La difesa di Denver vince il Superbowl!

Super-Bowl-50-Logo-Large

Carolina Panthers (#1) – Denver Broncos (#1) 10-24

Il 50° Superbowl non ha rispettato le alte aspettative, oltre ad un Halftime Show deludente col trio Coldplay-Bruno Mars-Beyonce, la partita è stata molto combattuta, poco spettacolare per merito soprattutto delle difese e alla fine è stata quella dei Denver Broncos che grazie ad un superbo Von Miller ha conquistato il suo 3° Superbowl della storia, confermando che l’uniforme bianca porta davvero bene (11 vittorie nelle ultime 12 edizioni).

LA PARTITA – Brutta, dura, fallosa, non spettacolare come l’anno scorso con i due QB mai in controllo delle operazioni ma comunque di livello, Denver ha confermato la sua solidità difensiva vincendo praticamente la partita con i sack di Miller (12) e grazie anche ai tanti e troppi errori di una Carolina nervosa e anche sfortunata in certe situazioni. Mai come stanotte il detto ”L’attacco vende i biglietti e la difesa vince le partite” è stato veritiero, gli onerosi investimenti del GM John Elway hanno dato i loro frutti, Manning saluta come Ray Lewis col Lombardi tra le mani e un difemsore è stato nominato l’MVP.

CaqaJwkUYAAhT0f.jpg-largeQBPeyton Manning diventa il 1° QB nella storia a vincere 2 SB con due squadre diverse oltre ad essere il più vecchio (39 anni) a vincere l’evento, però stanotte non una partita indimenticabile; ha confermato tutti i problemi riscontrati in questa stagione senza riuscire mai a trovare ritmo facendosi pure intercettare ma riuscendo almeno a portare a casa la conversione da 2 punti nel finale, ma peggio di lui il neo MVP Cam Newton!
Il #1 dei Panthers ha giocato male, pessime letture offensive, mai incisivo e poi quel fumble a 4’ dalla fine dove non ha neanche provato a tuffarsi per recuperare l’ovale è stata l’immagine di una partita incolore che non gli risparmierà ulteriori critiche.

MOMENTO CHIAVE – Senza dubbio la partita è stata condizionata da un errore arbitrale nel 1° quarto, su lancio completo di Newton per un 1° down gli arbitri danno incompleto e pure dopo il challenge chiamato da coach Rivera la chiamata, inspiegabilmente, viene confermata e sul successivo snap arriva il sack di Von Miller con fumble e seguente TD Broncos per il 10-0.
Da quel momento è stato un continuo inseguimento da parte dei campioni NFC, bravi ad arrivare sulle 20 di Denver ma mai capaci di fare quello step in più per arrivare nella End-Zone.

Per il resto del match Carolina non riuscirà mai a concretizzare le molteplici chance offerte dagli avversari con anche un pizzico di fortuna su diverse situazioni come il FG sbagliato dalla 44 yds ad inizio 3° quarto con chiara falsa partenza di Aqib Talib o la FLAG tirata sempre nello stesso drive per holding poi richiamata (?).
Denver si fa prendere dal panico nell’ultimo quarto giocando molto conservativa con Manning che non converte mai il 3° down

MVPVon Miller (DE), dominante, onnipresente, duro, cattivo, decisivo con 12 sack, 2 fumble e 6 tackle, per la rima volta nella storia del Superbowl un difensore viene premiato come MVP e se lo merita tutto. È stato il giocatore più continuo di tutta la strana stagione dei Broncos, ha fatto a pezzi la linea dei Patriots nei Championship e stanotte ci ha messo il zampino in entrambi i TD di Denver.

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B