Cleveland espugna Boston, sorpresa Lakers!

Boston Celtics – Cleveland Cavaliers 77-89
BOS: Crowder 14, Bradley 17, Thomas 12
CLE: James 24, Love 20, Mozgov 9 (10 rimb), Williams 10

JamesI Cleveland Cavaliers si impongono al Garden di Boston grazie ai 44 punti del duo James-Love; match che gira a favore degli ospiti a 7’46” dalla fine del 3° quarto, sotto di 5 (50-45) Kevin Love spara la tripla che dà il via al break di 17-2 per il +10 Cavs (52-62).
Boston prova la rimonta, arriva fino al -7 (72-79) a metà del 4° ma Cleveland stavolta chiuderà le danze cin un altro parziale di 8-0 firmato James-Love per il +15 (72-87).
Inoltre è ufficiale che giovedì ad Oklahoma City farà il suo esordio Kyrie Irving.

Minnesota Timberwolves – Denver Nuggets 100-112
MIN: Wiggins 23, Towns 18, Rubio 13, LaVine 20
DEN: Gallinari 15, Faried 19 (10 rimb), Lauvergne 11, Nelson 10, Foye 19, Barton 14

Italian Job: Gallinari 15 pt (2/5, 1/2, 8/11), 3 rimb (1 off), 5 ass, 1 persa in 28’

Denver vince a Minnesota trascinata dai 19 punti di Randy Foye; la guardia si scatena nel 2° quarto realizzando tutte le sue 5 triple del match e la 5^ è valsa il +17 (41-58) a 2’39” dall’intervallo lungo, Minnesota non rientrerà più in partita.

Sacramento Kings – Houston Rockets 107-97
SAC: Casspi 19, Gay 17 (13 rimb), Cousins 26 812 rimb), Collison 14 (13 ass)
HOU: Ariza 10, Harden 33, Beverley 14, Terry 14, Brewer 10

Italian Job: Belinelli 9 pt (0/3, 3/7 da 3), 2 rimb (1 off), 1 assm 2 perse in 26’

CousinsDarren Collison sostituisce alla grande lo squalificato Rajon Rondo chiudendo con 13 assist a referto, DeMarcus Cousins fa il vuoto nel pitturato e Sacramento batte Houston; dopo aver chiuso i primi 24’ sul 57-50 i Kings non hanno perso tempo e subito ad inizio ripresa hanno voluto dare il colpo di grazia con un parziale di 14-5 di cui 9 punti firmati da Collison per il +16 (71-55), vantaggio mantenuto fino alla fine.

Los Angeles Lakers – Milwaukee Bucks 113-95
LAL: Bryant 22, Hibbert 12 (11 rimb), Williams 16, Clarkson 12, Russell 19, Randle 14 (14 rimb), Young 10
MIL: Antetokounmpo 15, Parker 12, Middleton 16, Carter-Williams 19, Plumlee 10

BryantKobe Bryant gioca una signora partita (22 punti con 7/15 dal campo) e i Lakers battono a sorpresa i Milwaukee Bucks; L.A gioca un ottimo primo tempo chiudendolo sul 55-46 con Kobe autore di 11 punti, nel 3° periodo il “Black Mamba” realizza 11 punti, i Lakers tirano col 63% dal campo e dal +9 volano sul +20 (86-66) mandando i titoli di coda.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • mad-mel

    Ultime 5 partite Kobe sta tirando con il 47%, forse sta cominciando ad avere una condizione decente.
    Figurone di Howard contro Cousins.

  • Shady

    bella prova complessiva di CLE a Bos su un campo per niente facile, ho notato che in questo inizio di stagione Love segna quasi sempre la maggior parte dei suoi punti nel primo quarto… pure ieri partenza sprint. non vedo l’ora di rivedere kyrie giovedì:D
    MIL giustamente dopo aver fermato GS perde contro LAL, c’era da aspettarselo. ora non mi sorprenderei se battessero SAS e perdessero contro PHI

  • lorenzo tonelli

    Anche d’angelo nelle ultime tre partite credo stia a quasi 20 punti di media…credo

  • In Your Weis

    Questa è forse la W più significativa della stagione Cavs finora, battere i Celts a casa loro dimostra i progressi fatti nelle ultime settimane, e col debutto di Irving si presume le cose vadano meglio, me rotazioni e fluidità. Ovviamente Shumpert che è fatto con vetro soffiato ha deciso di rompersi di nuovo,

    Kobe da quando ha annunciato il ritiro sta giocando in modo molto intelligente, forza meno, seleziona meglio, crea anche per i compagni. Forse si è tolto un peso, ed ora può giocare davvero libero di animo

    Denver è una delle sorprese ad Ovest, alla fine siamo non lontani dal 50% con un roster che oserei definire “sperimentale”. Contento pure che i Kings che però, vedi caso Rondo, continuano ad essere una polveriera, li vedo capaci di perderne 10 di fila come niente

    Se mantengono questa attitudine non li vedo lontani dai PlayOff

  • Michael Philips

    Bene i cavs.
    Se i grigi avessero arbitrato la gara contro i warriors come quella di ieri, con poche chiamate da entrambe le parti e molti play-on, dubito che gli splash bros. sarebbero arrivati all’overtime. Ieri 10 liberi per i cavs e 14 per boston. Ricordo invece qualche giorno prima 39-16 per i dubs..

    Bucks non proprio la stessa intensità messa qualche giorno fa.

    I rockets sono l’emblema della crisi della western. Da contender a team da 12-14 fino a quì.

    C’è da dire una cosa su Lebron. Sta tirando i jumper con credo il 33%, peggio ancora rispetto al 2014-15. Gli ultimi due anni a miami tirava molto bene da 3 e i jumper con il 41%(tra i migliori nella lega), ora non arriva al 30% dalla lunga distanza. Continua a perdere molti palloni, spesso per passaggi forzati o per falli in attacco, ma è la selezione dei tiri che continua a lasciarmi perplesso.
    Va poco in post, spesso si ritrova a tirarare fuori ritmo da 7-8 metri, come fosse in cerca del canestro da applausi, e di fatto pare tornato ai primi anni ai cavs, quando faceva lo slasher puro.
    La differenza è che oggi non sempre si mangia l’avversario sul primo passo, e rispetto a quando aveva 21 anni, non riceve le stesse chiamate, ma gli arbitri concedono qualche botta in più al suo difensore(2005-06 123 and-1, mentre nel 2014-15, 59).
    In 13 anni non ha mai tirato i liberi con almeno l’80%, e non ha mai abbracciato la causa del mid-range game. Non capisco come mai pochi giocatori vogliano sviluppare questo tipo di gioco, ma basterebbe guardare cosa ha fatto Jordan per tutta la carriera. Gara dopo gara, tante fotocopie, sempre gli stessi canestri, stesse posizioni, stessi movimenti, stesse “mattonelle”, e grazie a quel jumper dalla media, Jordan è stato ingiocabile dai 23 anni fino ai 35.
    Uno come mj, potendo bruciare in entrata chiunque, costringeva l’avversario a “concedergli” un jumper dai 5-6 metri meno rischioso, ma la realtà è che quel tiro faceva più male di qualsiasi alta soluzione.

    Ciò che ho detto per howard, vale anche per LBJ, perché arriverà il giorno in cui lui perderà il passo in modo netto, perderà energie e tenuta fisica, e a quel punto si vedrà un lebron più pragmatico.

  • Lorenzo Escriva

    si ok, però dobbiamo perdere ragazzi…va bene giocare tirare meglio ma perdiamo pls…ahahahahha

  • trizio81

    stanotte appena è entrato il tiro da 3 buonanotte per i Celtics,gara dal 3 quarto sempre in controllo,ancora troppe perse per superficialità e poco indicate per una squadra che gioca al ritmo così cadenzato,comunque anche i simpaticissimi commentatori Celtics hanno parlato di uno squadrone e che sono assieme a Warriors e Spurs la squadra + forte della Nba…Shumpert problema all’inguine,peccato spero sia poca roba ma immagino che salterà qualche partita..Thompson fuori forma, Lebron ha rimesso a posto le % dalla lunetta mentre da 3 male male

  • mad-mel

    Boston ha tirato così male, vedi Thomas, per la difesa cavs o è stata semplicemente una serata storta al tiro?

  • Michael Philips

    50-50. Hanno mancato anche canestri facili, nel pitturato non era semplice segnare perché si sono picchiati, ma entrambi i team hanno ricevuto un arbitraggio mollto permissivo.

  • Michael Philips

    Un applauso ai commentatori dei celtics, non credo di aver mai sentito una telecronaca così poco professionale. Una roba imbarazzante. Come vedere la partita con il commento di un tifoso dei celtics che si incazza contro l’avversario del suo team, solo che lo fa con un microfono di fronte alla bocca, in diretta, e viene pure pagato per questo.

    https://www.youtube.com/watch?v=22_xoBTk-u0

  • In Your Weis

    E’ Tom Heinsohn, l’equivalente di Cavallo Pazzo in curva Sud, solo un po’ più anziano. E’ uno che è sempre stato di parte, si sborra nelle mutande ogni volta che giocano i Verdi, allo stesso tempo di sicuro è un piacevole colour commentator

  • michele

    Buona gara di Boston per due quarti e mezzo, poi quando Cleveland ha stretto un po’ di viti in difesa e si è inceppato il meccanismo si è avvertita l’assenza di un go-to-guy, mentre i cavs ce l’hanno, pure molto forte, e hanno macinato canestri….questa l’unica differenza e si sa, e non è una differenza da poco.

  • michele

    di che vi lamentate, Lebron ha a disposizione un intero canale ( ESPN) , per non parlare di nba.com ai tempi delle “dream finals” con Durant eheheheh

  • In Your Weis

    Boston fino a che non trova un go to guy rimane questa, buona, magari capace di passare un turno PO, ma stop. Ainge ha lavorato benissimo, non mi stupirei di veder arrivare qualche nome buono a breve, hanno molti assets giovani da dar via

  • Michael Philips

    espn, nba.com, sb nation e bleacher report sono in mano a curry e i dubs, non ti sei aggiornato miché.
    Non oso immaginare una sua telecronaca durante i playoffs 2011 e 2012…

  • michele

    beh ma tom è fazioso, come zampa o auriemma….poi lo tengono anche perchè comunque è un personaggio storico delle telecronache, col suo stile etc……ma.non è capzioso come il famoso columinist di nba. com che scrisse in home page “rispetto per i celtics, ma i veri tifosi sognano le dream finals tra lebron e durant, speriamo che miami vinca gara 7” eheheheh…beh puo’ essere ci sia stato il travaso da lebron a curry, molti sono ronzini e vanno dove lo attacca il padrone

  • michele

    ah farei notare che love e olynik si sono chiariti dopo il famoso episodio dello scorso anno e le scuse di kelly, mentre jr smith ha rifiutato di scusarsi per aver mandato crwoder in ospedale….insomma, la morale della favola è che kevin love è un signore mentre jr smith è il solito mononeurone.

  • Michael Philips

    beh, quì di fatto stava insultando lebron. Ora dico, in una telecronaca in diretta? Seriamente? Già a me stanno sulle balle quelli dei cavs e in generale i telecronisti proprio di parte, ma ad insultare il giocatore avversario non credo ci sia mai arrivato nessuno. E ieri era un continuo eh, nel video c’è solo un assaggio.

  • Michael Philips

    la differenza è che jr smith è la cosa meno vicina ad un gentleman, ma crowder non è da meno. Infatti lo hanno sfanculato in molti sui siti nba per la pretesa delle scuse.
    Ha picchiato duro durante tutto il primo turno, e lo hanno lasciato fare, quindi smith lo ha menato e le SFIGA ha voluto che si facesse male. Non lo ha infortunato smith. Non è come se tu vai al ferro, uno ti tira voutamente una manata e ti rompe il naso, costringendoti a star fuori 3-4 gare. Lì il fallo di smith fu duro, ma non c’era certo la volontà di infortunarlo, anche perchè pur volendo quello di crowder non è un infortunio che puoi causare a comando.

    Love e Olynyk si scusarono in estate credo e pure lì, ci fu solo sfiga, poco altro, altrimenti ogni lungo nba starebbe con la spalla rotta ogni gara.

  • michele

    ma guarda, per me Tom possono pure pensionarlo, che ha pure una certa età, non mi importa niente di lui…immagino lo tengano perchè fa folklore

  • michele

    crwoder è certamente uno che gioca duro ma sempre entro i limiti del consentito…anche thompson nella serie dell’anno scorso dominava sotto le plance usando i gomiti, ci sta…..la reazione di smith non sta nè in cielo nè in terra.

  • Shady

    la stagione l’aveva cominciata tirando meglio mentre nelle ultime partite ha peggiorato notevolmente tutte le percentuali, adesso comunque sembra aver tirato i remi in barca, per 3/4 di partita cazzeggia e si accende solo a tratti

  • Michael Philips

    Ma c’è una cosa che non capirò mai: perché questo quì da 13 anni a questa parte approccia ogni gara in modo differente. Oggi entra in campo e per qualche ragione te ne vuole sparare 40 a tutti i costi. Il giorno dopo è sazio e gioca senza molta voglia. La volta dopo è in vena di tripla doppia.

    Ma parlo anche del modo in cui va ad attaccare, mai un pò di continuità: oggi magari va solo in post e non prova nemmeno una tripla. sera dopo, spara tiri da ogni, così tanto per, poi la volta dopo persiste di penetra e scarica, o semplicemente spiaggiandosi in isolamento e andando al ferro in modo sistematico.

    Questa sua imprevedibilità è sempre stato il suo miglior pregio/difetto. Le difese non sapranno mai che tipo di gara vorrà impostare lui, ma lo stesso lebron, una volta alle strette, non avrà un’arma sicura da usare per portare a casa canestri importanti. Parlo del gancio di kareem, del jumper dalla media di kobe, da quello di mj, a quello stile gru di dirk, o al post di duncan. Quando alle strette questi quì sapevi cosa avrebbero fatto. Lebron invece è da sempre non dico un improvvisatore, ma ci andiamo vicini.

    Poi per carità, 5 game winner nei playoffs come Lebron, non li ha messi bird, non li ha messi jordan, né kobe o Dirk o Duncan. Ma a livello di sensazione lebron nei finali, pur avendo ottimi risultati, deve ogni volta inventarsi la giocata estemporanea.