Clippers corsari ad Atlanta, Thompson 45!

Cleveland Cavaliers – Phoenix Suns 115-93
CLE: James 21, Love 21 (11 rimb), Smith 18, Mozgov 10, Jefferson 14
PHX: Tucker 13, Booker 16, Goodwin 12, Morris 13, Weems 10, Warren 11

Cleveland archivia senza difficoltà la pratica Phoenix Suns con Tyronn Lue nominato anche allenatore della Eastern Conference all’All Star Game; Cavs che giochicchiano nel primo tempo (55-50) per poi scappare nella ripresa con un 3° quarto da 32-21.

Boston Celtics – Denver Nuggets 111-103
BOS: Crowder 13, Johnson 9 (13 rimb), Sullinger 6 (11 rimb), Bradley 27, Thomas 16, Turner 14, Olynyk 17
DEN: Gallinari 23, Faried 15 (15 rimb), Harris 15, Mudiay 13, Bartin 23

Italian Job: Gallinari 23 pt (7/12, 1/4, 6/7), 7 rimb (3 off), 1 ass, 1 persa, 1 stop in 31’

Boston conquista la 4^ vittoria consecutiva grazie al season-high di Avery Bradley e alle 20 palle perse forzate ai Denver Nuggets; match segnato a cavallo tra il 3° e 4° periodo, sul +5 Celtics (75-70) a 2’17” dalla sirena ecco un super parziale di 18-1 per il +22 (93-71) dopo 2’ del 4° periodo!

Detroit Pistons – Philadelphia 76ers 110-97
DET: Morris 10, Drummond 25 (18 rimb), Caldwell-Pope 14, Jackson 27, Johnson 18, Baynes 12
PHI: Grant 21m Noel 20, Smith 13, Thompson 12

Detroit esce nell’ultimo quarto e batte Philadelphia col solito dominante Andre Drummond (25+18); Sixers che entrano avanti 74-79 negli ultimi 12’ ma, come quasi sempre, finiscono la benzina e Detroit ne approfitterà! Parziale di 36-18 con Reggie Jackson autore di 10 dei sui 27 punti finali ma soprattutto 0 palle perse per tutta la squadra contro le 8 degli ospiti.

Atlanta Hawks – Los Angeles Clippers 83-85
ATL: Bazemore 12, Millsap 14 (12 rimb), Horford 15, Korver 14, Teague 16
LAC: Jordan 13 (19 rimb), Redick 12, Paul 11 (10 ass), Crawford 21

Dopo Indianapolis i Clippers sbancano di misura pure Atlanta con un altro finale in volata; a 15” dalla fine CP3 la alza per Jordan che schiaccia per il contro-sorpasso Clippers sull’82-83, Millsap sbaglia il tiro del sorpasso e sul capovolgimento Crawford fa 2/2 per il +3 (82-85) a 7”.
Rivers gioca all’europea, manda in lunetta Horford che fa 1/2 a 6” ma Paul Pierce perde palla sulla rimessa, quindi 6” da giocare, -2 Hawks e palla in mano! Si va da Millsap ma il suo layup non andrà a segno.

Minnesota Timberwolves – Oklahoma City Thunder 123-126
MIN: Dieng 21, Towns 19 (13 rimb), Wiggins 20, Muhammad 10, Rubio 4 (10 ass), LaVine 35, Bjelica 11
OKC: Durant 27, Waiters 16, Westbrook 24 (15 ass), Kanter 23 (10 rimb), Morrow 10

La scampano di misura anche gli Oklahoma City Thunder che vincono a Minnesota col solito Kevin Durant protagonista; a 2’ dalla conclusione LaVine si carica sulle spalle i suoi e li porta dal -9 al -2 (111-113), Tripla di Durant, canestro di LaVine e altro canestro di KD seguito poi da una schiacciata di Adams per il +7 OKC (113-120) a 74”.
LaVine non molla ma negli ultimi 20” Westbrook e Durant non sbaglieranno dalla lunetta.

San Antonio Spurs – Houston Rockets 130-99
SAS: Leonard 18, Aldridge 25 (10 rimb), Green 18, Parker 15, Marjanovic 13 (10 rimb)
HOU: Howard 13, Harden 20, Smith 11, Terry 10, Jones 11

San Antonio torna a massacrare gli avversari, dominati gli Houston Rockets in un match già finito all’intervallo; 69-49 il punteggio al riposo lungo con 4 giocatori del quintetto Spurs già in doppia-cifra, 58% dal campo, 17 assist e solo 5 perse.

Utah Jazz – Charlotte Hornets 102-73
UTA: Hayward 22, Gobert 6 (12 rimb), Hood 24, Favors 12, Johnson 10, Burke 11
CHA: Walker 15, Batum 6 (10 rimb), Robert 13

Stavolta i Jazz tengono a basa Kemba Walker che chiude con soli 15 punti (rispetto ai 52 di settimana scorsa) e si portano a casa il referto rosa; match segnato da un break di 20-2 durante il 2° quarto che ha permesso ai padroni di casa di toccare il +16 (38-22) , vantaggio poi incrementato nella ripresa.

Golden State Warriors – Dallas Mavericks 127-107
GSW: Barnes 13, Green 10, Thompson 45, Curry 14
DAL: Parsons 23, Felton 12, Williams 12, Barea 14, Powell 11

Stephen Curry si prende una notte di riposo (14 punti in 31’) e lascia che sia Klay Thompson ad abbattersi sui Dallas Mavericks, 45 punti (14/20 dal campo) per lui e Dallas archiviata; Thompson chiude a 26 punti il primo tempo con Dallas che vede ancora la targa dei Warriors sul -8 (56-48), nel 3° si scalda Curry con 11 punti e i campioni volano via sul 95-77.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B