Detroit asfalta Golden State, Clippers K.O!

Charlotte Hornets – Milwaukee Bucks 92-105
CHA: Hairston 11, Williams 14, Walker 12, Kaminsky 12, Lin 15
MIL: Antetokounmpo 14 (11 rimb), Parker 15, Monroe 19 (10 rimb), Middleton 24

Milwaukee passa in rimonta a Charlotte col duo Middleton-Monroe; dopo aver chiuso sotto di 10 (29-19) il 1° quarto gli ospiti girano la partita con un 2° periodo da 19-33 per il +4 (48-53) con Middleton autore di 12 dei suoi 24 punti, da quel momento in poi Charlotte non riuscirà più a prendere le redini del match e il parziale di 12-0 Bucks a metà del 4° chiuderà la partita per il +21 (81-102).

Atlanta Hawks – Brooklyn Nets 114-86
ATL: Bazemore 15, Millsap 21, Horford 10, Teague 12, Splitter 10, Schroder 15 (10 ass)
BKN: Johnson 14, Young 18, Lopez 10, Sloan 4 (12 ass)

Italian Job: Bargnani 6 pt (3/4, 0/1 da 3), 1 ass in 10’

Tutto facile per gli Atlanta Hawks contro i Brooklyn Nets; match deciso a cavallo tra il 3° e 4° periodo, sul +9 Hawks (77-68) break di 18-1 per il +26 (95-69).

Washington Wizards – Boston Celtics 117-119
WAS: Crowder 22, Sullinger 14, Thomas 32, Smart 13, Olynyk 11
BOS: Oubre 10, Dudley 15, Gortat 18 (11 rimb), Temple 12, Wall 36 (13 ass), Neal 10

Vittoria in volata e di misura per i Boston Celtics a Washington (senza Beal) con Jae Crowder eroe nel finale; a 13” dalla conclusione Temple pareggia dalla lunetta sul 117-117, sul capovolgimento ci pensa Crowder che assistito da Smart segna il layup del vantaggio Celtics lasciando però 3” ai capitolini, Wall ci butterà dentro a tutta velocità ma non riuscirà a trovare l’appoggio del pareggio.

Detroit Pistons – Golden State Warriors 113-95
DET: Morris 16, Ilyasova 10, Drummond 14 (21 rimb), Caldwell-Pope 20, Jackson 20, Baynes 12
GSW: Thompson 24, Curry 38, Ezeli 10 (10 rimb)

Notte magica a Detroit, nel pre-partita viene ritirata la storica #3 di Ben Wallace con i Pistons che poi battono con autorità i Golden State Warriors malgrado i 38 punti di Steph Curry; padroni di casa giocano un super 2° quarto da 38-19 tirando col 65% dal campo, 12 punti di Aron Baynes ma soprattutto forzando al 30% gli avversari, all’intervallo lungo 65-49 per la franchigia di Motor City.
Golden State subisce il colpo, non rientra più in partita, Curry ne realizza 18 dei suoi 38 nel 3° chiudendo a -11 ma ad inizio 4° arriva il break di 16-2 che manda i titoli di coda per il +25 (101-76) a 7’ dalla conclusione. Male Draymond Green con appena 5 punti.

Philadelphia 76ers – Portland Trail Blazers 114-89
PHI: Okafor 25 (10 rimb), Canaan 14, Smith 16, Holmes 17, Covington 16
POR: Plumlee 12, McCollum 13, Lillard 14, Loenard 14

Philadelphia ferma il momento di Damian Lillar battendo i Trail Blazers con un super Jahlil Okafor (25+10); per la prima volta in stagione i Sixers comandano dall’inizio alla fine, prima vanno negli spogliatoi avanti 68-43 con Okafor autore di 17 punti (tutti nel 1° quarto) e poi si difendo nella ripresa sfiorando anche il +30.

Memphis Grizzlies – New York Knicks 103-95
MEM: Randolph 14, Gasol 37, Chalmers 12, J.Green 18
NYK: Afflalo 11, Porzingis 17, Galloway 11 (11 rimb), O’Quinn 15, Williams 13

Marc Gasol si carica sulle spalle i Grizzlies (37 punti) e le trascina alla vittoria contro i Knicks; NY, malgrado l’assenza di Melo, lotta ed è in scia sul -5 (84-79) a metà dell’ultimo quarto, va però in blackout per 3’ e i Grizzlies ne approfittano con un break di 10-0 chiuso con 5 punti consecutivi di Mario Chalmers per il +15 (95-79) a 3’22”

Utah Jazz – Los Angeles Lakers 109-82
UTA: Hayward 14, Lyles 17, Gobert 18 (18 rimb), Hood 14, Burke 16, Ingles 10
LAL: Williams 20, Clarkson 10, Russell 13

Agli Utah Jazz bastano i primi 24’ per archiviare la pratica Lakers con Kobe Bryant che fatica a giocare (5 punti in 14’); al riposo lungo Jazz avanti 60-36 con Rudy Gobert già in doppia-doppia da 10+12.

Los Angeles Clippers – Sacramento Kings 103-110
LAC: Aldrich 19 (10 rimb), Paul 15, Redick 22, Crawford 20
SAC: Gay 18, Cousins 19 (13 rimb), McLemore 15, Rondo 13 (10 ass), Casspi 17, Collison 17

Italian Job: Belinelli 7 pt (2/6, 1/2 da 3), 4 rimb, 4 ass, 1 persa in 23’

I Sacramento Kings non perdonano, sfruttano le assenze di Jordan e Griffin fermando a 10 la striscia di vittorie consecutive dei Clippers: L.A però combatte fino alla fine tanto che a 21” dalla conclusione si trova sul -3 (101-104) e palla in mano, Pierce però sbaglierà la tripla del pareggio e nel finale Collison e Rondo non sbaglieranno dalla lunetta

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B