Atlanta doma Chicago, Curry batte i Kings

Los Angeles Clippers – Charlotte Hornets 97-83
LAC: Jordan 11 (19 rimb), Redick 17, Paul 25, Crawford 19
CHA: Zeller 6 (13 rimb), Lin 26, Walker 11, Lamb 18 (13 rimb)

Faticano ma alla fine i Los Angeles Clippers portano a casa l’8° referto rosa consecutivo piegando i Charlotte Hornets; dopo aver chiuso sotto 43-46 il primo tempo i Clips piazzano un break di 15-3 nei primi 6’ della ripresa portandosi sul +9 (58-49) senza più girarsi indietro. Gli Hornets arriveranno massimo fino al -6 per poi sprofondare sul-17 (97-80).

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 120-105
ATL: Millsap 18, Horford 33 (10 rimb), Korver 13, Teague 12, Schroder 13, Scott 14
CHI: Mirotic 24 (10 rimb), Gibson 10, Gasol 10, Butler 27, Rose 17

786_1687450_688306Gli Atlanta Hawks fermano la striscia dei Chicago Bulls mai in partita alla Philips Arena; pronti via Al Horford è incontenibile (33+10+6+4 stoppate)e dopo i primi 12’ Hawks già sul 30-19, nel 2° quarto Butler prova a sbloccarsi ma i falchi toccano il massimo vantaggio sul +18 (44-26) dopo una bomba di Jeff Teague. Chicago però non si da per vinta, rimonta e arriva sul -3 verso la fine del 3° quarto (81-84).
Il match gira proprio a cavallo del 3° e 4° periodo, break di 18-24per Atlanta per il +17 (102-85) dopo 3” dell’ultima frazione, stavolta i Bulls non rimonteranno.

Orlando Magic – Washington Wizards 95-105
ORL: Harris 11, Frye 12, Vucevic 23, Fournier 11, Oladipo 17, Gordon 10 (10 rimb)
WAS: Porter 16, Dudley 16, Gortat 12 (10 rimb), Temple 11, Wall 24 (10 ass), Neal 16

Tornano a vincere i Wizards col solito Jon Wall (24+10) stavolta aiutato dal trio Porter-Dudley-Neal; partita sostanzialmente decisa dal break di 6-0 con tanto di buzzer-beater di Gary Neal sulla sirena del 2° quarto per il +11 capitolino (49-60), gli ospiti toccheranno anche il +17 (57-74) nella ripresa.

Detroit Pistons – Brooklyn Nets 103-89
DET: Ilyasova 19 (13 rimb), Drummond 23 (11 rimb), Jackson 23, Tolliver 10
BKN: Johnson 14, Young 12, Lopez 19, Sloan 15 (10 ass)

Italian Job: Bargnani 2 pt (1/4), 1 rimb in 5’

Andre Drummond e Reggie Jackson trascinano i Pistons al comodo successo contro Brooklyn; padroni di casa che dominano il primo tempo toccando anche il +14, i Nets si fanno sotto nella ripresa arrivando fino al -6 (72-66) alla fine del 3° ma Detroit aprirà l’ultimo quarto con un parziale di 9-2 richiudendo la pratica sull’81-68.

Philadelphia 76ers – Toronto Raptors 95-108
PHI: Okafor 19, Smith 28, Landry 11
TOR: Valanciunas 17, DeRozan 19, Lowry 25, Ross 16, Patterson 11

Continua l’ottimo momento dei Raptors che vincono a che a Philadelphia col solito duo DeRozan-Lowry sugli scudi; Sixers che stanno in partita tanto che sono sotto soli 73-77 ad inizio dell’ultimo quarto, i canadesi però vogliono riscappare e piazzano un break di 7-0 per il +11, stavolta Phila subirà il colpo.

Utah Jazz – Miami Heat 98-83
UTA: Hayward 34, Lyle 3 (10 rimb), Johnson 14, Neto 13, Burke 11
MIA: Bosh 24, Whiteside 10 (11 rimb), Dragic 16, Green 13

Miami Heat v Utah JazzUtah ferma Miami con un super Gordon Hayward da 34 punti mentre male per gli Heat Dwyane Wade da soli 8 punti con 3/17 dal campo; match equilibrato con gli ospiti che inseguono sul -4 (82-78) a metà dell’ultimo quarto am per 3’ abbondanti vanno in blackout senza più trovare la via del canestro, i Jazz ne approfittano mettendo 6 punti a referto per il +10 (88-78) a 4’02”, mini-break che di fatto deciderà l’incontro.

Sacramento Kings – Golden State Warriors 116-128
SAC: Gay 23, Cousins 33 (10 rimb), Collison 16, Belinelli 13, Rondo 4 (12 ass), Cauley-Stein 10
GSW: Rush 11, Green 25, Thompson 15, Curry 38 (11 ass), Iguodala 13, Barnes 10

Italian Job: Belinelli 13 pt (2/7, 3/7 da 3), 3 rimb, 1 ass in 31’

Golden State Warriors v Sacramento KingsNon basta la doppia-doppia di DeMarcus Cousins (33+10) ai Kings per fermare i Golden State Warriors del ritrovato Stephen Curry, 38 punti con 8/14 da 3 in 37’ per lui; Curry si infiamma nel 4° quarto realizzando 14 dei suoi 38 punti di cui 6 nel break di 10-3 negli ultimi 2’33” per placare la rimonta dei Kings che dal -14 erano arrivati fino al -5 (113-118) a 3’ dalla fine.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B