NFL Playoffs 2016: Recap dei Divisionals!

Divisional_2015_WEB

AFC 

New England Patriots – Kansas City Chiefs 27-20

BradyI Patriots raggiungono l’AFC Championship per la quinta volta consecutiva regolando senza particolari difficoltà i Kansas City Chiefs al Gillette Stadium. Il match è sostanzialmente sempre in controllo degli uomini di coach Bill Belichick, con la difesa degli ospiti che non riesce a generare quei turnover che avevano caratterizzato la cavalcata di undici vittorie consecutive. Ai Chiefs rimangono inoltre alcuni rimpianti per alcune occasioni mancate che avrebbero potuto rendere più interessante il match: due o tre drive interessanti finiti non concretizzati in punti, il sanguinoso fumble di Knile Davis, almeno tre possibili intercetti sfumati per un nonnulla, una disastrosa gestione del tempo nel finale di partita quando, ad una sola yard dalla meta che poteva riaprire la partita, i Chiefs impiegavano troppo tempo per realizzare il touchdown che accorciava le distanze. Dal canto loro i Patriots sono sembrati la solita macchina da guerra in casa con una solida difesa, una linea offensiva che ha protetto Brady (28 su 42 per 302 yards e 2 td) per tutto il match e la buona prestazione di Gronkowski e Edelman. Se proprio volessimo trovare delle note negative per i padroni di casa potremmo accennare a qualche drop di troppo e un running game praticamente inesistente.

Link: La grinta di Brady!

Denver Broncos – Pittsburgh Steelers 23-16

FlowersSenza il loro miglior running back, il suo valido sostituto, il migliore wide receiver e con un quarterback non al meglio, gli Steelers tengono la vetta del match per gran parte del tempo mettendo alle corde l’attacco dei Broncos e tenendo in vita la speranza di un colpaccio epocale. La partita è dominata dalle due difese che ammanettano gli attacchi avversari e tengono il punteggio basso. A dare una mano al reparto difensivo degli Steelers pensano poi i ricevitori di Denver che collezionano un’impressionante collezione di drop che vanificano la buona prestazione di Manning.
La svolta della partita si ha quando, in pieno quarto quarto, il running back degli Steelers Toussaint viene placcato dal cornerback in arancione Roby perdendo il controllo dell’ovale: lo stesso viene recuperato dalla difesa dei Broncos per un turnover che si rivelerà decisivo nell’economia della partita. Manning (21 su 37 per 222 yards) non si fa pregare e disegna il lungo drive che porta in meta i padroni di casa (td su corsa di Anderson), consegnando a Denver il vantaggio decisivo. Per i Broncos ora la possibilità di giocarsi l’AFC Championship in casa contro i Patriots: l’ennesimo, e probabilmente ultimo, duello fra Peyton Manning e Tom Brady.

Link: Anderson firma il vantaggio decisivo

NFC

Arizona Cardinals – Green Bay Packers 26-20

FitzgeraldPartiamo dalla fine. Cinque secondi sul cronometro e quarantuno yards da fare: Rodgers (24 su 44 per 261 yards 2 td e 1 intercetto) ha appena convertito un irreale 4&20 nel drive della disperazione e al “regista” di Green Bay rimane un ultimo disperato tentativo per pareggiare la partita e spedire tutto al supplementare. Rodgers esce dalla tasca inseguito dai lineman dei Cardinals e un momento prima di essere colpito da uno di essi, l’ex Cal spara un missile in endzone dove Janis, insolito protagonista di giornata, riesce ad avere la meglio sul celebrato cornerback Patrick Peterson e segnare la più incredibile delle mete. La giocata lascia lo University of Phoenix Stadium ammutolito, con il momentum della partita completamente dalla parte degli ospiti. Nella sfortuna di essere stati raggiunti in questa maniera, i Cardinals riescono però a vincere il sorteggio e possono comincare l’overtime con il possesso dell’ovale.
Carson Palmer (25 su 41 per 349 yards 3 td e 2 intercetti) riceve il primo snap, sfugge alla pressione della linea difensiva dei Packers e trova libero il wide receiver Larry Fitzgerald che, completamente solo, sprinta per ben 75 yards spaccando in due la difesa di Green Bay. Il ricevitore dei Cardinals viene fermato a poche yards dalla meta: tempo due azioni e Palmer “ritrova” Fitzgerald per il td della vittoria. Fino all’incredibile finale, la partita aveva visto un buon inizio dei Packers cui aveva seguito la rimonta di Cardinals nel quarto quarto. Curiosità: nel 2010, i Packers vennero eliminati dai Cardinals (poi sconfitti dagli Steelers nel Superbowl di quell’anno) quando, all’overtime, un fumble di Rodgers venne riportato in endzone dal linebacker di Arizona, Karlos Dansby. Quella partita, finita 51-45, è ricordata per lo show messo su da Rodgers e Kurt Warner (quarterback dei Cardinals al tempo) e per essere stato il match di playoff con il punteggio più alto di sempre.

Link: La preghiera di Rodgers viene ascoltata….

Link: …ma al supplementare ci pensa Larry!!

Carolina Panthers – Seattle Seahawks 31-24

OlsenDopo due quarti lo score dice Carolina 31 Seattle 0. I vice campioni in carica vengono totalmente annichiliti dai padroni di casa che, mettendo in mostra un Cam Newton (16 su 22 per 161 yards e 1 td) ispirato e una difesa soffocante (che intercetta due volte Russell Wilson), cancellano sotterrano il team di coach Pete Carroll sotto una valanga di punti. Non c’è un solo aspetto del gioco in cui i Panthers non eccellano e per Seattle la lezione è di quelle che non si dimenticano. Ad inizio terzo quarto, però, inizia un’altra partita: con le spalle al muro e niente più da perdere, i Seahawks cominciano un’incredibile rimonta e, guidati da un ritrovato Wilson (31 su 48 per 366 3 td e 2 intercetti) e da una difesa che non concede letteralmente più niente ai Panthers, segnano 24 punti consecutivi.
Il field goal di Hauschka a meno di due minuti dalla fine, riporta gli ospiti ad una sola segnatura di distanza con il Bank of America Stadium di Charlotte completamente raggelato: l’incubo di subire una delle più grandi rimonte della storia comincia a far capolino fra tifosi e giocatori di Carolina. Per fortuna degli aficionados bianco celesti, il seguente onside kick viene ricoperto dai Panthers che possono tirare un sospiro di sollievo, vincere la partita e aspettare i Cardinals per l’NFC Championship.

Link: Olsen ne beffa due!!

 Il Tabellone dei Playoffs 
(Venerdì, ore 16, analisi dei Championship)

12376332_10153596676971263_8308407716488930507_n

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G