Superbowl 50, l’analisi della sfida!

Ci siamo, mancano solo 48 ore all’evento sportivo più atteso dell’anno negli Stati Uniti e non solo, al Levis Stadium di Santa Clara i Carolina Panthers e i Denver Broncos si daranno battaglia nel 50° Superbowl!

I Panthers arrivano col vento in poppa dopo aver demolito i vice.campioni dei Seattle Seahawks e gli Arizona Cardinals ai Champhionship, percorso un po’ più travagliato per Peyton Manning & Co. che hanno faticato contro i decimati Steleers e l’hanno scampata negli ultimi atti contro i New England Patriots.

CAR-DEN1

Entrambe le squadre hanno nella difesa il loro punto forte con Carolina che può vantare anche quello che al 99% verrà premiato come MVP della stagione, il super QB Cam Newton e proprio lui sarà la vera incognita per la solida difesa dei Broncos; nei due match precedenti per gli uomini diretti da Wade Philips il compito era standard visto che sia Ben Roethlisberger e Tom Brady sono QB vecchio stampo da tasca e quindi non una doppia minaccia come lo è Newton, QB in grado di uscire in scramble e macinare tante yds di corsa.

Stare qui ad analizzare la partita punto per punto non finiremmo mai, quindi abbiamo deciso di analizzare reparto per reparto indicando la migliore:

Quarterback: Carolina

Cam Newton è il prossimo MVP, si diverte e diverte con il suo stile non convenzionale di essere “quarterback”. A tutto ciò va aggiunto la pericolosità sulle corse e il sensibile miglioramento in fase di lancio.

Offensive Line: Carolina

Gudiata dall’All Pro Ryan Kalil la linea offensiva dei Panthers è salita di livello nei playoff risultando la più efficace nella speciale classifica. Da segnalare, come left tackle, Michael Oher, già campione NFL con i Ravens, e la cui storia ha ispirato il film The Blind Side.

Running Back: Denver

Jonathan Stewart ha avuto una stagione positiva, ma gran merito va alla linea di Carolina in grado di aprire vere e proprie voragini. Scelgo Denver perchè, in coppia, Ronnie Hillman e C.J Anderson possono offrire qualche soluzione in più a Denver.

Wide Receiver: Denver

Demaryus Thomas ed Emmanuel Sanders costituiscono un duo di buon livello anche se i recenti problemi di “drop” hanno fatto scendere questo nella classifica delle coppie più temibili in NFL.

Tight End: Carolina

Greg Olsen è, dopo Gronkowski, il letale tight end della Lega. A Chicago (che lo cedette in cambio di un third round pick) si stanno mangiando ancora le mani

Defensive Line: Denver

Scelgo Denver solo per la performance monstre con cui hanno malmenato la linea offensiva dei Patriots e “pestato” il povero Brady. Detto questo anche la linea di Carolina ha avuto un rendimento altissimo (soprattuto nei due Defensive Tackle): se c’è un reparto in cui non ci sono grosse differenze è proprio questo.

Linebacker: Carolina

Luke Kuechly, miglior difensore dello scorso anno e più volte All-Pro, è un vero incubo per i quarterback avversari per la sua capacità di “leggere” le situazioni di lancio e proporsi per l’intercetto di turno. Se Thomas Davis dovesse recuperare, Carolina potrebbe schierare la sua coppia d’assi dietro la linea difensiva

Safety: Denver

Nonostante la grande stagione del Panther Kurt Coleman, il vantaggio nel reparto safety va ai Broncos che, con T.J Ward e Darian Stewart (usciti malconci dalla partita con i Patriots) completano il reparto di secondarie migliore della Lega

Cornerback: Denver

Aqib Talib e Chris Harris Jr sono la migliore coppia di cornerback della Lega e, come appena scritto, formano con le due safety “arancioni” il miglior pacchetto arretrato NFL. Certo Carolina può contare sull’All Pro Josh Norman, ma il compagno di reparto dello stesso (Finnegan probabilmente) non è a livello dei tre appena citati.

Special Teams: Carolina

Qui siamo al pareggio e il lieve vantaggio è dato dalla maggiore esplosività che Ted Ginn Jr può utilizzare in fase di punt o kick off return

Diretta del match sia su Mediaset Premium che su SKY Sport con studio a partire dalle 23:30

CAR-DEN

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G

  • Giasone

    Vista sulla carta sembra una finale segnata, si confrontano due ottime difese (Denver forse un gradino sopra) mentre in attacco Carolina è “una generazione” avanti a Denver nel ruolo più importante, quello del QB. L’era dei Manning, Brady e Brees sembra al tramonto e questa sfida potrebbe idealmente rappresentare il passaggio di consegne. Resta comunque un Superbowl: può succedere di tutto.

  • Per me una delle chiavi sarà l’arbitraggio sulla secondaria di Denver, Talib nei Championship è stato più di una volta al limite dell’holdig ed è stato pure graziato, Ward è uno che la centra te la tira anche senza motivo.