Gallinari ferma i Warriors, 10 per i Clips!

Charlotte Hornets – Atlanta Hawks 107-84
CHA: Zeller 19 (10 rimb), Batum 6 (10 rimb), Walker 23, Lin 19
ATL: Millsap 20

Scivolone degli Atlanta Hawks in casa dei Charlotte Hornets guidati da Kemba Walker (23 punti); padroni di casa che chiudono il primo tempo sul 45-36 e nel 3° quarto mordono la partita con Cody Zeller autore di 10 dei suoi 19 punti e Charlotte rea del 61% dal campo, 35-22 la frazione in favore degli Hornets per il +22 (80-58).

Washington Wizards – Milwaukee Bucks 106-101
WAS: Porter 10, Dudley 13, ene 12, Temple 11, Wall 19, Beal 11, Sessions 15
MIL: Antetokounmpo 19 (11 rimb), Parker 22, Monroe 21 (12 rimb), Middleton 25

Torna Bradley Beal (11 punti in 22’) e Washington vince contro Milwaukee con tutto il quintetto base in doppia-cifra; match deciso prima con un break di 12-0 ad inizio 4° per il +9 (74-83) capitolini e poi a 99” dalla fine con una bomba di Jared Dudley per il +8 (92-100) Wizards , negli ultimi 24” Beal e Wall saranno freddi dalla lunetta nel domare la rimonta dei Bucks.

Brooklyn Nets – New York Knicks 110-104
BKN: Johnson 14, Young 19 (11 rimb), Lopez 20, Ellington 10, Larkin 17, Bogdanovic 14
NYK: Porzingis 12 (10 rimb), Lopez 9 (12 rimb), Afflalo 18, Calderon 16, Williams 31

Italian Job: Bargnani 4 pt (2/5, 0/1 da 3), 1 rimb in 13’

New York Knicks v Brooklyn NetsDopo 10 sconfitte consecutive tra le mura del Barclays Center tornano a vincere i Brooklyn Nets e lo fanno dl derby contro i Knicks privi di Carmelo Anthony; a 5’ dalla conclusione NY comanda 90-92, i Nets risponderanno con un break di 10-2 con gli ultimi 4 punti realizzati da Joe Johnson per il +6 (100-94) con 1’30” sul cronometro, vantaggio poi difeso dalla lunetta negli ultimi 20” con Bogdanovic e Larkin.

Boston Celtics – Indiana Pacers 103-94
BOS: Crowder 25, Johnson 14 (18 rimb), Bradley 11, Thomas 28, Olynyk 11
IND: George 23, Mahinmi 10 (10 rimb), Ellis 12, G.Hill 13, J.Hill 10

Tornano a vincere anche i Boston Celtics superando in casa e in rimonta gli Indiana Pacers col duo Crowder-Thomas; ospiti che si trovano sul 91-94 a 2’14” dalla fine dopo un canestro di Ellis e sarà anche l’ultimo canestro della loro partita, Boston chiuderà il match con un parziale di 12-0 con decisivo il layup di Isaiah Thomas a 31” per il +5 (99-94) dopo che Paul George aveva sbagliato la tripla del possibile pareggio.

Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 107-104
HOU: Ariza 10, Howard 15 (10 rimb), Harden 27 (11 ass), Terry 10, Jones 16
MIN: Towns 12 (16 rimb), Wiggins 28, Rubio 9 (12 ass), Martin 22

James Harden dice 27+11 assist e Houston di misura batte Minnesota con tanto di rischio finale; infatti dopo lo step-back del “Barba” per il +7 (107-100) a 1’37” dalla conclusione i Rockets smettono di giocare, Minnie ci crede, arriva fino al -3 e palla in mano a 9” dalla sirena! Si incarica Zach LaVine della tripla del pareggio ma niente fondo della retina per lui.

Oklahoma City Thunder – Dallas Mavericks 108-89
OKC: Durant 29 (10 rimb), Ibaka 20 (10 rimb), Payne 10, Waiters 18
DAL: McGee 10, Barea 18, Felton 14, Mejri 17

786_1690519_646475Kevin Durant si carica sulle spalle i Thunder e li trascina alla vittoria contro Dallas (senza Nowitzki, Pachulia e Williams), Westbrook espulso dopo 14’ di partita; fortuna dei Thunder che la partita è durata solo i primi 24’, KD realizza 21 dei suoi 29 punti nel 1° tempo ed OKC va al riposo lungo sul 65-42, Dallas non rientrerà mai in partita.

Denver Nuggets – Golden State Warriors 112-110
DEN: Gallinari 28, Harris 19, Arthur 18 (11 rimb), Barton 21
GSW: Bigut 17, Curry 38, Barnes 18

Italian Job: Gallinari 28 pt (4/12, 1/2, 17/19(, 5 rimb, 1 ass, 1 rec in 38’

Golden State Warriors v Denver NuggetsColpo della notte firmato Danilo Gallinari e Denver Nuggets che rifilano la 3^ sconfitta stagionale ai Golden State Warriors (senza Green), vani i 38 punti di Steph Curry; Nuggets che entrano nell’ultimo quarto avanti 83-72, Curry si mette in proprio e realizza 20 dei suoi 38 negli ultimi 12’ e la tripla di Thompson a 3” dalla sirena vale il -1 Warriors (111-110).
Va in lunetta il Gallo che però commette 1/2 lasciando l’ultima chance agli ospiti, ci pensa Thompson ma la sua tripla non entrerà. Da sottolineare però la grande giocata difensiva di Gallinari che a 7″ dalla fine, sul +2 Nuggets, scippa la palla dal palleggio a Steph Curry lanciando il contropiede che manderà in lunetta Harris.

Portland Trail Blazers – Utah Jazz 99-85
POR: Aminu 10, McCollum 15, Lllard 21 (10 ass), Leonard 12, Crabbe 11, Henderson 12
UTA: Hayward 19, Lyles 16, Hood 19, Burke 15

Buona vittoria casalinga dei Portland Trail Blazers che battono i Jazz con 21 punti di Damian Lillard; Portland che uccide la partita con un 3° quarto da 34-25 scappando sul +15 (77-62) con una tripla di Allen Crebbe quasi sulla sirena dle 3° quarto, nel 4° toccheranno anche il +20 (89-69).

Sacramento Kings – New Orleans Pelicans 97-109
SAC: Gay 12, Cousins 32 (12 rimb), Rondo 17 (10 ass), Joufos 9 (10 rimb), Collison 10
NOP: Davis 24 (10 rimb), Asik 8 (13 rimb), Gordon 24, Holiday 6 (10 ass), Anderson 18, Cole 18

Italian Job: Belinelli 2 pt (1/4, 0/2 da 3), 1 ass in 19’

Torna Anthony Davis (24+10) e New Orleans domina a Sacramento rendendo vana la scatenata rimonta dei padroni di casa nell’ultimo 4°; match che ha avuto un solo padrone sin dalla palla a due, sulla sirena del 3° quarto il tabellone della Sleep Train Arena recita 65-90 per gli ospiti, i KIngs ci provano ma senza riuscire realmente a riaprire la partita.

Los Angeles Clippers – Miami Heat 104-90
LAC: Pierce 15, Aldrich 19, Redick 12, Paul 15 (12 ass), Crawford 15
MIA: Bosh 11 (12 rimb), Wade 16, Green 19, Whitesode 10 (11 rimb)

Grande vittoria per i Los Angeles Clippers che firmano la 10ima consecutiva e stavolta senza DeAndre Jordan; Clippers che soffrono nel primo tempo chiudendo sotto 45-52, nel 3° quarto gira la partita con gli uomini di Rivers che forzano al 33% dal campo Miami, tirano col 50% con Cole Aldrich mattatore della frazione (13 punti), da -5 a +10 (79-69) per n0n girarsi più indietro.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B