Robertson: “Warriors? Sbagliano i coach!”

Il record dei Chicago Bulls 1995/96 adesso è nelle mani degli Oklahoma City Thunder, sabato Kevin Durant (27 anni) & Russell Westbrook (27 anni) ospiteranno i Golden State Warriors, in caso di vittoria dei campioni in carica la strada sarebbe spianata visto che mancheranno 24 gare di cui 17 in casa e perderne 5+ pare abbastanza difficile, Warriors che secondo la leggenda Oscar Robertson sono forti ma non imbattibili.

Ospite allo show radiofonico della ESPN Mike & Mike “Big O” ha elogiato i campioni in carica ma facendo presente che non hanno questo gioco così fantascientifico come si pensi:

Credo che i Warriors e altre squadre giochino davvero bene, ma guardiamo al gioco della pallacanestro, loro giocano uno massimo 2 giochi che consistono in un Pick’n-Roll alto col centro con le guardie che escono dai blocchi delle ali sulla linea di fondo, è tutto qua! Non vedi cambi di gioco, non vedi double-screen o movimenti sul lato debole. I centri non ci sono più tanto che all’All Star Game nessuno è partito in quintetto, loro giocano con 3 ali e 2 guardie o 3 guardie e 2 ali.

Secondo Mr.Tripla-Doppia questo è anche colpa della poca preparazione degli allenatori moderni:

Non penso che gli allenatori di oggi comprendano il gioco della pallacanestro, non sanno niente sulla difesa e non sanno quello che i giocatori stanno facendo in campo, parlano di statistiche e robe simili. Quando giocavo io la difesa era a tutto campo adesso iniziano a difendere dalla loro lunetta.

Non poteva mancare anche una considerazione sul dominatore della Lega Stephen Curry (26 anni):

Lui tira molto bene perché segue quella che è la pallacanestro di oggi, ci sono stati alcuni grandi tiratori in passato….Ma anche qui, quando giocavo io se segnavi più di 2 tiri da fuori, la volta dopo e lo mangiavo! Pressione dall’inizio dell’azione ma ora non lo fanno. Questi allenatori non capiscono il gioco del basket, per quanto mi riguarda.

Robertson proverbialmente l’ha toccata piano verso i Warriors, il loro gioco e soprattutto verso gli allenatori di oggi, i tempi sono cambiati come lo sono i giocatori come lo è il gioco e queste sparate fanno fatica a trovare cittadinanza.

E voi cosa pensate? Ditecelo nel sondaggio!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Weis

    Robertson è l’equivalente di mio nonno che si caga addosso. Nulla da dire come giocatore, ma sono anni che dice merda del basket odierno (quando Magic superò il suo record di assist, nel 1991, disse solo “ai miei tempi non davano assist così facilmente”)

    Quindi a sentire lui Popovic, che ne ha presi 30 poche settimane fa, è un demente che, ça va sans dire, negli anni ’60 sarebbe stato messo a pulire i cessi o a vendere gli hot dogs. Oggi ogni singolo tiro, azione, palleggio, scivolamento viene studiato, sezionato, analizzato, ogni squadra ha 1-2 allenatori che si occupano solo di coordinare la difesa, ci sono parametri analitici che ti dicono anche quante volte vai di corpo. Senza contare la difesa a zona, le sue 1000 regole, i limiti imposti dall’hand checking, e tutto il resto

    Ai suoi tempi era talmente difficile allenare che Bill Russell potè vincere non uno, ma due titoli da allenatore-giocatore, una roba che adesso non sarebbe possibile neanche in Mozambico

    Il buon Oscar ha tutto il diritto di esprimere i suoi commenti, m certe prese di posizione non hanno nulla di diverso dal vecchio che alla fermata del bus si lamenta del tempo e del governo

  • mad-mel

    Come terza opzione metti demenza senile

  • gasp

    Be che gli allenatori pensino solo alle statistiche ha ragione

  • Pingback: Leggende contro Curry, lo difende James! | NBA-Evolution()