Atlanta che rimonta, riscatto LeBron!

New York Knicks – Detroit Pistons 108-96
NYK: Anthony 24, Porzingis 10, Lopez 11, Calderon 15, O’Quinn 12, Williams 18
DET: Ilyasova 19, Morris 17, Drummond 13, Jackson 17

WilliamsCarmelo Anthony gioca una signora partita (25+6+6) e guida i Knicks al successo contro i Detroit Pistons; partita equilibrata fino a 10’39 dalla conclusione del match, sul +4 (80-76) New York trova il break di 25-11 per volare sul +18 (105-87) a 102” dalla fine il tutto con un Derrick Williams scatenato da realizzare tutti i suoi 16 punti nell’ultimo quarto su 29 di squadra!

Houston Rockets – Atlanta Hawks 115-121
HOU: Ariza 10, Capela 17 (10 rimb), Howard 30 (16 rimb), Harden 26 (10 rimb), Lawson 14
ATL: Bazemore 26, Millsap 22 (13 rimb), Horford 30 (14 rimb), Teague 22

MillsapAtlanta parte male, rimonta e batte Houston a domicilio tornando subito alla vittoria dopo il K.O di Indiana con Al Horford padron del parquet (30+14); padroni di casa che chiudono il 1° quarto avanti 41-25 per poi toccare pre il +19 (47-28) ad inizio 2° periodo, sembra fatta ma Atlanta non molla e a 93” dalla sirena finale Houston è ancora avanti ma 115-112 dopo un personale break di Dwight Howard di 5-0.
La riposta dei falchi è affidata a Bazemore, sua la tripla del pareggio che da il via al parziale di 9-0 Hawks per la vittoria finale, decisive due stoppate consecutive nell’arco di 2” di Paul Millsap ai danni di Ariza e Howard a 13” dalla fine con Houston sul -2!

Memphis Grizzlies – Miami Heat 99-90 OT
MEM: J.Green 16, Randolph 17, Gasol 23, Conley 16, Chalmers 12
MIA: Bosh 22, Whitesode 5 (11 rimb), Wade 19, Dragic 16, Johnson 13

GreenMarc Gasol esce nell’overtime e trascina i Grizzlies contro Miami che ha avuto la palla della vittoria nei regolamentari; a 2’’57” dalla fine Whiteside realizza il gancio del pareggio a quota 83-83 chiudendo un break di 9-0 Heat, da quel momento nessuna delle due segnerà più con Chris Bosh che fallirà il buzzer-betaer finale.
Nell’extra-time non c’è partita, Memphis parte subito con un 6-0 per poi dominare 16-7, Gasol realizzerà 7 punti.

Oklahoma City Thunder – Milwaukee Bucks 131-123
OKC: Durant 26, Ibaka 11, Westbrook 27, Payne 16, Kanter 23, Morrow 10
MIL: Antetokounmpo 27 (10 rimb), Monroe 4 (10 rimb), Midddleton 36, Carter-Williams 19, Mayo 14

Partita delle non difese ad Oklahoma City con i Thunder che battono i Bucks sulle spalle della “Premiata Ditta” Durant-Westbrook; il match viene rotto prima sda due triple consecutive di Anthony Morrow per il +9 (100-91) ad inizio 4° e poi ecco Enes Kanter, realizza 13 dei suoi 23 punti nell’ultimo quarto di cui 10 consecutivi sempre per il +9 OKC (119-110) a 3’29” dalla conclusione,

Denver Nuggets – Cleveland Cavaliers 87-93
DEN: Lauvergne 14, Harris 12, arton 29, Jokic 10
CLE: James 34, Love 8 (14 rimb), Smith 11, Shumpert 16

Italian Job: Gallinari DNP

JamesLeBron James si rifà dopo la brutta prestazione di Phoenix chiudendo a referto con 34 punti e battendo i Dnever Nuggets, il tutto senza Kyrie Irving (riposo); Cleveland chiude i primi 24’ avanti di 11 (42-53) grazie al buzzer-beater dell’ottimo Iman Shumpert e ai 15 di LBJ, partita poi gestita dagli ospiti che terranno a bada i tentativi di rimonta di Denver.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Complimenti e auguri Lebron, hai vinto il premi di peggior tiratore della lega da fuori il pitturato.
    Altro dato che mostra quanto sia diventato “fermabile” rispetto al passato, è il numero di stoppate subite fino a qui: 33 blk prese in 28 gare, mentre già l’anno scorso ne subì solo 48 ma in 69 gare, nel 2014 51 in 77 gare.
    Durant invece sta diventando davvero unstoppable, solo 9 blk prese in 28 gare. Quì è il suo stile e l’altezza a renderlo immarcabile.
    Giocare dentro o fuori dal pitturato fa la differenza: Cousins 44 blk prese in sole 23 gare, mentre Curry 14 subite in 30 partite.

  • Loco Dice

    Domanda. Ma non è che il numero di stoppate prese dipende anche dal fatto da te spesso sottolineato dei pochi fischi ricevuti?
    Mi spiego…Immagino che le stoppate arrivino mentre attacca il ferro, ma se mentre si butta dentro riceve botte e quant’altro senza ottenere il fallo a quel punto è più facile bloccargli il tiro.

    Anche se alla fine penso che il vero motivo sia la “vecchiaia”che avanza con conseguente diminuzione di velocità e potenza

  • mad-mel

    Potrebbero essere segnali di un declino visibile. Alla fine il minutaggio e inumero di partite comincia essere parecchio sostanzioso.

  • Michael Philips

    Le stoppate in più sono anche causate da quello che hai scritto e che io ripeto dall’anno scorso. Lebron va molto al ferro, ma ormai i difensori possono picchiare molto senza essere puniti. Questo sporca un bel pò le sue % al tiro e aiuta a subire più blk.

    Ma a questo, che mi pare un dato evidente per chi ha visto i cavs negli ultimi 2 anni, va aggiunta tutta una serie di errori che james fa di continuo. Gli capita di sbagliare appoggi facili, di essere un pò prevedibile nel momento in cui ferma il palleggio nel pitturato e prova a fintare, se poi contiuamo quante gare ha giocato a bassissima intensità, allora ecco che si arriva a questo.

    Se lui si decidesse a tirare più dalla media, a farsi pescare in fase dinamica dai compagni, e a giocare in post basso, allora tutto tornerebbe a posto. Per qualche motivo, non gioca più come negli heat, dove alternava low post, jumper dalla media e incursioni in modo bilanciato.

  • Michael Philips

    il minutaggio lo deve usare in modo più furbo. Non può correre da un lato all’altro come 10 anni fa, non esiste.
    Questo ha sul groppone 100 gare in più rispetto a tutti gli altri giocatori nba, gare tutte giocate ad alto livello, 5 finali nba consecutive, quindi non può spendere energie portando palla, ma l’ideale sarebbe guardare qualche cassetta di mj nel secondo three-peat e vedere com’era bravo a rimanere in campo 40 min senza spaccarsi il culo. Avere pippen che svolgeva un ruolo unico nella storia di “leonard playmaker” insomma, aiutava non poco.

    Ma è colpa di lebron se è tornato a giocare troppo “free”.

  • mad-mel

    E’ free perchè non ha un allenatore “importante” che possa imporsi su di lui…probabilmente tra gli all-time sarà l’unico a non avere avuto un allenatore top.
    Cmq a livello di minutaggio per dare una dimensione , ha già sorpassato mj ai po per minuti giocati e in regular season ormai lo ha preso.
    E ha appena 31 anni

  • Loco Dice

    Ma alla luce di tutto questo, il tanto decantato coinvolgimento di Love come violino 1°b come procede?
    Io non ho visto molte partite dei Cavs, ma a livello statistico sembra ancora poco coinvolto. Considerando che fino a ieri non c’era nemmeno Irving…

  • mad-mel

    Con Lebron sei destinato a fare quella fine. Tutti i giocatori diventano dei comprimari e dipendenti dal suo gioco.

  • Shady

    Love adesso sta giocando di merda lui stesso, non per come gioca per lebron.
    In attacco si nasconde 8 volte su 10 e sta sbagliando una caterva di tiri pure facili, in difesa è leggermente migliorato ma per il resto adesso sembra quasi scarso, urge un miglioramento notevole e migliorato

  • gasp

    Concordo, LeBron per il suo gioco assorbe e prosciuga i compagni, anche senza rendersene conto; ed i compagni diventano “sudditi” che vivono di luce riflessa , nel bene e nel male, al di là della loro storia o del peso specifico del loro nome.
    Se sei un giocatore di Cleveland sai, più o meno consciamente, di andare dove ti porta LeBron, perché sei abituato, forse anche costretto, a pensare e muoverti alle sue dipendenze.
    Sinceramente non ho mai visto un giocatore che abbia un impatto così forte in una squadra sia sul gioco e nei compagni

  • In Your Weis

    I palloni quando si gioca sono uno solo, ed i minuti rimangono 48. Ripeti questa storia da mesi, e non hai mezza prova a sostegno di quello che dici

    Da che mondo è mondo se metti nella stessa squadra tre giocatori da 20-25 punti a partita, la somma dei loro punti non sarà mai come se giocassero in squadre diverse, lo sanno pure i sassi. Ci sta una sfilza di esempi che neanche servirebbe citarli, Garnett ed Allen 2007 Vs 2008, Rice prime e dopo i Lakers, ed un altro migliaio dopo di loro. E di certo non ti sei mai sognato di dire che Pierce, Kobe o Shaq rendevano questi poveri Cristi “comprimari”. Si chiama semplicemente basket

    Irving lo scorso anno ha avuto forse la sua migliore annata, il pallone rimane uno, e LeBron stesso non ha più avvicinato le medie di inizio carriera quando giocava solo. Il problema di Love è che è un cacasotto, ed un perdente, ed invece di giovarsi della presenza di gente forte, si castra da solo

    Bosh, che è Bosh e quindi uno da far passare la pazienza ad un santo, ha si calato le sue medie punti e rimbalzi agli Heat, ma finchè erano i Big 3, ha saputo migliorare le sue percentuali di tiro, rendendosi efficiente. Idem Wade, che arrivò a tirare col 54%

    Se ci sta chimica e gente con le palle, tiri meno, segni meno, ma il fatto che le difese non possano più più concentrarsi su di te apre spazi per tutti. Irving lo ha capito, Love preferisce lamentarsi

    E questo al netto degli errori di Blatt nella sua gestione, e tutto il resto che non dipende da Kevin

  • Shady

    a me lebron non sembra che abbia avuto un calo fisico, sinceramente lo vedo ancora dinamico potente e veloce, anche sul primo passo (certo non come a 25 anni ma neanche troppo invecchiato rispetto agli ultimi 2-3). quello dove invece mi sembra peggiorato sono semplicemente le scelte di gioco, dove in teoria dovresti migliorare acquisendo maturità con l’avanzare dell’età. qui sto notando un’involuzione

  • mad-mel

    Sarebbe tutto bello il tuo discorso, soprattutto che il pallone è uno solo,peccato che l’unico giocatore a non ridurre di una cippa le proprie stat o rivoluzionare il proprio gioco , il numero di possessi, tiri,ecc…è stato proprio Lebron.
    Garnett Allen Pierce si sono adattati a vicenda democraticamente.
    Wade e Boah si sono adatti a Lebron, Love mi sembra che stia facendo lo stesso…eccetera.

  • gasp

    Ahahahah esempi puramente casuali gli ultimi due…

  • In Your Weis

    Circa 3 tiri di media in meno in maglia Heat, mai oltre i 27 a partita quando ai Cavs viaggiava intorno ai 30, senza parlare delle % di tiro

    Quando democraticamente Wade e LeBron si prendevano lo stesso numero di tiri (2011) persero, quando il comando l’ha preso James 2 titoli di fila. Stop, il discorso finisce qui

    E’ un po’ come dire che Pippen si è adattato a Jordan…se c’è un giocatore superiore, palla in mano ce l’ha lui, si chiama basket

    La prossima volta meglio controllare le stats prima di scrivere

  • trizio81

    LeBron stanotte in forma smagliante nonostante le 4 partite in 5 giorni,sarà che ha messo subito un paio di tiri da fuori e da lì ha preso fiducia…Denver tutta LeBroniana nella notte,mamma quanti tifosi

  • mad-mel

    Ho controllato prima di scrivere e ovviamente te hai preso la stagione 2005/6 la più anamola perchè ti faceva comodo.
    Fai un bel scarto quadrativo medio e vediamo cosa esce…
    Poi da allen pierce e garnett passi a Jordan con Pippen…fai esempi senza senso per portare avanti la tua tesi.
    Cmq non ho voglia di discutere.

  • trizio81

    amen!stanotte ha cazzeggiato come spesso fa contro squadre di basso livello ma ha mostrato una condizione fisica,una elevazione una esplosività al ferro invidiabili;ho visto una immagine dove schiaccia e la testa arriva ancora al ferro,son rimasto impressionato

  • Michael Philips

    l’esplosività per uno che sta in campo da 13 anni e si porta appresso 115kg, è sempre assurda, e dubito che a 35 anni si trasformerà in zach randolph in quanto a moobilità. Il problema è lui. Lui che non capisce quanto dosare le energie. Che dovrebbe giocare più vicino al ferro, senza rimanere 14 secondi su 24 a palleggiare, ed è proprio dal palleggio che noti la difficoltà nel bruciare l’uomo. Da fermo ancora riesce, dal palleggio fatica perché incasina. Io ricordo lo stesso james tra 2008 e 2010 che bruciava chiunque in velocità, dai play ai paruolo.Non è più così e mai tornerà quel lbj.

    Si mettesse a tirare jumper da 5 metri, ritorni a giocare in post, magari senza svernare immobile di fronte al difensore come suo solito.
    Quando c’è da difenderlo da accuse infamanti sono sempre pronto, ma ad oggi, questo lebron sarebbe da prendere a schiaffi.

    Poi vedo un Leonard che gioca in attacco da dio, esattamente come dovrebbe e potrebbe fare il 23. Tira dalla media senza forzare, è già fortissimo dal post basso, dove pare jordan come movenze, da tre è una sentenza e ai liberi prevedo il 90% entro 1-2 anni. 24 anni da compiere e quinta stagione in nba e ha già fatto una mole di progressi assurda. Eppure si sogna l’atletismo, l’elevazione, la visione di gioco e il talento puro di lebron. Kawhi mi pare uno che si sta letteralmente facendo il culo sui fondamentali, ogni giorno da quando è arrivo nel 2011. Nei playoffs poi è uno dei pochi ad avere numeri nettamente superiori rispetto alla rs.

  • In Your Weis

    Non puoi discutere, perchè sai di avere torto. Buon Anno

  • mad-mel

    Buon Anno. anche a te