Johnson sulla sirena, George batte Kobe

Charlotte Hornets – Chicago Bulls 108-91
CHA: Kidd-Gilchrist 20, Batum 19 (13 rimb), Walker 30, Hawes 13
CHI: Gibson 11, Gasol 22 (10 rimb), Moore 12, McDermott 14

Tutto facile per i Charlotte Hornets contro i Chicago Bulls privi sia di Jimmy Butler che di Derrick Rose; partita segnata dal primo quarto che ha visto i padroni di casa chiuderlo sul 38-20 con Mike Kidd-Gilchrist autore do 10 dei suoi 20 punti finali.

Cleveland Cavaliers – Sacramento Kings 120-100
CLE: James 21 (10 rimb, 10 ass), Love 11, Thompson 2 (10 rimb), Smith 22, Irving 32 (12 ass), Shumpert 6 (11 rimb), Jefferson 10
SAC: Gay 16, Cousins 14, Cauley.Stein 13, Rondo 7 (16 ass), Casspi 16, Collison 11

Italian Job: Belinelli 8 pt (2/5, 1/3, 1/1), 1 ass in 32’

Anche a Cleveland partita senza storia con LeBron James che torna a registrare una Tripla-Doppia (21+10+10) e Kyrie Irving che chiude con 32 punti; Irving realizza 16 dei suoi 32 nel primo tempo con i Cavs che vanno al riposo lungo in totale controllo sul 61-45, nella ripresa arriveranno a toccare anche il +24. Ore contate per George Karl che al 99% dopo la pausa dell’All Star Game NON sarà più l’allenatore dei Kings.

Indiana Pacers – Los Angeles Lakers 89-87
IND: George 21, Turner 14 (13 rimb), Mahinmi 11, G.Hill 15
LAL: Bryant 19, Randle 15 (19 rimb), Williams 13, Clarkson 10, Russell 16

Paul George si scatena nel finale e batte da solo i Lakers di Kobe Bryant; a 1’26” dalla conclusione giallo-viola a comando sul +4 (80-84), Clarkson commette fallo sul tiro da 3 di George, 3/3 che da il via al break finale di 9-3 con PG13 autore di 7 punti compreso il gioco da 3 punti a 38” per il sorpasso sull’86-84. I Lakers hanno tirato 1/6 negli ultimi 71”.

Philadelphia 76ers – Los Angeles Clippers 92-98 OT
PHI: Covington 11, Okafor 14, Smith 16, Grant 17 (11 rimb), Thompson 16
LAC: Jordan 12 (21 rimb), Redcik 23, Paul 19, Crawford 23, Aldrich 10

I Philadelphia 76ers rischiano il colpo casalingo contro i Clippers ma alla fine devono arrendersi all’overtime sotto i colpi di J.J Redick; è proprio l’ex Duke che salva i Clippers con la tripla a 10” dalla sirena per l’88-88 con Jahlil Okafor che sbaglierà l’ultimo tiro.
Nell’Extra-Time L.A chiude subito il discorso aprendo la frazione con un break di 8-0 in 2’.

Brooklyn Nets – Denver Nuggets 105-104
BKN: Johnson 12, Young 20, Lopez 16, Sloan 10, Bogdanovi 12, Brown 19
DEN: Gallinai 24, Faried 22, Harris 17, Foye 11

Italian Job: Bargnani (BKN) DNP / Gallinari (DEN) 24 pt (3/9, 4/7, 6/7), 3 rimb (1 off), 7 ass, 2 rec, 1 persa in 41’

Joe Johnson si ricorda ancora come si fa a vincere all’ultimo secondo, fatto che i Dnever Nuggets di Danilo Gallinari hanno constatato stanotte; a 1” dalla fine del match Kenneth Faried porta avanti i Nuggets sul 102-104 ma c’è ancora un’ultima chance per i Nets, “Iso Joe” riceve, fa un palleggio e spara da 3, la palla bacia il tabellone ed entra sulla sirena per la vittoria Brooklyn!

Detroit Pistons – Toronto Raptors 89-103
DET: Morris 14, Ilyasova 17, Drummond 12 (13 rimb), Jackson 13, Hiliard 13, Baynes 10
TOR: Valanciunas 15, DeRozan 17, Lowry 25, Ross 18, Joseph 15

I Toronto Raptors sbancano il Palace di Detroit conquistando al 14esima vittoria nelle ultime 15 partite; squadre che entrano nell’ultimo quarto sul 65-70 per i canadesi che però vogliono chiudere la pratica subito, parziale di 11-2 nei primi 2’ del 4° periodo per il +14 (67-81) con Lowry autore di 6 punti, Detroit subirà il colpo tanto che finirà anche sul -22 (78-99).

Atlanta Hawks – Orlando Magic 110-117 OT
ATL: Millsap 22 (13 rimb), Bazemore 5 (13 rimb), Horford 27, Korver 16, Teague 21
ORL: Fournier 16, Gordon 12 (10 rimb), Vucevic 28 (13 rimb), Payton 20, Hezonja 14, Smith 14

Gli Orlando Magic si confermano bestia nera degli Atlanta Hawks battendoli nel Back-To-Back, stavolta all’overtime; Hawks che volano sul +12 (30-18) nel 1° quarto ma a 14” dalla conclusione il rookie Mario Hezonja segna la tripla del 100-101 Magic! Ci pensa Paul Millsap che subisce fallo, va in lunetta ma fa 1/2 per il pareggio, lo stesso Millsap però si farà perdonare stoppando a 1” il tiro di Oladipo e mandando il match al supplementare.
L’eroe dell’extra-time è Evan Fournier, sua la bomba a 31” per il 110-115 dopo che Korver aveva sparato quella del -2 a 19” prima.

Memphis Grizzlies – Portland Trail Blazers 106-112 OT
MEM: Randolph 26, Gasol 11, Conley 27, Chalmers 12, J.Green 12
POR: McCollum 21, Lillard 33, Henderson 16, Crabbe 13, Harkless 11

Portland vince a Memphis grazie ai 33 punti di Damian Lillard ma soprattutto grazie alla magia di Allen Crabbe sul finale dei regolamentari; a 7” dalla sirena Tony Allen va in lunetta sul 101-100 Grizzlies, l’ala non è precisa e fa 1/2, Portland va da Lillard che sbaglia da 3, rimbalzo offensivo di McCollum che sbaglia anche lui ma ecco arrivare Crabbe che sulla sirena con un tocco morbido la butta dentro per il 102-102!
Nell’overtime si decide tutto nell’ultimo minuto, Memphis arriva sul -2 (106-108) ma brucerà ben 3 occasioni in 53” per pareggiare e sorpassare gli ospiti, Lillard farà 2/2 a 6” per chiudere i giochi.

Minnesota Timberwolves – New Orleans Pelicans 102-116
MIN: Dieng 12 (12 rimb), Towns 19 (12 rimb), Wiggins 15, Rubio 11, KaVine 12, Muhammad 14
NOP: Davis 27, Cole 10, Holiday 27, Anderson 26

Nessun problema per i new Orleans Pelicans che tornano a vincere dopo 4 sconfitte a casa dei Minnesota Timberwolves; partita comandata dall’inizio alla fine per gli uomini di Gentry che entrano nell’ultima frazione avanti 70-95.

Phoenix Suns – Oklahoma City Thunder 106-122
PHX: Tucker 16, Morris 23, Chandler 11, Goodwin 20, Len 13, Teletovic 17
OKC: Durant 32, Waiters 15, Westbrook 29, Kanter 11, Payne 11

Kevin Durant dice 32 e i Thunder vincono a Phoenix ma non senza faticare; infatti si entra nell’ultimo quarto con i Suns ancora in partita sul -4 (85-89), KD però ne ha abbastanza e realizza 11 dei suoi 32 punti nell’ultima frazione compresa la tripla del 104-113 a 3’06” che di fatto ha spento le speranze locali

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • michele

    vabbè, questa andava messa in conto…si sapeva che prima o poi Iso joe avrebbe battuto un colpo per giustificare il salario annuale ( secondo giocatore piu’ pagato in assoluto) eheheheh

  • Shady

    Nelle ultime partite, offensivamente parlando, CLE è irving che pare abbia preso bene l’esclusione dall’ASG… Quando gioca cosi mi fa gode (lo so sono di parte lo adoro)
    Comunque a livello di gioco sembra essere tornati a un livello simile a quello di blatt, quantomeno ritmi bassi e palla quasi sempre a irving per fargli inventare qualcosa. Spero sia solo un momento per sfruttare il suo buon momento e far rifiatare gli altri che sembravano stanchi e che non diventi una tendenza fissa

  • In Your Weis

    Il contratto di JJ è fuori dal mondo (d’altronde sono stati gli Hawks che ci sono cascati), però va detto che negli ultimi 10 anni mi pare sia stato il giocatore con più buzzer beaters decisivi nella Lega, col secondo ben staccato…la classe è sempre eccezionale, sono sicuro che in una contender farebbe ancora la differenza, anche solo come 6° uomo. Già, ma chi se lo accatta quel contratto, seppur in scadenza?

    Per il resto vorrei segnalare il rendimento Hornets da quando è tornato Kidd-Gilchrist, 4W nelle ultime 5, e ritorno in zona playoff. Il tutto con tanti piccoli infortuni, senza contare quello di Jefferson

  • Loco Dice

    Karl vicino al licenziamento dai Kings. Qualcuno può confermare o smentire?

  • Shady

    Confermo, marc. stein sembra sicuro al 100%

  • Lorenzo Escriva

    MKG sta facendo tutta la differenza del mondo in quel di Charlotte…son felice per loro, che per colpa degli infortuni si erano un po’ persi

  • ILoveThisGame

    Se MKG ha messo su un tiro decente, come sembra da queste 5 partite, Charlotte con lui, Kemba e Batum e’ riuscita finalmente ha piazzare delle basi sulle quali costruire

  • gasp

    A giorni sembra

  • ILoveThisGame

    Che giocatore Lillard, al suo arrivo ha fatto fare lo step a Portland gia’ dal 2 anno, oggi la sta trascinando verso il 50 di W, 24 e 7 per lui, leader vero.

  • Magic

    Ben detto, JJ è un giocatore di classe cristallina, peccato abbia gettato al vento un finale di carriera che sarebbe potuto essere differente (anche se il conto in banca sorride).

  • gasp

    E non è neanche All-star…

  • Michael Philips

    ma lo è lamarcus..

  • Michael Philips

    Tripla doppia n.40 in rs per lebron. Quest’anno comunque c’è chi sta davvero piazzando triple doppie come nulla, basta vedere le quasi 20 del duo westbrook-green. Bene irving e smith che sta tirando in modo decente.

    Ieri di nuovo sprazzi del potenziale di Hezonja, clutch abbestia contro gli hawks. Ormai i fan di orlando vogliono che skiles gli dia corda, lasciandolo libero.

  • gasp

    Anche se stonava non portare almeno un giocatore della seconda miglior squadra della lega

  • Michael Philips

    c’è leonard

  • gasp

    Vero! Non mi ricordavo neanche…allora un posticino per Lillard poteva esserci, il marketing dei Blazers doveva fare di più

  • gasp

    Sta andando nella stessa strada Rudy Gay (forse l’ha già imboccata)

  • Michael Philips

    vabbè ora al posto di butler hanno preso gasol, mica irving che sarebbe è un pelino più consono alla manifestazione.

  • trizio81

    rimane