Warriors e Thompson devastanti, bene Bulls

Indiana Pacers – Dallas Mavericks 107-81
IND: George 17, Mahinmi 5 (10 rimb), Ellis 19, G.Hill 11, Miles 20, Stuckey 12
DAL: Nowitzki 13, Pachulia 5 (14 rimb), Felton 16

Indiana esce nel secondo tempo e schianta i Dallas Mavericks con Monta Ellis scatenato nel 3° quarto; squadre che vanno al riposo lungo sul 45-47 poi ne uscirà soltanto una, Ellis realizza 13 dei suoi 19 nel 3° quarto e nel 2° tempo Indiana limiterà Dallas a 34 punti totali (17 per quarto) realizzandone ben 62!

Orlando Magic – Charlotte Hornets 113-98
ORL: Harri 13, Frye 17, Vucevic 14, Fournier 15, Payton 12, Oladipo 11, Smith 10
CHA: Hairston 14, Zeller 11, Walker 12, Lamb 16

Channing Frye si ricorda di essere un tiratore e con le sue triple ha trascinato i Magic al successo casalingo contro Charlotte: Frye realizza 4 delle sue 5 triple nel primo tempo portando Orlando al riposo sul +13 (58-45), 5’ dopo l’inizio del 3° quarto il match sarà in cassaforte sul 70-52.

Brooklyn Nets – Miami Heat 98-104
BKN: Lopez 25, Jack 22, Ellington 12, Bargnani 10
MIA: Whiteside 20 (13 rimb), Wade 228, Dragic 16, Winslow 11, Green 13

Italian Job: Bargnani 10 pt (5/11, 0/1 tl), 5 rimb (2 off) in 21’

Miami sbanca il Barclays Center di Brooklyn con un ottima prova del solito Dwyane Wade per la 3^ vittoria consecutiva; D-Wade realizza 10 dei suoi 28 punti nel 4° periodo compreso il decisivo floater per il +4 Heat (98-103) a 43” dalla conclusione.

Detroit Pistons – Boston Celtics 119-116
DET: Morris 11, Ilyasova 11, Drummond 16 (12 rimb), Caldwell-Pope 31, Jackson 23
BOS: Johnson 11, Sullinger 17 (10 rimb), Thomas 38, Zeller 12

Career-High da 31 punti per Kentavious Caldwell-Pope e vittoria in volata per i Pistons contro i Celtics; a 19” dalla sirena finale Evan Turner segna col fallo portando a casa un gioco da 3 punti per il -1 Boston (114-113), Caldwell-Pope risponderà con 4 liberi consecutivi per il +5 (118-1139 a 8” ma Thomas non molla! Tripla del -2, Reggie Jackson va in lunetta con 1” sul cronometro fa 1/2 ma Boston non ha più Time-Out e la preghiera di Sullinger non verrà accolta.

New York Knicks – Minnesota Timberwolves 107-102
NYK: Anthony 20 (15 rimb), Prozingis 11, Afflalo 29, Galloway 12, Thomas 14
MIN: Dieng 14 (10 rimb), Towns 25 (10 rimb), Rubio 9 (10 rimb, 12 ass), LaVine 19

PorzingisCarmelo Anthony sfiora la tripla-doppia (10+15+9), Kristaps Porzingis rifila 7 stoppate e NY supera Minnesota; Knicks che costruiscono il loro vantaggio arrivando fino al +12 (92-80) a metà del 4° periodo, poi da 3’51” fino ala sirena finale i giocatori di Fisher segneranno solo dalla lunetta con un 13/14 assicurandosi la vittoria.

Atlanta Hawks – Philadelphia 76ers 127-106
ATL: Millsap 21, Horford 17, Tague 18, Splitter 10, Schroder 17
PHI: Covington 10, Okafor 19, Canaan 24, Holmes 12, Wroten 12

Nessun problema per Atlanta contro Philadelphia, match che dura giusto 2 quarti e mezzo con i falchi che prima vanno all’intervallo sul +11 e poi volando sul +27 (102-75).

Chicago Bulls – Memphis Grizzlies 98-85
CHI: Gasol 10 (14 rimb), Butler 24, Rose 19, McDermott 17
MEM: J.Green 11, Lee 18, Randolph 10 (11 rimb), J.Green 11

RoseDerrick Rose e Jimmy Butler tornano a fare la differenza e Chicago batte in casa Memphis; è proprio il duo che scava il solco nel 3° periodo con un break di 15-2 per il +9 (67-58), vantaggio poi difeso ed incrementato durante il resto della partita.

Oklahoma City Thunder – Portland Trail Blazers 106-90
OKC: Durant 24, Ibaka 13, Adams 11 (11 rimb), Westbrook 13, Waiters 18, Kanter 12 (13 rimb)
POR: Plumlee 14 (10 rimb), MCollum 24, Lillard 20

Kevin Durant e i Thunder si preparano a LeBron james dominando i Portland Trail Blazers con il #35 superbo nel 3° periodo; OKC va all’intervallo lungo avanti 52-45, Durant realizzerà 15 dei suoi 24 punti nel 3° spingendo i suoi sul +21 (88-67)

San Antonio Spurs – Washington Wizards 114-95
SAS: Leonard 27, Aldridge 14, West 9 (10 rimb), Parker 10 (10 ass), Mills 11, Ginobili 11
WAS: Gortat 20 (10 rimb), Wall 20 (11 ass), Sessions 10, Oubre 18

Continua la mattanza dei San Antonio Spurs che demoliscono pure Washington e registrano al 27esima vittoria consecutiva in casa; i Wizards stanno in partita nei primi 24’ chiudendo il 1° tempo sotto solo 55-52, poi San Antonio come da prassi cambia marcia giocando un 3° quarto da 31-19 con 11 punti di Kawhi Leonard e forzando gli avversari al 30% dal campo, 86-71 e partita in ghiaccio.

Utah Jazz – New Orleans Pelicans 94-104
UTA: Hayward 20, Favors 22, Burke 12
NOP: Davis 17 (13 rimb), Gordon 19, Evans 11, Holiday 15, Anderson 24

Bella vittoria in dei New Orleans Pelicans a Utah con un super 4° periodo; punteggio sull’87-87 a 7’45” dalla fine quando New Orleans mette la freccia piazzando un break di 9-2 per il +7 (89-96) a 3’50”, sarà poi un gioco da 3 punti firmato da Jrue Holiday a chiudere le danze sul 91-99.

Golden State Warriors – Phoenix Suns 128-103
GSW: Rush 11, Green 16 (11 rimb, 10 ass), Bogut (12 rimb), Thompson 43, Curry 25, Speights 11
PHX: Knight 17, Warren 19, Teletovic 24

CurryPazzesca prestazione dei Golden State Warriors che tornano a vincere spazzando via Phoenix con tripla-doppia di Draymond Green (16+11+10), 43 punti di Klay Thompson di cui 27 realizzati nel terrificante 3° quarto da 46-19…e il dato più inquietante è che dopo 3 quarti Phoenix aveva realizzato 65 punti, gli “Splash Brothers” insieme 68!!!!

Los Angeles Clippers – Milwaukee Bucks 103-90
LAC: Griffin 15, Redick 19, Paul 21, Smith 13
MIL: Middleton 15, Parker 14, Carter-Williams 17, Mayo 17, Henson 10, Antetokounmpo 9 811 rimb)

I Clippers sono tornati in palla e trascinati da Chris Paul hanno battuto anche Milwaukee; L.A che trova la fuga a cavallo tra il 3° e 4° periodo, sul +6 (70-64) a 1’28” dalla sirena del 3° ecco il parziale di 10-2 per il +14 (80-66), Milwaukee arriverà anche sul 7 ma senza mai preoccupare i padroni di casa

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B