Influenza Irving? No, cimici in albergo!

Stanotte Kyrie Irving (23 anni) è sceso regolarmente in campo chiudendo con 30 punti a referto nella sconfitta casalinga dei suoi Cavaliers, un Irving che domenica ad Oklahoma City ha giocato appena 5′ prima di lasciare il campo senza farvi più ritorno, influenza? Non proprio.

Irving ah rivelato che dietro il forfait di OKC c’è stata una note praticamente insonne causa cimici in albergo (catena Hilton, ndr), ebbene nella notte precedente il #2 dei Cavs avrebbe avuto la compagnia di ben 5 scarafaggi nel letto tanto da indurlo a non chiudere occhio, queste le sue parole a Joe Vardon di Cleveland.com:

Sto benissimo! La squadra comunicò che ero soggetto ai sintomi dell’influenza, onestamente non ho dormito per tutta la notte nell’hotel dove stavamo! Mi sono trovato 5 grosse cimici sul cuscino mentre dormivo, una addirittura mi ha morso mia testa (foto, ndr), mi sono svegliato in preda al prurito e non sono più riuscito a prendere sonno. La storia che sono uscito perché avevo la nausea era una balla. Mi serviva solo del riposo.

I Cavaliers hanno alloggiato presso lo Skirvin Hilton Hotel valutato 4,5 su 5 da TripAdvior, l’ispettore ha confermato che solo la stanza di Kyrie era ifestata con el scuse del personale.

kyriebedbugs

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • gasp

    Che figuraccia che ha fatto l’hotel, non sarà la prima volta che dei milionari dormono nelle loro camere e una notte uno ci trova non una, ma ben cinque cimici…