Curry non vuole sapere di riposarsi!

La situazione di Stephen Curry (27 anni) non fare stare sereni i tifosi dei Golden State Warriors, dal match di Natale contro Cleveland l’MVP in carica soffre di un infortunio alla gamba sinistra, infortunio che è emerso il 28 dicembre contro Sacramento allo stinco sinistro, i Warriors lo hanno messo a riposare 2 partite pensando che bastassero a curare la loro stella…ma il problema si è ripresentato!

Sia nei match vinti contro Denver, Charlotte e la scorsa notte a Los Angeles contro i Lakers Curry è sceso in campo concludendo anzi tempo la partita per il solito fastidio, i fans si chiedono perché Golden State, visto il record (33-2), non metta a riposo la sua stella e la risposta è arrivata proprio dal figlio di Dell; dopo l’infortunio del 28 il trainer riferì a Curry che per guarire al 110% avrebbe dovuto stare femro almeno 4 settimane:

Mi disse che per recuperare a pieno servivano 4 settimane, gli dissi che non ho intenzione di stare fuori quattro settimane, così appena ho capito come proteggerlo mentre gioco sono andato avanti a giocare.

Dopo il match contro i Lakers, dove un contatto con Roy Hibbert (29 anni) lo ha costretto a salutare la partita, Curry ha commentato così ai microfoni di Ethan Sherwood Strauss della ESPN:

È un problema fastidioso ma niente che possa crearmi problemi sul lungo termine, devo solo giocare sopra il dolore per un po’ di tempo.

La forza di volontà di Curry è ammirevole però l’obiettivo dei Warriors non è quello di raggiungere i Playoffs dove ogni partita conta e quindi serve sempre il contributo dell’ex Davidson, la situazione è la migliore della Lega per i Warriors e visto il momento pressoché inutile della stagione quale il mese di gennaio, mettere Steph a riposo sarebbe convenevole ad entrambe le parti

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B