Houston che sorpresa, colpo Chicago!

Miami Heat – New Orleans Pelicans 94-88 OT
MIA: Bosh 30 (10 rimb), Whiteside 8 (17 rimb), Wade 19
NOP: Davis 29 (15 rimb), Gordon 16, Anderson 18

WadeIl primo match dell’NBA Christmas Day 2015 se lo aggiudicano i Miami Heat rimanendo imbattuti a Natale (6-0) dopo un tempo supplementare (il 1° della loro stagione) grazie al duo Bosh-Wade, vana la super Doppia-Doppia di Anthony Davis (29+15) ; Miami parte bene chiudendo il 1° quarto sul 27-15 ma non hanno fatto i conti con Davis, il #23 realizza 10 punti nel 2° quarto, 20 nel primo tempo con 10 rimbalzi tenendo i Pelicans a contatto dopo i primi 24’ sul 42-38.
Miami riallunga nella ripresa (+13 ad inizio 4°) ma New Orleans non demorde e a 36” dalla fine il tabellone recita 78-78 dopo un comodo layup di Gordon. Miami sul capovolgimento va da Bosh allo scadere dei 24” ma il #1 non arriva neanche al ferro col suo fade-away lasciando così 13” agli ospiti, si va da Anthony Davis che forza un long-two scheggiando il ferro, overtime!
Nell’extra-time Miami gira la partita a suo favore prima con la bomba di Deng per il +3 (83-80) e poi col fade-away di Wade a 96” per il +5 Miami (87-82) seguito poi dall’assist sempre del #3 per Bosh che completa il gioco da 3 punti per il +8 (90-82), New Orleans stavolta non recupererà malgrado il gioco da 4 punti di Eric Gordon per il 92-88 a 31”.

Oklahoma City Thunder – Chicago Bulls 96-105
OKC: Durant 26, Westbrook 26, Kanter 14 (13 rimb)
CHI: Gibson 13 (10 rimb), Gasol 21 (13 rimb), Butler 23, Rose 19

RoseDopo 3 sconfitte consecutive i Chicago Bulls tornano al successo e lo fanno niente meno alla Chesapeake Arena di Oklahoma City asfaltando i Thunder con un’ottima prestazione corale; grande battaglia nel primo tempo con le squadre che vanno negli spogliatoi con gli ospiti avanti solo 52-54 dopo esser stati subito sul +12 (7-19), dagli spogliatoi però rientrerà sol Chicago che nei primi 2’30” del 3° quarto piazza un 8-0 con 6 punti di Derrick Rose per il +10 (52-62), OKC subisce il colpo, l’attacco va nel pallone e Chicago vola sul +18 (68-86) dopo un canestro di Bobby Portis proprio all’ultimo secondo della frazione.
Il parziale del 3° quarto reciterà 16-32 Bulls con i padroni di casa rei di 5 perse e 5/21 dal campo contro il 57,7% degli avversari!
Durant & Westbrook ci provano nell’ultimo quarto e con l’aiuto dei Bulls da -18 arrivano sul -6 (93-99) con KD che manca la bomba del potenziale -3 a 3’ dalla sirena finale, errore punito da Butler che sul capovolgimento conquisterà fallo per il nuovo +8 che di fatto farà calare il sipario.

Golden State Warriors – Cleveland Cavaliers 89-83

Houston Rockets – San Antonio Spurs 88-84
HOU: Howard 11 (12 rimb), Harden 20, Jones 14, Terry 12
SAS: Leonard 20, Aldridge 18, Duncan 13 (11 rimb), Diaw 10

786_1676977_796142
James Harden tira 7/21 dal campo ma trascina lo stesso i Rockets alla vittoria fermando a 7 la striscia di vittorie consecutive dei San Antonio Spurs; a 4’54” dalla conclusione Houston guida sul +7 (78-71), il “Barba” decide che è il suo momento e realizza 8 punti consecutivi con 2 triple i rapida sequenza per il +9 Houston (86-77) a 3’13”.

Spurs che comunque negli ultimi 82” hanno diverse chance di rimontare il -4 (88-84) ma stavolta Kawhi Leonard non sarà preciso (0/3) con Houston nel pallone.

Los Angeles Lakers – Los Angeles Clippers 84-94
LAL: Bryant 12, Clarkson 11, Randle 11, Russell 16
LAC: Griffin 14 (12 rimb), Jordan 9 (14 rimb), Redick 14, Paul 23, Crawford 13

CP3Il derby di Los Angeles dura giusto 3 quarti prima che le due squadre mandino in campo le seconde linee nell’ultima frazione di garbage-time; 85-57 il punteggio alla sirena del 3° quarto in favore dei rosso-blu, i Lakers provano la super rimonta e a 2’43” c’è anche un briciolio di speranza sul -8 (84-92) e palla in mano, i giallo-viola bruceranno 3 conclusioni in 59” e Chris Paul chiuderà i giochi.
Per Kobe Bryant 12 punti con 4/10 dal campo per un totale in carriera di 495 punti nel giorno di Natale.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B