Curry spaventoso (51), Durant sulla sirena!

Charlotte Hornets – Cleveland Cavaliers 106-97
CHA: Kidd-Gilchrist 11 (13 rimb), Williams 16, Batum 10, Lin 24, Kaminsky 15
CLE: James 23, Love 12 (12 rimb), Smith 14, Irving 26

Senza Kemba Walker i Charlotte Hornets battono in rimonta i Cleveland Cavaliers con Jeremy Lin a guidare la squadra; Cavs che vanno al riposo lungo sul +9 (49-58) con tanto di buzzer-beater di J.R Smith, nel 3° quarto però i padroni di casa ribaltano la partita e dal -9 entrano nell’ultima frazione sul +7 (82-75). Cleveland non ritrova ritmo e un break di 8-0 chiude le ostilità dando il +15 (98-83) Hornets a 4’ dalla fine.

Philadelphia 76ers – Atlanta Hawks 86-124
PHI: Noel 10, Okafor 10, Stauskas 17, Canaan 11
ATL: Bazemore 12, Millsap 10, Teague 10, Muscala 12, Sefolosha 12, Schroder 12, Harrdaway 13, Scott 13

Vittoria senza problemi per gli Atlanta Hawks che dominano dall’inizio alla fine i 76ers a Philadelphia mandando ben 8 giocatori in doppia-cifra a referto; match finito dopo 3 quarti con gli ospiti avanti 62-88.

Boston Celtics – Detroit Pistons 102-95
BOS: Crowder 12, Sullinger 12, Bradley 15, Thomas 17, Smart 12, Turner 14
DET: Morris 15, Ilyasova 16, Drummond 16 (13 rimb), Jackson 17, Johnson 11

Ottima vittoria casalinga per i Boston Celtics che domano i Detroit Pistons (infortunio per Caldwell-Pope); Boston gioca benissimo tanto che nel 3° quarto tocca il +24, gli ospiti però ci provano e dal -24 riescono ad arrivare fino al -7 (97-90) a 2’ dalla conclusione, Celtics nel pallone ma Pistons troppo stanchi per la rimonta tanto che Baynes fa 0/2 dalla lunetta e Hiliard sbaglia al tripla, 5 potenziali punti mancati e puniti dalla bomba di Marcus Smart a 58” per il +10 (100-90).

Brooklyn Nets – Indiana Pacers 110-114
BKN: Johnson 20, Young 16 (14 rimb), Lopez 21, Ellington 16, Sloan 11
IND: George 17, Ellis 11, G.Hill 13, Allen, Miles 27

Italian Job: Bargnani 2 pt (1/2), 2 rimb, 1 ass in 12’

Buona vittoria per gli Indiana Pacers in quel di Brooklyn grazie ai 27 punti uscendo dalla panchina di C.J Miles; partita decisa dall’ottimo 2° quarto degli ospiti, 20-36 con Miles autore di 15 dei suoi 27 finali, +19 all’intervallo (43-62) e match in ghiaccio.

Washington Wizards – Golden State Warriors 121-134
WAS: Wall 41 (10 ass), Beal 18, Nene 12, Sessions 12
GSW: Barnes 12, Green 12 (10 rimb, 12 ass), Thompson 24, Curry 51

Partita delle non difese a Washington tra Wizards e Warriors con Steph Curry che p andato a nozze, 51 punti con 19/28 dal campo e 11/16 da 3 punti oltre alla 10ima Tripla-Doppia stagionale di Draymond Green (12+10+12), vani i 41 punti di John Wall; solito copione dei Warriors che dopo i primi 12’ hanno già archiviato la pratica, 28-43 il punteggio al primo mini-riposo con Curry autore solo di 25 punti con 9/10 dal campo!!!

Oklahoma City Thunder – Orlando Magic 117-114
OKC: Durant 37, Westbrook 24 (19 rimb, 14 ass), Kanter 13
ORL: Harris 15, Vucevic 16, Oladipo 37, Hezonja 16, Smith 13

Alla Tripla-Doppia di Draymond Green risponde Russell Westbrook con la sua 8ava stagionale (24+19+14) ma l’eroe della notte per OKC è Kevin Durant con 37 punti e la tripla decisiva allo scadere; Magi che sognano il colpaccio quando 2’31” dalla conclusione Smith segna la bomba del 112-114, i Thunder non segnano più ma i Magic non azzannano la partita e a 29” dalla sirena Westbrook impatta sul 114-114!
Ibaka firma la sua 6^ stoppata della serata ad Oladipo a 10”, palla a Durant che sulla sirena spara la tripla che vale la vittoria per i suoi!

Dallas Mavericks – Miami Heat 90-93
DAL: Parsons 12, Nowitzki 28, Pachulia 10 (15 rimb), Barea 11, Felton 11
MIA: Deng 15, Bosh 20, Wade 18, Whitesode 10

Vittoria di misura per i Miami Heat che sbancano l’American Airlines Center di Dallas con tanto di brivido finale; a 17” dal termien Dirk Nowitzki risponde alla tripla di Deng con la stessa moneta per il -2 Mavs (90-92), Wade va in lunetta ma non è preciso (1/2) per il +3 Heat a 15”, il tiro del pareggio se lo prende Raymond Felton ma per fortuna di Miami non andrà a segno.

San Antonio Spurs – New Orleans Pelicans 110-97
SAS: Leonard 26, Aldridge 36, West 14, Green 16
NOP: Davis 28 (10 rimb), Asik 6 (11 rimb), Cole 14, Holiday 20, Anderson 10 (10 rimb)

Season-High per LaMarcus Aldridge da 36 punti e vittoria Spurs ai danni dei Pelicans; New Orleans che sta in partita fino alla metà del 4° periodo (92-88) poi Aldridge cambia marcia, realizza 8 punti nel break di 12-3 San Antonio per il +13 (104-91) a 3’18”.

Utah Jazz – Denver Nuggets 85-81
UTA: Hayward 16, Favors 16 (11 rimb), Gobert 12, Neto 10
DEN: Gallinari 24, Faried 14, Harris 11, Barton 10 (10 rimb)

Italian Job: Gallinari 24 pt (3/9, 2/7, 12/14), 2 rimb, 1 rec, 2 perse in 36’

Gordon Hayward e Derrick Favors guidano al successo i Jazz sui Nuggets con giocate chiave nel finale; a 34” dalla fine Denver si porta sul -2 (83-81), Rodney Hood sbaglia il tiro per Utah ma ecco sbucare Favors che cattura il rimbalzo offensivo a 9” consentendo poi ad Hayward di fare 2/2 e chiudere i giochi.

Sacramento Kings – Chicago Bulls 102-107
SAC: Gay 12, Cousins 30 (11 rimb), Belinelli 18, Casspi 10, Collison 19
CHI: Gibson 12, Gasol 16 (13 rimb), Moore 24, Rose 21, McDermott 11

Italian Job: Belinelli 18 pt (4/7, 3/7, 1/2), 4 rimb, 3 rec, 4 perse in 35’

No Jimmy Butler no problem per i Chicago Bulls che vincono a Sacramento grazie alla super notte dell’ex trevigiano E’Twaun Moore (24 a punti); Chicago che suda freddo quando a 45” dalla fine Sacramento arriva sul -3 (102-105) Kings che però bruceranno di tutto con Cousins (0/2, 1/2 ai liberi e palla persa), a Pau Gasol basteranno 2 liberi per assicurare la vittoria finale.

Los Angeles Clippers – Minnesota Timberwolves 102-108
LAC: Jordan 18 (15 rimb), Paul 22, Johnson 12, Crawford 21
MIN: Dieng 12 (10 rimb), Towsn 17 (12 rimb), Wiggins 31, LaVine 17

Infine sorpresa allo Staples Center dove i T-Wolves battono i Clippers grazie ai 31 punti di Andrew Wiggins e alla doppia-doppia di Karl-Anthony Towns (17+12); incontro deciso in volata, DeAndre Jordan schiaccia per il 98-98 a 65” dalla conclusione, Minnesota cambia marcia e chiude la partita con un parziale di 10-4 con decisivo il fallo tecnico fischiato a Chris Paul a 20” sul +2 Minnesota, Rubio fa 2/3 dalla lunetta ma basterà per il referto rosa.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Max

    Curry quando gioca cosi’ è irreale…..e pensare che dall’altra parte Wall ne mette 41.altra tripla doppia di D.Green.brutte sconfitte di Clevelenad e Clippers

  • Barone birra

    Max amico mio e pensa che ieri il troll toscano è stato tutta la giornata a smerdare steph dicendo che segna a causa del sistema warriors per gli assist di Green e Bla bla bla. Ma per lui l’odio e il rancore per aver oscurato LeBron sono più forti dell’essere obiettivo

  • Barone birra

    Durant e westbrook sempre più fenomeni peccato che giochino nella stessa lega del vero fenomeno di akron. Grandi hornets

  • L’Ammiraglio Sterling

    Ma infatti mi chiedevo: la crociata contro i warriors è già finita o hanno smesso di stuprare le madri degli altri giocatori?

  • Alle 14 vi aspetto su NBA-Evolution, novità in arrivo!

  • mad-mel

    La gnocca nel mondo sportivo americano?

  • Michael Philips

    Curry 51pts, 11 triple, 26pts nel primo quarto…
    Dopo i primi 12 min ho messo lo streaming della gara contro i wizards sicuro che avrebbe fatto il record, ma ha giocato solo 36 min, con qualche minuto di gioco in più avrebbe potuto piazzarne 12 o 13. Tanto prima o poi il record nba di triple(12 di kobe e marshall) sarà suo, o di klay.

    Westbrook che mette l’ottava tripla doppia stagionale, draymond green risponde con la decima in sole 48 gare. Russell con 24+7.5+10 sta avendo dei numeri degni del miglior magic. Assurdo come questo quì pur essendo 191cm riesca a dominare. Siamo ufficialmente nell’era delle combo-guard di 191cm nate nel 1988.

    Walla gara ottima condita dal 40ello, ma il suo avversario ha fatto vedere ben altro piglio offensivo.

    Durant gara super con 37pts e game winner da casa sua. Oladipo ottima gara.
    Cavs brutta sconfitta contro gli hornets privi di kemba. Lebron male, ma la sua prestazione pessima riesco a superarla grazie ad una seconda ottima prova di Hezonja che sta iniziando ad avere minuti in più e fiducia, che ripaga alla grande.

    Ottimo anche aldridge con 36pts.

    Considerata la stagione storica di curry, quella dei suoi warriors, l’alto numero di prestazioni super a livello personale di tanti giocatori con piogge di triple doppie, la presenza di 4 team che potenzialmente possono vincere 60+gare(i warriors per le 70)rendono la stagione attuale, una di quelle che rimarranno negli annali.

  • Non Bevo Acqua

    point o shooting guard? ma che ce frega ma che ce importa tanto questo è un fottuto fenomeno.
    quando bisogna tornare indietro per rivedere una regular season così dominante da parte di un singolo giocatore?

  • Occhiutz

    Penso solo Wilt e Thr Big O abbiano dominato così tanto in modo individuale.

  • Barone birra

    Dei 5 mvp di Jordan almeno 4 sono scaturiti da stagioni uguali o migliori di quelle di steph. Ma anche il LeBron del 2009 o durant di 2 anni fa sono su questi livelli

  • Barone birra

    Non a caso le prestazioni come quelle di stanotte sono definite Jordan esque

  • Barone birra

    Jordan 88 35 punti 5,5 rimbalzi 5,9 assist col 53,5 dal campo migliore difensore capocannoniere e mvp nello stesso anno

  • Barone birra

    Di media annuale è chiaro

  • tommy23285

    Finito ora di vedere gsw!!! Come detto qualche tempo fa record di triple in una gara NBA prima o poi lo fa. Xo avuto impressione che questi record Nn li interessano xe se voleva poteva raggiungerlo senza troppi problemi. Davvero impressionante Steph!! Guardia o play non lo so xo non ho mai visto nessuno tirare così.