Debate Of The Week: Oklahoma City!

Cleveland ne ha presi 30 in casa, idem Chicago e San Antonio sempre 30 ma ad Oakland, i Golden State Warriors stanno mietendo tutta la Lega facendo salire sempre di più il terrore del “One Team Season” e infatti il dibattito di oggi doveva essere su di loro ma ne il Doc ne Adrien erano disponibili quindi, con 38.8 di febbre, mi sono messo io alla tastiera per per parlar di un’altra squadra.

All’esame dei campioni manca ancora una squadra che quest’anno ha voglia di riscatto con le sue stelle che vogliono dimostrare di essere ancora competitive, gli Oklahoma City Thunder.

PREMIATA DITTA

Russell+Westbrook+Kevin+Durant+Oklahoma+City+7p4ZZ_lxh5yxPRO: In serata non li fermi neanche col nucleare, il loro gioco può non piacere ma se ti combinano 60/70 punti in due non ci sono santi che tengano soprattutto quest’anno che c’è un Kevin Durant indemoniato che la gente troppo spesso si dimentica chi è e di cosa è in grado di fare, poi c’è lo #0 ma su di lui c’è poco da dire se non “monstre”

CONTRO – Se non sono in serata preparatevi al referto giallo, raramente OKC la scampa se le sue due stelle toppano la partita, chiaro che se riescono a stare a contatto poi possono anche farcela con qualche lampo della coppia ma il punto è ad arrivarci a contatto…

SUPPORTING CAST

PRO – Enes Kanter sta confermando tutto quello di buono fatto nella passata stagione e lotta per il “6° uomo dell’anno”, Steven Adams è il solito lottatore, Serge Ibaka è una presenza fondamentale soprattutto dietro, Morrow garantisce pericolosità da fuori l’arco e Dion Waiters può accedersi in qualunque momento, SE i due partono a fuoco questi li vanno dietro che è un piacere

CONTRO – Se i due stentano a decollare sono cavoli, ognuno sente che deve prendere in mano la baracca e finisce col sparare a salve, inutle stare qui a mettere il sale sopra la ferita ma manca terribilmente un “Link Player” che dia equilibrio alla squadra sia con e senza i due.

GIOCO

Kevin+Durant+Oklahoma+City+Thunder+v+New+York+Rwh8Gob8kWNlI tifosi dei Thunder per anni si sono lamentati di Scott Brooks sperando nel licenziamento al motto “non ha dato gioco alla squadra, è in balia di Durant-Westbrook”…ecco, Billy Donovan che cosa avrebbe fatto di diverso? D’accordo che con due così non è facile arrivare e cambiare sistema però avere delle alternative o delle soluzioni per non essere Durant-Westbrook dipendenti bisogna trovarle. L’impressione è che Donovan si stato chiamato solo perché Scott era arrivato alla fine a livello umano con lo spogliatoio.

ANTI-WARRIORS?

PRO: No, non è la febbre che parla ma PER ME i Thunder possono essere realmente l’anti-Golden State più anche degli Spurs; Westbrook è l’UNICO giocatore in tutto il sistema solare che può mettere in un a angolo Stephen Curry su ambe.due i lati, Durant fino a prova contraria è il giocatore più immarcabile della Lega perché o ti brucia e vola al ferro o ti spara la tripla in faccia, Steven Adams contro Draymond Green sarebbe roba da UFC!
OKC è tra le squadre più atletiche della Lega e Golden State un po’ lo soffre questo (vdi a Milwaukee), arrivano al ferro facilmente e hanno tutti la mano educata da fuori, in un arco di 7 partite possono davvero essere una spina nel fianco

CONTRO – E poi mi svegliai tutto sudato. Oklahoma City può battere i Warriors, ma deve andare tutto nella stessa direzione ossia il duo in palla col cast di supporto che lo segue a ruota, basta un pezzo fuori posto e addio, contando il sadismo con cui i Warriors amano umiliare i loro avversari più quotati…

Adesso tocca voi, io mi rinfilo sotto le coperte preparandomi al vero big-match di oggi, Phila-Golden State, sperando che la febbre mi dia tregua.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B