Wall umilia i Cavaliers ma Toronto cade!

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 113-99
WAS: Porter 21, Wall 21 (12 ass), Gortat 13, Beal 17, Sessions 10
CLE: Love 12, Irving 28, Mozgov 10, Shumpert 12

Senza LeBron James i Cavaliers incappano nella seconda sconfitta consecutiva in quel di Washington per mano dei Wizards di un superbo John Wall da Tripla-Doppia; Cleveland non è mai in partita, all’intervallo Wall è già quota 18 dei suoi 21 punti finali con i Capitolini avanti 63-54, gli ospiti non escono neanche dagli spogliatoi tanto da subire un break di 9-0 con 3 triple consecutive di Otto Porter Jr. (realizzerà 15 dei suoi 21 nel 3°) nei primi 2’ di gioco sprofondando sul -18 (72-54) senza mai rientrare in partita, finirà anche sul -28 (109-91). Malissimo il duo Irving-Love

Atlanta Hawks – Charlotte Hornets 87-76
ATL: Bazemore 14, Millsap 13, Horford 13 (16 rimb), Hardaway Jr. 11, Teague 10
CHA: Williams 16, Lin 15

Atlanta domina Charlotte nel 1° quarto, si fa recuperare nel 4° ma poi con un colpo di reni si portano a casa il referto rosa, il tutto con solo 3 tiri liberi tentati; primo quarto superbo dei falchi che costringono a soli 9 punti e a 2/21 dal campo gli ospiti realizzando 25 punti col 55% dal campo e ben 17 rimbalzi, all’intervallo +14 sul 46-32 il tutto con un attacco bilanciato.
Charlotte però non molla e dal -13 (70-57) di inizio 4° periodo arriva fino al -2 (72-70) con 6’36”, Atlanta si riprende e piazza un break di 13-2 chiuso con 5 punti consecutivi di Horford per il +13 (85-72) a 1’53” che di fatto metterà la parola fine al match.

Detroit Pistons – Toronto Raptors 114-101
DET: Harris 14, Morris 14, Drummond 15 (18 rimb), Caldwell-Pope 16, Jackson 19, Blake 10
TOR: Valanciunas 11, DeRozan 20, Joseph 10, Wright 13, Ross 27

I Toronto Raptors non sfruttano il favore dei Washington Wizards e perdono a Detroit senza Kyle Lowry rimanendo a 2-0 gare dei Cavaliers: primo tempo chiuso in parità sul 52-52 ma nella ripresa i padroni di casa forzeranno i canadesi a 9/22 dal campo tirando col 77% (14/18) nel 3° quarto dominato 37-20! Toronto non rientrerà più

Indiana Pacers – Portland Trail Blazers 102-111
IND: George 11, Ellis 18, G.Hill 14, J.Hill 15
POR: Aminu 10, McCollum 19, Lillard 33, Leonard 17, Henderson 19

Damian Lillard dice 33 e i Trail Blazers sbancano Indianapolis complicando ancor di più la vita ai Pacers; eroe del match Myers Leonard, le squadre entrano nell’ultimo quarto sul +10 Portland e l’ala realizza i primi 8 punti (con 2 triple) dei suoi per il +16 (79-95)! Indiana crollerà finendo anche sul -21.

Orlando Magic – Philadelphia 76ers 130-116
ORL: Hezonja 13, Gordon 22, Vucevic 28, Oladipo 28, Payton 11 (10 ass), Smith 12, Ilyasova 10
PHI: Covington 14, Noel 10, Okafor 26, Smith 17, Grant 13, Canaan 18, Holmes 12

Agli Orlando Magic basta il 1° quarto per rifilare l’8ava sconfitta consecutiva ai Philadelphia 76ers; 40-26 dopo la prima sirena con ben 3 giocatori in doppia-cifra (Gordon 10, Vucevic 10, Oladipo 12).

Dallas Mavericks – Minnesota Timberwolves 128-101
DAL: Parsons 29, Nowitzki 10, Matthews 15, Williams 10, Lee 13, Barea 12, Anderson 10
MIN: Wiggins 15, Towns 12 (11 rimb), LaVine 10, Rubio 14, Muhammad 24

Tutto facile per i Dallas Mavericks contro i Minnesota Timberwolves con uno scatenato Chandler Parsons (29 punti con 10/15 dal campo); Parsons si scatena ad inizio 3° quarto realizzando tutti i primi 9 punti dei suoi nel parziale di 12-2 per il +19 (77-58).

New York Knicks – Miami Heat 81-98
NYK: Anthony 25, Lopez 14 (14 rimb), Thomas 12
MIA: Deng 15, Johnson 12, Dragic 13, Wade 26, Winslow (13 rimb), Whitesode 16 (11 rimb)

Buona la prima per Joe Johnson con i Miami Heat che vincono a New York con 26 punti di Dwyane Wade; NY lotta per 3 quarti entrando nell’ultimo periodo sotto solo di 4 (65-69) ma Miami comincia bene con un parziale di 13-5 per il +12 (70-82), i Knicks non ricuciranno il distacco.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    Toronto ha perso una buona occasione, ma a Detroit è dura per tutti, come sanno anche i warriors…con i pistoni e i wizards ancora fuori dai playoff ci saranno settimane infuocate ( e pure Orlando sembra in ripresa), gli stessi Celtics non sono certo sicuri della qualifcazione, sono tutte racchiuse in una manciata di w dalla terza posizione alla decima, ci aspetta un marzo molto intenso a est. Cleveland è in una fase di scarico, tanto per loro a questo punto non cambia molto…anche se devono stare attenti a non sottovalutare i Raptors. Come dissi a suo tempo, inutile esaltarsi per Lue dopo una vittoria o deprimersi per una sconfitta, Cavs andranno valutati a maggio-giugno.