Fallo in lunetta, diventa Flagrant #1?

L’Hack-A S-shaq sta dividendo l’NBA, il Commissioner Adam Silver ha annunciato che in estate sarà uno degli argomenti trattati per cercare di arrivare ad una soluzione ma c’è chi come LeBron James (31 anni), Kevin Durant (26 anni) e Mark Cuban trova che la tattica sia giusta e che chi subisce il fallo deve imparare a tirare i liberi, opinione che condivido, inato sono già stati presi dei provvedimenti.

Durante il Christmas Day Matthew Dellavedova (25 anni) nel 4° quarto ha commesso diversi falli volontari durante i tiri liberi saltando letteralmente in groppa al rimbalzista, fallo denominato “jump-on-back foul“, una sorta di Hack-A-Shaq a gioco fermo che vede come vittime preferite Dwight Howard (30 anni), Andre Drummond (22 anni) e DeAndre Jordan (27 anni), oltre a Delly altri giocatori hanno applicato questa tattica e adesso la Lega è stufa!

L’NBA ha elargito un memo alle franchigie dicendo che il “jump-on-back foul” verrà sanzionato con un fallo di tipo Flagrant #1, tiro libero e possesso per la squadra che subisce questo tipo di fallo, attenzione però, il comunicato NON è ufficiale! Nel senso che saranno gli arbitri a decidere sul momento ed interpretare la situazione, non è previsto per questa stagione un cambio di regolamento.

Primi passi dell’NBA verso una tattica che farà discutere molto soprattutto qundo si arriverà ai Playoffs, e voi cosa ne pensate? VOTATE!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B