Colpo Pistons a Cleveland, record Warriors!

Cleveland Cavaliers – Detroit Pistons 88-96
CLE: James 12, Love 24, Irving 30
DET: Harris 14, Morris 14, Drummond 16 (15 rimb), Caldwell-Pope 19, Jackson 23, Johnson 10

I Detroit Pistons risorgono dopo 5 sconfitte consecutive vincendo niente meno che alla Quicken Loans Arena di Cleveland con tutto il quintetto base in doppia-cifra, male James (5/18 dal campo); Cavs che entrano nell’ultimo periodo sul -7 (68-75) ma gli ospiti piazzeranno un break di 11-0 nei primi 3’ della frazione scappando sul +18 (68-86) e mandando i titoli di coda anziempo.

Miami Heat – Indiana Pacers 101-93 OT
MIA: Deng 13 (16 rimb), Wade 16, Dragic 24, Winslow 15, Whiteside 19 (18 rimb), McRoberts 10
IND: George 31 (11 imb), Turner 16, Mahinmi 11, Young 10

Continua l’ottimo momento dei Miami Heat che battono in rimonta e all’overtime gli Indiana Pacers nel giorno del rientro di Dwyane Wade; Indiana che si mangia le mani nel finale, dopo il sorpasso di Wade dalla lunetta sull’88-87 a 4”, Monta Ellis scippa un fallo proprio al #3 di Miami andando in lunetta a 8 decimi dalla fine, Ellis però sbaglierà il1 ° e metterà il 2° per l’88-88.
Nell’extra-time c’è la firma del rookie Justise Winslow che realizza un 4/4 dalla lunetta a 61” dalla fine per il +7 Miami (98-91), overtime cominiciato con un mini-break di 4-0 firmato Dragic-Wade.

New York Knicks – Toronto Raptors 95-122
NYK: Anthony 23 (11 rimb), Porzingis 17, Lopez 21 (13 rimb)
TOR: Johnson 12, Valanciunas 20, DeRozan 22, Loery 22 (11 rimb, 11 ass), Biyombo 10, Joseph 13, Ross 12

Prima tripla-doppia stagionale per Kyle Lowry (22+11+11) nel netto successo dei Raptors nella Grande Mela; canadesi che si prendono la partita grazie ad un 2° quarto da 31-15 col 68% dal campo, 9 assist, 13 rimbalzi e 9 punti di Lowry, dal -2 al +14 (43-57) dell’intervallo.

Atlanta Hawks – Golden State Warriors 92-102
ATL: Millsap 11, Horford 23 (16 rimb), Teague 16, Schroder 18, Hardaway Jr. 12
GSW: Barbes 14, Thompson 27, Curry 26, Green 6 (14 rimb)

I Golden State Warriors firmano un altro record grazie alla vittoria conquistata stanotte ad Atlanta, squadra più veloce di sempre a raggiungere quota 50 vittorie; solito primo tempo da protocollo per i campioni in carica con Curry che realizza 19 punti dei suoi 36 per il +19 (39-58).
Hawks che però reagiscono e dal -22 piazzano un break di 30-9 arrivando fino al +3 (82-79) dopo 2’ del 4°! Golden State non si scompone, break di 16-2 con 7 punti a testa per Curry e Thompson, da -3 a +11 (84-95) a 2’36” dalla sirena finale.

Milwaukee Bucks – Los Angeles Lakers 108-101
MIL: Antetokounmpo 27 (12 rimb, 10 ass), Parker 15, Plumlee 14, Middleton 18, Mayo 12, Monroe 12, Carter-Williams 12
LAL: Bryant 15, Clarkson 15, Williams 14, Bass 11, Young 19

Tripla-Doppia anche per Giannis Antetokounmpo (27+14+10) nel successo casalingo dei Bucks contro i Lakers; squadre che vanno al riposo sul 54-48 Bucks, nel 3° quarto gli uomini di Kidd cambieranno marcia col greco che realizzerà 10 dei suoi 27 e la squadra che tirerà col 63% dal campo contro il 20% dei giallo-viola, 36-17 la frazione per il +25 (90-65).

Minnesota Timberwolves – Boston Celtics 124-122
MIN: Wiggins 17, Dieng 17 (12 rimb), Towns 28 (13 rimb), LaVine 16, Rubio 15, Muhammad 13
BOS: Crowder 27, Sullinger 12, Bradley 22, Thomas 18, Smart 17

Vittoria di misura per i Minnesota Timberwolves di un super Karl-Anthony Tows (28+13) ai danni dei Boston Celtics; T-Wolves che rischiano grosso, a 22” dalla sirena finale Wiggins fa 1/2 dalla lunetta per il +6 (123-117), segna Thomas 2 veloci, Rubio va in lunetta e fa 0/2 con tripla di Avery Bradley per il -1 (123-122) a 6”!
Minnesota di nuovo in lunetta con LaVine, 1/2 anche per lui a 1” ma per fortuna di Minnie la preghiera di Smart non verrà accolta.

Los Angeles Clippers – Phoenix Suns 124-84
LAC: Pierce 11, Jordan 17 (11 rimb), Redick 22, Paul 16 (14 ass), Johnson 11, Green 18
PHX: Len 14, Price 12, Goodwin 20, Teletovic 12, Pressey 4 (10 rimb)

Dura giusto il 1° quarto il match tra Clippers e Suns con i primi vincenti senza difficoltà; 36-17 alla prima sirena con Chris Paul già autore di 6 assist su 14 finale.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Ormai sono quasi sicuro che i Warriors ce la fanno a battere record. Fino a fine febbraio hanno 2 trasferte insidiose a mia mi è okc ma niente di troppo difficile; diciamo che ne perdono 1 ma fino al 20 marzo hanno tutte partite in casa abbordabile prima della doppia trasferta in Texas. Diciamo che arrivando a 7 sconfitte a fine marzo tolgono il record perdendo ne solo 9 o addirittura 8.insomma la storia è a portata di. Mano

  • Shady

    e forse per la prima volta nella storia lebron fece perdere una partita ai cavs, in una serata dove il carretto lo hanno tirato un ormai sempre ottimo irving e un love sempre più devastante in attacco ( bisogna ammettere che la cura Lue funziona) e che l’ho visto difendere anche due-tre volte, buono così, partite in cui comunque 3/4 della squadra litiga con il ferro ci stanno nell’arco della stagione, quindi sono felice di vedere un love sempre più integrato e con qualche piccolo lampo difensivo e un irving quasi sempre più prima opzione offensiva della squadra

  • mad-mel

    I warriors continuano a giocare gatto col topo. Partenza a razzo, poi tendono a farsi recuperare per poi vincerla con una minima accelerazione.

    Spendo due parole sui knicks: indegni. Mille passi indietro anche a livello mentale. Sembra la stagione scorsa. I po non sono ovviamente più raggiungibili, però una mentalità vincente non si crea dal giorno alla notte.
    Inoltre più il record sarà pessimo meno new york sarà appetibile nella f.a.

    PJ deve avere il coraggio di mollare la TPO.

  • lorenzo tonelli

    Sconfitta dei cavs in back to back che ci sta..si devono solo preoccupare delle ultime sette partite della stagione…tanto di cappello ai dubs…un bel traguardo…l’ennesimo di questa straordinaria annata…come la nostra insomma…già siamo tristi..e quando vedo Young miglior realizzatore mi viene male…maledetto lui e chi prima lo ha ingaggiato e poi lo paga pure…

  • gasp

    Cleveland soffre sempre Detroit e non so spiegarmi il motivo, un po’ come gli Heat dei Big Three con Utah

  • In Your Weis

    I Cavs nei back to back mi sembrano molto vulnerabili, poi vabbè, se LeBron gioca così la sconfitta arriva facile, peccato perchè ha vanificato l’ottima serata degli altri due

  • mad-mel

    Non vedo neanche il motivo di spremersi nei back to back vista la loro situazione.

  • Shady

    Non penso sia stata colpa del b2b, è proprio che a parte love e irving agli altri non ne entrava una, capita

  • brazzz

    deiciamo che avendoil 23 o pippen,oppure shaq e kobe era più facilino vincere.eh

  • In Your Weis

    Se Minnesota ha un po’ di fortuna e non fa stronzate può davvero tirare fuori qualcosa di buono dalla prossima Estate

    Purtroppo a livello di cap non sono messi benissimo (d’altronde chi è causa del suo mal…13 milioni annui a Rubio, 12 a Pekovic, 8 a KG, 7 a Martin, i 4 più pagati), pure vero che a Minneapolis non fanno la fila per giocarci, però se continuano a costruire bene e levano i parassiti dal monte salary, immagino possa divenire più attraente

    Al draft avranno una delle prime 6-7 scelte, a mio avviso mancano come il pane un playmaker (sorry Rubio, hai rotto il cazzo, va ed insegna agli angeli come tirare col 35%), l’unico davvero buono è K.Dunn. Oppure serve un lungo, uno da affiancare a Towns se lo si vuole usare da 5 tattico (Bender, Poetl, Sabonis, curiosamente i lunghi migliori sono tutti europei, ma sono anche i meno pronti a dare contributo immediato

    Towns davvero mi piace un casino, si rende utile in ogni zona del campo, per avere 20 anni mi sembra molto completo tecnicamente (85% ai liberi, eccellente) che di testa, il leader dei TWolves è già lui, con buona pace di Wiggins che non ne ha il carattere

    Speriamo non buttino al cesso tutto questo ben di Dio

  • trizio81

    una delle peggiori partite in carriera di James,one of those nights

  • gasp

    Forse mollare no, ma deve assolutamente modificarla

  • gasp

    Miami continua a vincere con lo small Ball e Whiteside che parte dalla panca, forse la perdita di Bosh ha aperto un portone

  • gasp

    Qualche mese ed è finita…

  • Lorenzo Escriva

    speriamo gasp speriamo…io incrocio le dita….