Stephen Curry (27 anni); l’MVP in carica durante le 28 partite ha realizzato la bellezza di 143 triple, più dei Memphis Grizzlies (141) e dei Brooklyn Nets (133), solo Minnesota ne ha realizzate 3 in più! Curry ne ha realizzate 143 su 304 col 47%, dietro di lui solo l’altro “Splash BrotherKlay Thompson (25 anni) col 46.7%.
L’inizio di Curry gli ha già consentito di mettere in cassaforte anche questo MVP grazie anche ai 40elli, in questa striscia sono stati ben 7+1 della passata quindi 8 prestazioni da 40+ punti, solo James Harden (26 anni) gli sta in scia con 6.

Tutto qui? No!
Perché il #30 ha questo vizio di giocare dei quarti col fumo negli occhi, sono 4 i periodi in questa striscia dove Curry ha almeno realizzato 20 punti in 12′. Nella foto qui a destra tutti gli altri numeri dove Curry è tanto per cambiare indiscusso

FROM DOWNTOWN

Rimanendo nell’ambito del tiro pesante, i Warriors sono primi ed inarrivabili nella Lega per la loro portata delle triple, infatti tirano col 43,9% tra 7,62 metri e gli 8,2 metri (foto)

WarriorsORTG

L’offensive rating (ossia il calcolo dei punti su 100 possessi) dei Warriors è stato ed è qualcosa di spaventoso: Curry 115.7, Iguodala 115.9, Barnes 115.5, Green 115.0, Thompson 114.4 alla pari con Kevin Durant (27 anni).

SPARTAN RULEZ

GreenPoi c’è il Link-Player migliore della Lega, quel Draymond Green (25 anni) che ogni notte fa la differenza su entrambi i lati del campo tanto da cominciare questa stagione con la bellezza di 3 triple-doppie, 2 di fila mancando la terza per 2 assist e un’altra per 1 assist, già che c’era ha pure concluso un 5×5 che era dal 2012 che un giocatore NBA non registrava tale prestazione, il 16° di sempre.

CURIOSITÀ FUORI DAL CAMPO

Questo è quello che dice il campo ma sapete che in America quando c’è un record si impazza a cercare anche le curiosità fuori dal campo, ad esempio l’attore Tom Hardy ha recitato in 3 film dall’inizio della striscia, Luke Ridnour (34 anni) è stato tradato 4 volte, i Philadelphia 76ers hanno subito 313 punti durante la striscia dei Warriors e infine Donald Trump non si era neanche candidato alle elezioni per la Casa Bianca.

Adesso sorge un dubbio, si calmeranno o ricominceranno l’attacco alla striscia dei giallo-viola? Green è stato chiaro, magari le 33 no ma il 72-10 dei Bulls è ancora nel mirino.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B