Lillard spazza via i Warriors, colpo Pacers!

Orlando Magic – Dallas Mavericks 110-104 OT
ORL: Vucevic 21 (12 rimb), Gordon 7 (11 rimb), Oladipo 17 (14 rimb), Ilyasova 16, Jnnigs 18, Smith 11
DAL: Parsongs 24, Nowitzki 11, Pachulia 11 (19 rimb), Williams 25, Barea 15, Villanueva 11

Esordio positivo e vincente per Ilyasova e Jennings con gli Orlando Magic che rimontano e battono all’overtime i Mavericks; finale infuocato dei regolamentari con Raymond Felton che a 32” sbaglia il jumper del +4 puito subito da Evan Fournier co canestro del 98-98 a 12”. Ultimo tiro per i texani nella mani di Nowitzki ma niente buzzer-beater per lui.
Nell’extra-time si scatena Victor Oladipo, realizza 5 punti consecutivi nel break di 7-0 a 13” dalla fine portando Orlandi sul +7 (108-101)

Washington Wizards – Detroit Pistons 98-86
WAS: Porter 11, Dudley 10, Gortat 15, Wall 22, Beal 17
DET: Drummond 11 (13 rimb), Jackson 16, Harris 21

Tobias Harris realizza 21 punti con la nuova maglia dei Detroit Pistons ma sono i Washington Wizards di John Wall a strappare il referto rosa per un’importante vittoria in chiave Playoffs; partita a senso unico con i capitolini che mettono subito 14 punti tra loro e gli ospiti dopo la prima sirena ()29-15) per poi entrare avanti di 22 nell’ultima frazione sull’83-61.

Brooklyn Nets – New York Knicks 109-98
BKN: Johnson 12, Young 13, Lopez 33, Ellington 11, Dloan 14 (10 rimb), Bogdanovic 16
NYK: Anthony 22, Porzingis 18, Lopez 10, Afflalo 17

Continua il brutto periodo in casa Knicks, sconfitti nel derby contro i Nets registrando il 7° K.O consecutivo; match equilibrato fino a 8’ dalla conclusione quando, arrivati sul -4 (89-85) i Knickerbockers subiscono un break di 13-0 sprofondando sul -17 (102-85) a 5’ dalla sirena finale.

Atlanta Hawks – Miami Heat 111-115
ATL: Millsap 12 (13 rimb), Horford 14, Korver 18, Teague 23, Schorder 16, Scott 13
MIA: Winslow 13, Deng 30 (11 rimb), Green 14, Dragic 17, McRoberts 19

Ottima vittoria per i Miami Heat che vincono alla Philips Arena di Atlanta senza Wade, Bosh e Whiteside, trascinati da un redivivo Luol Deng (30+11); partita combattuta che viene decisa a 3’57” dalla fine, Teague pareggia con la bomba del 98-98 ma Miami risponde con un break di 8-2 aperto con una tripla di Deng e chiuso con gioco da 3 punti di Goran Dragic per il +6 (100-106) a 3’ dalla fine. Atlanta arriverà fino al -3 ma a 15” dalla fine, basterà un libero a Gerald Green per chiudere la pratica.

Chicago Bulls – Toronto Raptors 116-106
CHI: Gasol 18 (11 rimb), Rose 26, mcDermott 30
TOR: Valanciunas 25 (12 rimb), DeRozan 22, Lowry 27, Patterson 12, Joseph 11

Altra vittoria di gran rilievo quella dei Chicago Bulls che dopo 5 sconfitte consecutiva battono i Toronto Raptors con Doug McDermott autore di 30 punti; altro finale in volata con Toronto che è sul -4 a 2’56” dalla fine e palla in mano, Lowry fa 1/2 dalla lunetta e McDermott spara la tripla del +6 (110-104)! Negli ultimi 78” invece è Derrick Rose che sale sul palcoscenico realizzando tutti gli ultimi 6 punti per i suoi.

Memphis Grizzlies – Minnesota Timberwolves 109-104
MEM: Barnes 11, Green 9 (11 rimb), Conley 25, Carter 15, Chalmers 10
MIN: Wiggins 20, Dieng 14 (12 rimb), Towns 11 (15 rimb), LaVine 22, Muhammad 12, Martin 12

Mike Conley si carica sulle spalle i Grizzlies e li trascina al successo contro Minnesota; a 80” dalla sirena finale Wiggins porta i suoi sul -1 (100-99), Barnes sbaglia da 3 ma ecco il tap-in di Vince Carter che da il via al break di 6-0 per il +7 (106-99) a 38”.

New Orleans Pelicans – Philadelphia 76ers 121-114
NOP: Davis 34, Asik 9 (14 rimb), Cole 12, Holiday 24 (12 ass), Anderson 26
PHI: Covington 15, Okafor 14, Noel 24, Stauskas 11, Smith 12, Grant 12, Canaan 13

Anthony Davis chiude con 34 punti a referto e New Orleans batte Philadelphia; Sixers che entrano negli ultimi 11’ sotto solo 94-93 ma un break di 9-2 Pelicans rimetterà 8 punti tra le due (103-95), vantaggio poi difeso fino alla fine dai padroni di casa.

Oklahoma City Thunder – Indiana Pacers 98-101
OKC: Durant 31, Ibaja 12 (11 rimb), Westbrook 23 (18 ass), Kanter 13 (10 rimb)
IND: George 22 (10 ass), Turner 16, Mahinmi 19 (11 rimb), Ellis 27, G.Hill 9 (11 rimb)

Colpo esterno della notte firmato dagli Indiana Pacers che sbancano di misura Oklahoma CIty col duo George-Ellis; Pacers che rimontano dal -7 (91-84) negli ultimi 4’ arrivando sul +4 (95-99) a 10” dopo un break di 8-0 con triple di Ellis e Turner ma i Thuder non ci stanno!
Ultimi 5” da cardio-palme con Durant che spara la bomba del -1 (98-99), George va in lunetta e non trema per il +3 (98-101), ultimo tiro per OKC nelle mani di Westbrook ma la sua tripla non vedrà il fondo della retina.

Milwaukee Bucks – Charlotte Bucks 95-98
MIL: Antetokounmpo 18 (11 rimb), Parker 23 (11 rimb), Middleton 20, Carter-Williams 14
CHA: Williams 15, Xeller 23, Walker 25, Lamb 14

Altra vittoria esterna di misura a Milwaukee con gli Hornets di Kemba Walker; stesso copione di OKC con Walker che fa 2/2 dalla lunetta a 5” e Middleton che sbaglia la tripla del pareggio sulla sirena, un Middleton che ha pure sbagliato a 6” il jumper del potenziale sorpasso dopo una palla persa di Batum.

Phoenix Suns – Houston Rockets 100-116
PHX: Leuer 16, Booker 10, Goodwin 10, Teletovic 25, Humprhies 18 (12 rimb)
HOU: Ariza 25, Howard 15, Harden 27 (10 rimb), Beverley 18, Capela 11, Harrell 10

Nessun problema per gli Houston Rockets a Phoenix con James Harden da 27+10; partita decisa dal 2° quarto dei texani (35-21) con Trevor Ariza autore di 13 dei suoi 25 punti finali, al riposo lungo Rockets avanti 45-56 senza più voltarsi indietro.

Portland Trail Blazers – Golden State Warriors 137-105
POR: Plumlee 12, McCollum 21, Lillard 51, Harkless 11, Henderson 12
GSW: Green 14 (12 rimb), Thompson 23, Curry 31, Speights 10

Al MODA Center di Portland Damian Lillard demolisce da solo i campioni in carica chiudendo con 51 punti a referto (18/28 con 9/12 da 3 !); primo quarto stellare dei Trail Blazers che lo chiudono 42-31 con 17 punti di Lillard contro i 16 di Curry, Portland resiste all’assalto dei Warriors andando negli spogliatoi avanti 68-62 e nel 3° quarto uccide la partita!
Lillard ne piazza 11 con Portland che tira col 53% dal campo contro il 46% degli avversari, parziale di 36-17 nei 12’ per il +25 (104-79)! Per andare sul sicuro il #0 di “Rip City” firmerà 20 punti nell’ultima frazione.

Sacramento Kings – Denver Nuggets 116-110
SAC: Gay 24, Cousins 37 (20 rimb), Rondo 24 (10 rimb), Cauley-Stein 10, Collison 17
DEN: Gallinari 27, Harris 14, Barton 17, Lauvergne 22

Italian Job: Belinelli (SAC) DNP / Gallinari (DEN) 27 pt (3/5, 3/6, 12/13), 3 rimb, 2 ass, 3 rec, 3 perse in 37’

Superba prestazione di DeMarcus Cousins (37+20) che guida insieme alla quasi Tripla-Doppia di Rajon Rondo (24+10+9)i Kings al successo sui Nuggets; Kings che volano sul +13 (93-80) ad inizio 4°, Denver prova la rimonta arrivando fino al -5 (111-106) a 31”, Rondo va in lunetta, mette il primo, sbaglia il seondo ma cattura lui stesso il rimbalzo, altro 1/2 per il +7 ma a 27”.

Utah Jazz – Boston Celtics 111-93
UTA: Hayward 22, Favors 23 (10 rimb), Gobert 11 (15 rimb)l Hood 11, Neto 15
BOS: Crowder 17, Bradley 12, Thomas 25, Turner 10

Utah manda tutto il quintetto base in doppia-cifra nella vittoria casalinga contro Boston; Jazz sempre al comando delle operazioni con partita uccisa a metà del 4° con un break di 7-0 per il +17 (98-81).

Los Angeles Lakers – San Antonio Spurs 113-119
LAL: Bryant 25m Randle 11 (15 rimb), Williams 21, Clarkson 20, Bass 10, Young 10
SAS: Anderson 14, Duncan 12 (13 rimb), Parker 25, Aldridge 16, Mills 15, Diaw 10, Butler 10

L’ultima sfida tra Kobe Bryant e Tim Duncan va al secondo con gli Spurs vincenti e ancora senza Leonard, per Kobe 25 punti e pure un infortunio al dito della mano destra; Lakers che se la giocano fino ad 83” dalla fine quando il “Black Mamba” spara a tripla del -4 (107-11) ma Patty Mills gli risponderà con la stessa moneta dando via ad un break di 7-0.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B