Cavs d’autorità sugli Spurs, paura Warriors

Philadelphia 76ers – Golden State Warriors 105-108
PHI: Covington 12 (13 rimb), Grant 10, Stauskas 10, Smith 16, Thompson 11, Canaan 18, Okaor 13
GSW: Barnes 11, Green 10 (13 rimb), Bogut 8 (16 rimb), Thompson 32, Curry 23

I Sixers rischiano il colpaccio arrivando ad un soffio dal poter battere i Golden State Warriors, salvati da Harrison Barnes quasi sulla sirena; il copione è lo stesso, i campioni volano sul +20 nel primo tempo con Thompson autore di 21 dei suoi 32 finali, Sixers però non mollano e nell’ultimo quarto rimontano arrivando sul 105-015 a 22” dalla fine grazie ad un layup di Ish Smith!
A togliere le castagne dal fuoco per i Warriors ci ha pensato Harrison Barnes, sua la tripla a fil di sirena per il 105-08 finale su assist di Draymond Green.

Toronto Raptors – Detroit Pistons 111-107
TOR: Johnson 11, Scola 10, DeRozan 29, Lowry 18, Biyombo 12 (13 rimb), Joseph 16
DET: Morris 13, Drummond 11 (12 rimb), Caldwell-Pope 15, Jackson 13, Johnson 12, Jennings 22, Baynes 11

I Toronto Raptors non si fermano più, 11esima vittoria consecutiva e stavolta a cedere all’Air Canada Centre sono stati i Detroit Pistons; match combattuto fino a 1’45” dalla sirena del 3° quarto, sul -5 Pistons (77-72) Toronto cambia marcia con un parziale di 15-2 scappando sul +18 (92-74) dopo 4’ dell’ultima frazione, nel finale Detroit cercherà la rimonta disperata arrivando solo sul -4 a 5” dalla fine.

Indiana Pacers – Denver Nuggets 109-105 OT
IND: George 19, J.Hill 20, Ellis 32
DEN: Faried 16 (12 rimb), Gallinari 23, Jokic 16 (11 rimb), Harris 18, Mudiay 11

Italian Job: Gallinari 23 pt (7/13, 1/4, 6/6), 3 rimb, 2 ass, 1 rec, 2 perse in 41’

Ancora una volta c’è la firma di Monta Ellis nel successo all’overtime degli Indiana Pacers contro i Denver Nuggets; proprio Ellis ha di che mangiarsi le mani, a 1’23” dalla fine Nuggets avanti di 1 (98-99), Ellis va in lunetta ma fa 1/2, Denver sbaglia e Ellis a 43” ha la palla per riscattarsi ma la perde, Denver non segna più e di nuovo Ellis ha la sfera a 24” dalla sirena finale ma sbaglierà la tripla.
L’ex Dallas però si riscatta nell’overtime, sul +1 Pacers (106-105) a 20” dalla conclusione segna col fallo portando a casa il gioco da 3 punti che segnerà il match.

New Orleans Pelicans – Brooklyn Nets 105-103
NOP: Davis 20 (16 rimb), Asik 6 (11 rimb), Cole 12, Anderson 24, Holiday 26
BKN: Johnson 10, Young 16, Lopez 33 (10 rimb), Ellington 18, Larkin 13

Italian Job: Bargnani 1 rimb, 1 ass in 9’

Torna Anthony Davis (20+16) ma l’eroe della partita per i Pelicans è stato Jrue Holiday; Joe Johnson pareggia con la tripla dle 103-103 a 6” dalla sirena conclusiva, l’ultimo tiro per i padroni di casa se lo prende Holiday e va a segno col fade-away per il +2 lasciando però 1” agli ospiti. Johnson ci riproverà da 3 ma niente da fare

Houston Rockets – Washington Wizards 122-123
HOU: Ariza 17, Howard 20, Harden 40 (11 rimb), Beverley 15
WAS: Dudley 16, Gortat 13 (11 rimb), Temple 11, Wall 19 (13 ass), Beal 11, Nene 10, Neal 12, Sessions 17

John Wall si carica sulle spalle i Wizards e li trascina al successo si misura in casa degli Houston Rockets, vani i 40 di James Harden; finale in volata con il “Barba” che si porta casa il gioco da 3 punti per il -1 Houston (122-123) a 32” dalla fine, Wall sbaglia il layup e con 8” da giocare i texani hanno la chance di vincere, Harden si butta dentro, sbaglia, rimbalzo di Josh Smith che però non riesce nel tap-in e la palla la conquista Wall che mette la parola fine all’incontro. Da sottolineare la seconda espulsione consecutiva per Dwight Howard.

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 121-117
MEM: Allen 12, Randolph 10, Gasol 22, Lee 18, J.Green 29, Carter 13
SAC: Gay 21, Cousins 17 (14 rimb), McLemore 11, Rondo 15, Collison 20, Casspi 17

Italian Job: Belinelli DNP

Momento di difficoltà per i Sacramento Kings che perdono ancora e stavolta a Memphis sotto i colpi di Jeff Green e Marc Gasol; dopo un primo tempo chiuso a -14 gli uomini di Karl reagiscono e a 18” dal termine sono sotto solo di 1 (118-117), Lee fa 2/2 dalla lunetta lasciando 15” agli avversari che però non riusciranno neanche a tirare perché Darren Collison si farà scippare palla da Jeff Green. Inoltre infortunio per DeMarcus Cousins (caviglia sinistra)

Cleveland Cavaliers – San Antonio Spurs 117-103
CLE: James 29, Love 21 (11 rimb), Thompson 10, Smith 10, Irving 21, Dellavedova 15
SAS: Leonard 24, Aldridge 15, Parker 13, Anderson 10

Il trio di Cleveland gioca un’altra grande partita 24 ore dopo Detroit e stavolta la vittima è di quelle illustri, battuti i San Antonio Spurs con 71 punti del trio James-Love-Irving; Cavs padroni del campo nei primi 24’ tanto da andare al riposo lungo avanti 66-49 con Kevin Love autore di 18 dei suoi 21 punti finali e forzando gli Spurs al 46% dal campo. Nel 3° quarto sale in cattedra LeBron, 16 punti per lui nell’arco dei 12’ per placare il tentativo di rimonta dei texani.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B