Heat, Bulls e Celtics alla caccia di Cousins!

Non dite che non ve l’ho detto ad inizio stagione che i Sacramento Kings era la squadra da seguire perché nel bene e nel male avrebbero regalato spettacolo, la franchigia della California è finita nuovamente nei guai per le vicissitudini di Rajon Rondo* (29 anni) e i rumors su DeMarcus Cousins (25 anni) sono tornati alla carica.

Il campo ci dice che l’ex Kentucky non sta giocando bene, le statistiche recitano 25.2 punti e 10.6 rimbalzi ma dal campo DMC sta tirano malissimo; ad inizio mese i Kings hanno perso 3 partite consecutive con lui reo del 24% dal campo, quest’anno sta tirando col 42%, il minimo in carriera e questo il giocatore lo sa e se ne assume le responsabilità e i dubbi sulla sua permanenza con i viola è sempre un’incognita.

Michael Scotto di “Sheridan Hoops” ha riportato che i Kings non hanno intenzione di mettere sul mercato a loro stella ma allo stesso tempo stanno ascoltando le varie proposte dalle squadre interessate quali i Boston Celtics, i Miami Heat e i Chicago Bulls, ipotizzando i seguenti scenari:
Boston: Future scelte e ne hanno tante e importanti
Miami: Hassan Whiteside, Justise Winslow e giocatori per lo spazio salariale come Deng o Andersen
Chicago: Non ha molto da offrire, il trio Gasol-Gibson-Noah non è gradito ma magari il duo Portis-Mirotic potrebbe

CASO RONDO*

Il caso Rondo sta tenendo banco in questi giorni, per quelli che si sono persi gli episodi qui un breve recap con tanto di date:
• 3/12: NBA Global Game in Mexico tra i Sacramento Kings e i Boston Celtics
• 11/12: Viene comunicata la squalifca ai danni di Rondo per turpiloquio nei confronti dell’arbitro Bill Kennedy
• 14/12: Coming-Out dell’arbitro Bill Kennedy che rivela la motivazione della squalifica di Rondo, insulti a sfondo sessista
• 15/12: Rondo sconta la squalifica nel match contro gli Houston Rockets

Per ora sembra che la storia sia finita così…per ora

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B