Warriors, i numeri (da urlo) della striscia

Ancora una volta la striscia di 33 vittorie consecutive registrata dai Los Angeles Lakers nella stagione 1971/72 è rimasta inviolata, nel 2012/13 ci provarono i Miami Heat del trio James-Wade-Bosh fermati a quota 27 dai Chicago Bulls, quest’anno ci hanno provato i Golden State Warriors e anche loro si sono fermati prima con 28 (24+4 della passata stagione) sabato scorso contro quei Milwaukee Bucks che proprio nel 1972 fermarono i Lakers!

Destino a parte andiamo ad analizzare statisticamente la grande cavalcata dei campioni in carica perché non si sono solo limitati a portare a casa il referto, hanno messo in scena (e forse lo rifaranno) qualcosa di davvero unico, contate che prima del K.O di sabato erano 249 giorni che Golden State non perdeva una partita di Regular-Season (7 aprile @ New Orleans).

CHEF CURRY

CurryIl fattore Stephen Curry (27 anni); l’MVP in carica durante le 28 partite ha realizzato la bellezza di 143 triple, più dei Memphis Grizzlies (141) e dei Brooklyn Nets (133), solo Minnesota ne ha realizzate 3 in più! Curry ne ha realizzate 143 su 304 col 47%, dietro di lui solo l’altro “Splash BrotherKlay Thompson (25 anni) col 46.7%.
L’inizio di Curry gli ha già consentito di mettere in cassaforte anche questo MVP grazie anche ai 40elli, in questa striscia sono stati ben 7+1 della passata quindi 8 prestazioni da 40+ punti, solo James Harden (26 anni) gli sta in scia con 6.

Tutto qui? No!
Perché il #30 ha questo vizio di giocare dei quarti col fumo negli occhi, sono 4 i periodi in questa striscia dove Curry ha almeno realizzato 20 punti in 12′. Nella foto qui a destra tutti gli altri numeri dove Curry è tanto per cambiare indiscusso

FROM DOWNTOWN

Rimanendo nell’ambito del tiro pesante, i Warriors sono primi ed inarrivabili nella Lega per la loro portata delle triple, infatti tirano col 43,9% tra 7,62 metri e gli 8,2 metri (foto)

WarriorsORTG

L’offensive rating (ossia il calcolo dei punti su 100 possessi) dei Warriors è stato ed è qualcosa di spaventoso: Curry 115.7, Iguodala 115.9, Barnes 115.5, Green 115.0, Thompson 114.4 alla pari con Kevin Durant (27 anni).

SPARTAN RULEZ

GreenPoi c’è il Link-Player migliore della Lega, quel Draymond Green (25 anni) che ogni notte fa la differenza su entrambi i lati del campo tanto da cominciare questa stagione con la bellezza di 3 triple-doppie, 2 di fila mancando la terza per 2 assist e un’altra per 1 assist, già che c’era ha pure concluso un 5×5 che era dal 2012 che un giocatore NBA non registrava tale prestazione, il 16° di sempre.

CURIOSITÀ FUORI DAL CAMPO

Questo è quello che dice il campo ma sapete che in America quando c’è un record si impazza a cercare anche le curiosità fuori dal campo, ad esempio l’attore Tom Hardy ha recitato in 3 film dall’inizio della striscia, Luke Ridnour (34 anni) è stato tradato 4 volte, i Philadelphia 76ers hanno subito 313 punti durante la striscia dei Warriors e infine Donald Trump non si era neanche candidato alle elezioni per la Casa Bianca.

Adesso sorge un dubbio, si calmeranno o ricominceranno l’attacco alla striscia dei giallo-viola? Green è stato chiaro, magari le 33 no ma il 72-10 dei Bulls è ancora nel mirino.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Manca una stat importante in cui sono certo i warriors sono al top nella lega:
    gli illegal screens, con draymond green e bogut leader incontrastati.

  • Makahuna

    haterrrrr

  • tommy23285

    Che squadraccia eheh. Se non facessero cose illegali mi a avrebbero fatto tutte queste win. Quanto rosichi… 😉
    Scherzi a parte per me di illegale ci sono solo le triple di steph contestate in arresto e tiro da 8-9 metri..

  • Barone birra

    Tom Hardy? Quello di batman;questa notizia ha cambiato la mia giornata lol

  • Michael Philips

    ma che te frega, fino a che li lasciano fare non c’è problema.

    Poi da un giorno all’altro la lega cambierà il team da cavalcare(l’anno prossimo forse? nel 2012 erano i gggiovani thunder, nel 2013 gli heat) e vedrai che green e bogut improvvisamente non potranno più fare il proprio comodo, perché i blocchi in movimento che fanno loro due, altri lunghi non possono proprio farli senza ricevere una chiamata.

    Poi curry continuerà a segnare da 8 metri, ma se consideri quanti piazzati riesce a prendersi, uno come lui, perché il suo difensore invece che schiantarsi sul corpo del lungo di turno, viene trattenuto dal bloccante, allora capirai che un fenomeno con questa agevolazione sarà ancora più devastante.
    Se vedi altri tiratori o scorer super nella lega, non tirano così tanti piazzati, perché un ibaka o adams di turno che ti fanno un blocco in movimento, riceveranno la chiamata dopo 0,006 secondi.

    Poi come sempre, non mi invento nulla. Basta andare su google e scrivere “golden state warriors ill”…e ti trova immediatamente diversi risultati su gli illegal screens degli uomini di kerr, o gli uomini di walton, non capisco più dove inizino i meriti.

  • Michael Philips

    Oggi più che altro mi sento un heater vista la febbra(cit) che mi son beccato.

  • ILoveThisGame

    Sanno tutti difendere, hanno tiratori fuori dalla norma, hanno il miglior tiratore di sempre, ma resto convinto che la chiave delle loro vittorie sia lo spirito di squadra e l’intelligenza cestistica dei giocatori: per vincere serve capire il gioco e non essere egoisti. Loro hanno solo giocatori intelligenti che si sacrificano per il bene del gruppo e per il 30, che a sua volta ricambia facendo tutti contenti a suon di triple,assist e scarichi che portano a situazioni vincenti.
    Gli Spurs sono sempre al top perche’ hanno un nucleo di giocatori che hanno concetti uguali a quelli dei Warrior: capiscono il gioco, si aiutano e no sono mai stati egoisti.
    Squadre come Huston o Clippers difficilmente vinceranno perche’ hanno lacune in questi fondamentali: i Clips li vedo abbastanza affiatati nel nucleo Paul-Jordan-Griffin ma per il resto sono pieni di giocatori come Smith-Stephenson-Crowford-Rivers-Jordan che non sempre danno benefici. I Rockets con Lawson-Howard-Harden- Capela-Brower idem.
    I Cavs hanno Smith-Shumpert e Thompson che a me lasciano un po’ di dubbi in questo senso.
    Non ricordo di squadre che hanno vinto con tanti giocatori senza la “testa” giusta.

  • In Your Weis

    Io vedendoli giocare ho l’impressione da una parte di un gruppo incredibile, come coesione, conoscenza reciproca, chimica, sanno tutti dove posizionarsi per il campo, sanno quando farlo, ognuno ha un ruolo e lo svolge alla perfezione…tutte le cose che, per dire gli Spurs hanno messo anni a perfezionare, questi sembra che lo facciano senza fatica

    Poi ovvio ci sono i giocatori, i singoli, che sono ottimi ma che allo stesso tempo valorizzano e sono valorizzati da questo sistema

    Allo stesso tempo, non posso fare a meno di pensare che le cose non potranno sempre andare così bene, per quanta fiducia possono avere, per quanta confidenza, certe bombe lanciare da 8 metri senza neanche guardare il canestro, certi virtuosismi, potrebbero non ripetersi con questa facilità contro squadra organizzate che rispondono colpo su colpo, che magari ti costringono a pensare un pelino di più o a prendere tiri con meno ritmo, che magari ti fanno finire sotto in una serie di playoff

    Ma parliamo di una squadra che sta 24-1, quindi è tutto lecito, anche che continuino così

  • IlvicinodiErba

    nella lega dove la gggente fa passi come se camminasse sulla luna, fa ridere ‘sta cosa