Lowry castiga Cleveland, Walker i Pacers!

Indiana Pacers – Charlotte Hornets 95-96
IND: George 32, Turner 15, Ellis 14, G.Hill 10
CHA: Williams 26 (13 rimb), Zeller 14, Walker 22 (10 ass)

Kemba Walker colpisce di nuovo vincendo all’ultimo ad Indianapolis in un match importante nella corsa Playoffs; a 16” dalla conclusione Monta Ellis fa esplodere l’arena col canestro del sorpasso sul 95-94, possesso Hornets e palla nelle mani di Kemba che si butta dentro e a 2” realizza il layup dl 95-96 ma Indiana ha un’ultima chance. SI va da Paul George che però non troverà il fondo della retina.

Philadelphia 76ers – Washington Wizards 94-103
PHI: Covington 12 (12 rimb), Okafor 21, Stauskas 15, Smith 10, McConnell 10
WAS: Dudley 14, Porter 9 (10 rimb), Gortat 12 (11 rimb), Wall 23 (11 ass), Morris 10, Sessions 12

Doppia-doppia per John Wall nel successo dei Wizards a Philadelphia; soliti Sixers che tengono botta fino a 2’34” dalla sirena quando, sul -5 (92-97), in 52” Stauskas, Okafor e Smith sbagliano la tripla del possibile -2, Washington dalla lunetta chiuderà il discorso.

New York Knicks – Orlando Magic 108-95
NYK: Anthony 19 (11 rimb), Pozingis 18, Lopez 14, Afflalo 14 (12 rimb), Calderon 14, Thomas 11, Williams 11
ORL: Gordon 17, Vucevic 18, Oladipo 16, Dedmon 12

Ottima vittoria dei New York Knicks che mandano tutto il quintetto base in doppia-cifra contro i Magic; partita già finita dopo i primi 24’ con i padroni di casa sul 62-44 con Anthony autore di 12 dei suoi 19 punti finali.

Toronto Raptors – Cleveland Cavaliers 99-97
TOR: Valanciunas 11, Lowry 43, Ross 15, Biyombo 11
CLE: James 25, Love 20, Thompson 6 (10 rimb), Smith 13, Irving 10

Contro al vertice della Eastern Conference in quel di Toronto che ha visto ancora i Raptors imporsi sui Cavaliers, stavolta di misura con uno strepitoso Kyle Lowry da 43 punti (15/20 dal campo); a 17” dalla fine del 3° quarto Cleveland conduce 65-77 ma in un amen Lowry riapre la partita tanto che dopo 90” del 4° Raptors sul -3 (74-77).
Il match prosegue sul filo dell’equilibrio con finale cardio-palma, a 51” Lowry pareggia sul 97-97, J.R Smith sbaglia la tripla del +3 lasciando 28” ai canadesi. Lowry si inventa sulla sirena dei 24” il canestro del +2 (99-97) lasciando 3” ai Cavs, palla a LeBron ma niente Buzzer-Beater per lui anzi, airball!

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 103-88
ATL: Bazemore 17, Millsap 12 (13 rimb), Horford 18, Teague 19
CHI: Gibson 11, Gasol 16 (17 rimb), McDermott 20

Ancora senza Rose e Butler i Bulls stavolta non possono nulla ad Atlanta contro gli Hawks; Hawks che comandano all’inizio alla fine mettendo l parola fine con 2 triple consecutive firmate da Horford e Korver per il +13 (63-50) a inizio 3° quarto.

Dallas Mavericks – Denver Nuggets 122-116 OT
DAL: Parsons 17, Noeitzki 20 (13 rimb), Matthews 17, Williams 12, Lee 14 (14 rimb), Felton 16
DEN: Gallinari 12, Fared 20 (12 rimb), Harris 17, Augustin 20, Bartion 22, Arthur 13

Italian Job: Gallinari 12 pt (3/8, 1/3. 3/5), 7 rimb (3 off), 3 ass, 2 perse, 1 stop in 27’

Con una super rimonta nel finale dei regolamentari i Dallas Mavericks portano all’overtime i NUggets e li battono con Raymond Felton protagonista; a 1’50” dalla fine sembra fatta per Denver avanti 99-107, Dallas si infiamma, tripla di Williams seguita da un’altra tripla di Matthews che danno il via al break di 9-0 chiuso da Felton a 10” col canestro del 108-108! Ultimo tiro per i Nuggets nelle mani di Barton ma niente da fare.
Nell’Extra-Time Felton è scatenato, realizza 12 dei suoi 20 punti aiutato anche dagli avversari, sanguinoso lo 0/2 ai liberi di Faried a 22” sul -3 Denver (119-116).
Da sottolineare l’infortunio alla caviglia a Danilo Gallinari che lo ha messo K.O

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 107-117
SAC: Gay 23, Cousins 26 (15 rimb), Collison 18, Curry 19
LAC: Green 22, Jordan 8 (11 rimb), Redick 16, Paul 40 (13 ass), Crawford 21

Italian Job: Belinelli 2 pt (1/3, 0/1, 0/2), 1 rimb, 1 ass, 1 persa 13’

I Clippers sfruttano l’assenza di Rajon Rondo e Chris Paul chiude a referto con 43 punti e 13 assist coadiuvato anche da un ottimo Jeff Green da 22 punti schierato da #4; dopo un primo tempo equilibrato (67-64) i Clippers cambiano marcia nella ripresa, Paul realizza 13 punti e 8 assist nel 3° quarto dominato dai Clips 34-16 con Sacramento costretta al 28% dal campo, +15 (83-98) e sipario.

Los Angeles Lakers – Memphis Grizzlies 95-112
LAL: Randle 17, Russell 22, Williams 13
MEM: Randolph 15 (10 rimb), Hairston 21, Conley 17, Carter 19, Stephenson 14

Kobe Bryant da forfait nell’ultima sfida in carriera contro Vince Carter che realizza 19 punti nel successo Grizzlies; match senza storia con gli ospiti che vanno al riposo lungo avanti 50-67 con 4 giocatori in doppia-cifra a referto

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Giasone

    rispetto all’anno passato con atlanta, Toronto in una ipotetica finale contro i Cavs potrebbe non rappresentare carne da macello. Gioco ben peggiore rispetto ai falchi del “miracolo”, ma questi hanno fisicità e talento per mettere in difficoltà cleveland, e soprattutto un paio di uomini che possono tirar fuori la gara monstre. Insomma si parte da un 4a2 invece che un 4a0.

  • In Your Weis

    Certe volte viene da chiedersi davvero quanto a LeBron interessi vincere…nulla di folle a sbagliare un buzzer beater, ma l’ha preso come se fosse il tiretto al campo con gli amici, mi chiedo se non si vergogni almeno un minimo della non intensità che ci ha messo…questa è la maggiore differenza con Jordan, si capisce che non è davvero ossessionato dal perdere, altrimenti dopo 13 anni di NBA non tirerebbe 5-9 ai liberi, e non perderebbe 6 palloni, cose che a lui capitano molto più spesso che ad altri

    Sulla sconfitta Cavs posso dire che è un discorso collettivo, gli ultimi 4 minuti hanno dormito, tutti compreso Lue (come fai a non raddoppiare Lowry in post basso sull’azione che ha portato al 97 pari, davvero un mistero, gli hanno lasciato l’area totalmente aperta), e debbo dire che gli arbitri ci hanno messo del loro, tra 3° e 4° quarto hanno chiamato abbastanza a senso unico

    Comunque dubito che i Cavs siano preoccupati dei Raptors, vedendo la partita erano sopra di 10-15 con discreta facilità, vero che DeRozan era malato, come vero che Love e soprattutto Irving abbiano giocato di merda, sono un gruppo di idioti e sembra che ci godano a perdere le partite a cazzo (vedi in casa coi Celtics), ma i playoff sono un altro sport e sono abbastanza sicuro questo tipo di partite in volata le affronteranno con maggiore cattiveria e concentrazione

  • Loco Dice

    Kemba è forse il giocatore più snobbato della Lega.
    Ci sono Damiano, Wall e KD che per vari e misteriosi motivi sono piuttosto snobbati a livello di attrattività per il pubblico, però bene o male godono dello stato di superstars.
    Walker boh, a momenti non si sa manco chi sia… Ok giocare a Charlotte non aiuta, però cavoli questo è davvero tosto, e secondo me meriterebbe molte più attenzioni di quelle che ha

  • michele

    snobbato KD a me non sembra, tanto che da mesi non si parla d’altro che della sua free agency, proprio perchè è un giocatore che puo’ spostare da solo gli equilibri della lega…lillard e wall hanno davanti alcuni play di un certo peso che per adesso in carriera hanno fatto di piu’ ( curry, westbrook e paul)…metterli dietro questi tre non mi sembra snobbarli. Kemba Walker sì, ma è solo da quest’anno che gli Hornets si stanno affacciando sulla ribalta, fino all’anno scorso era difficile svettare in quel contesto perdente.

  • Loco Dice

    Ah!! Se ci fosse un premio tipo “comeback player of the year” stile Nfl, subito dopo Paul Gesorge c’è il mitico Ciccio-Felton. Sta notte l’ha vinta lui. 🙂

  • ILoveThisGame

    Raptors che si dimostrano comunque una squadra tosta che sulla singola partita puo’ battere chiunque, i dubbi rimangono nelle serie a 7 partite nelle quali possono emergere i limiti del sistema offensivo.
    Comunque fino ad ora hanno battuto Clips,Spurs,Thunder e Cavs, emesso in serissima difficolta’ i GSW ad okland all’inizio della stagione, non male

  • Loco Dice

    Il mio non era un discorso in termini assoluti, cioè non intendevo che devono essere considerati tutti allo stesso livello.
    Secondo me, KD potenzialmente è il più forte giocatore della Lega, una macchina da punti praticamente infermabile. Però sarà che non è un tipo di giocatore, ne tantomeno il goldenboy modello, non è mai stato considerato (ne credo ci sia andato vicino come immagine della lega). Per dire, al momento secondo me viene considerato dietro a Davis.

    Kemba invece, anche se limitatamente a questa stagione, sta facendo una stagione ottima e di questo nessuno ne parla (ma proprio nessuno nessuno forse tranne FMB eheh) e per questo meriterebbe un po’ più di spazio sotto i riflettori.

    Poi le cose vanno cosi e pazienza, meglio giocare bene ed essere relativamente snobbati che giocare così così ed essere continuamente sotto gli spotlight (tipo melo a NY per intenderci)

  • Loco Dice

    Il tutto senza Carroll. Che è vero che l’anno scorso è stato sculacciato da Lebron, ma è pur sempre un’ottima SF 3&D

  • gasp

    Lowry sta disputando una stagione clamorosa, gia aveva fatto sudare Curry stanotte ha fatto il carrer high contro i primi a Est e il buzzer… se c’e un’ outsider che può saltare il bancoa Est quella è Toronto

  • trizio81

    Lowry appena ti avvicinavi era fallo e se nn stavi attento era 2+1

  • michele

    mah, dietro a Davis non mi sembra….è sempre stato l’eterno numero 2, prima dietro Lebron e adesso dietro Curry…e forse qualcuno gli preferisce RW…ma credo che nessuno contesti il fatto che sia un top 5 della lega. Deve solo togliersi la scimmia del titolo.

  • Loco Dice

    Ma il mio non è un discorso su quanto è forte un giocatore, ma il rapporto tra forza del giocatore/popolarità (attrattiva verso il pubblico ecc)

  • gasp

    Kd è abbastanza snobbato da tutti…l’anno scorso stava per non fare l’ASG solo perché non giocava, quando gente come Kobe o Wade gioca anche se fa 10 partite l’anno

  • gasp

    “gli hanno lasciato l’area totalmente aperta” quando hai lunghi molli come Mozgov e Love succede spesso

  • gasp

    Comunque su LeBron dopo la stagione del quarto MVP mi da sempre l’impressione di fregarsene della RS stile Shaq…ci sono alcune volte che gioca palesemente scazzato e altre dove spinge sull’acceleratore e le partite finiscono nel terzo quarto, oppure sbaglio e solamente non riesce a tenere quel ritmo per tutta la RS e rifiata per ampi tratti di partite (anche tutta)

  • michele

    kobe e Wade sono anche due leggende, specialmente il primo, io parlo di giocatori attualmente nel loro prime…Durant è cosi’ snobbato che dai tipi di Espn è già messo davanti a Wade nella classifica all time ( nonostante il computo degli anelli sia 0 a 3).