Durant difende gli isolamenti dei Thunder

Esordire come coach in NBA e trovarsi realtà come Chicago e Oklahoma City non deve esser facile soprattutto quando ti trovi squadre legate ancora al passato, coach Fred Hoiberg allena con il fantasma di Tom Thibodeau che continua ad aggirarsi nello spogliatoio mentre coach Billy Donovan deve avere a che fare la croce/delizia di OKC, la “Premiata Ditta“.

Inutile girarci troppo attorno, i Thunder vivono e muoio sulle spalle di Kevin Durant (27 anni) e Russell Westbrook (26 anni), quando i due sono on-fire non c’è avversario che tenga, di conseguenza OKC campa sulle loro giocate in isolamento cosa che già ai tempi di coach Scott Brooks era nota e che coach Donovan pare non voglia toccare o meglio non possa metterci mano.
Vivere di isolamenti ha i suoi pro ma anche i suoi contro se i singoli sono in serata storta, KD ha voluto rispondere così alle critiche di chi sostiene che questo sistema di gioco non li porterà lontano:

Quando in squadra hai ragazzi che possono poterti punti in isolamento come me e Russ devi giocare questo tipo di pallacanestro, cosa volte fare? Continuare a far girare la palla senza essere aggressivi? Se la difesa si concentra su di me ci pensa Russ se invece ho io la palla ho intenzione di lavorare, è una questione di scegliere il proprio veleno.

Andnado a sondare i numeri, tra i giocatori con più punti oltre i 50 possessi in isolamento “Durantula” comanda la classifica con 1.138 punti realizzati per possesso, i Golden State Warriors ne realizzano 1.133 per possesso!

La domanda è la stessa da anni quando si parla dei Thunder, possono arrivare fino in fondo così? Ma soprattutto, coach Donovan metterà prima o poi mano a questa situazione?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    Se vincono avranno ragione loro. Ma è anche abbastanza ovvio che questo modo di giocare possa attirare antipatie, poi non ci si stupisca se c’è chi preferisce gli spurs o i warriors che hanno un gioco ben piu’ corale.

  • lorenzo tonelli

    Contenti loro..ne riparliamo poi quando a giugno usciranno con spurs o gst

  • Michael Philips

    Gli heat hanno vinto così. Palla a lebron e pedalare, con wade e bosh a produrre anche meno rispetto a westbrook e ibaka.

    Io continuo a ripetere una cosa: con quel roster, quale alternativa hanno i thunder? Far girare la palla è molto cool, ma ti serve la gente in grado di farlo. Credo che sia durant che westbrook sarebbero più che felici di essere innescati invece che creare sempre e solo dall’isolamento. Ma chi può svolgere questo ruolo? Roberson, Ibaka, Waiters?

    Come mai i tuoi celtics non giocano con molti isolamenti? Sarà perché non c’è uno solo(tolto thomas)in grado di sostenere una stagione, gara dopo gara giocando in isolamento? Oklahoma ha un solo modo, ed è quello lì. Se va bene, bene, altrimenti sanno che non c’erano soluzioni alternative.

  • michele

    beh gli heat avevano anche una gran difesa e lebron sa coinvolgere e migliorare i compagni piu’ di quanto sappia fare durant. quello che mi chiedo è allora perchè abbiano cacciato brooks..dicevano che era un limite dei thunder il suo non-gioco, ma anche con donovan fanno lo stesso…..tanto valeva tenere brooks, l’anno scorso hanno fallito solo per gli infortuni…..cmq se sono contenti loro, contenti tutti…facevno un discorso di “estetica”, alcuni come te dicono che altri sono overhyped ma forse lo sono anche perchè praticano un gioco piu’ divertente e stimolante del festival dell’isolamento.

  • Giasone

    contento lui…persino il più grande di sempre la passava, e non solo in momenti casuali, ma anche per portarsi a casa un anello.

  • Michael Philips

    ma guarda io penso che tanto valeva tenere brooks, e si sapeva pure. Ciò che non fa durant, a livello di playmaking, lo fa westbrook(9.4 ast a sera), e poi comunque pure kd non è più quello di 3-4 anni fa. La passa che è un piacere.

    Come dici, il problema è la difesa, e se è vero che anche in questo kd e westbrook sono migliorati, manca un sistema difensivo adeguato. Ciò nonostante credo siano gli unici a poter compensare questa carenza.

    Un thibo sarebbe interessante in panca, ma poi un westbrook che si sente abbaiare gli ordini ogni 2 secondi, chi lo sa come reagirebbe…