Sorride Cleveland, super Westbrook e Bucks

Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 100-96
CLE: James 33, Love 13, Smith 11, Irving 22, Thompson 14 (11 rimb)
IND: George 23, Ellis 28, G.Hill 11, Budinger 11

Torna LeBron James (33 punti) e tornano alla vittoria in rimonta i Cavaliers contro i Pacers con Tristan Thompson decisivo nel finale; a 91” dalla sirena finale Matthew Dellavedova spara la tripla del 94-94, poi ecco Tristano!
Thompson prima segna il jumper del +2 (96-94) a 39” e poi la giocata chiave con la stoppata ai danni di Rodney Stuckey a 18”, palla recuperata da James che si affida a Kyire Irving dalla lunetta.

https://www.youtube.com/watch?v=c1krvED4Wr8

Washington Wizards – Philadelphia 76ers 116-108
WAS: Porter 10, Morros 16 (13 rimb), Gortat 18 (20 rimb), Wall 37, Beal 16
PHI: Grant 14, Noel 11, Canaan 13, Smith 25, Stauskas 10, Landry 15

Washington fatica ma alla fine doma i 76ers (privi di Okafor) con 37 punti di John Wall; grazie ad un ottimo 3° quarto i Sixers rimontano ed entrano avanti 82-79 nell’ultima frazione e addirittura volano sul +7 (93-86) a 8’44 dalla fine. Wall però decide che è il suo momento realizzando 8 punti nel break di 16-0 per il +9 (93-102) a 5’43”.

Boston Celtics – Utah Jazz 100-95
BOS: Crowder 22, Bradley 18, Thomas 18, Zeller 10
UTA: Haywsrd 16, Favors 11 (16 rimb), Gobert 12 (12 rimb), Hood 11, Mack 18, Lyles 18 (10 rimb)

Undicesima vittoria consecutiva in casa per i Boston Celtics che piegano gli Utah Jazz negli ultimi 50” di partita; infatti ospiti avanti 93-95 dopo la tripla di Shelvin Mack a 49” dalla fine, ma sarà anche l’ultimo canestro dei Jazz, Boston chiuderà l’incontro con un break di 7-0 con decisiva la tripla del contro-sorpasso sul 96-95 di Jae Crowder.

Milwaukee Bucks – Houston Rockets 128-121
MIL: Antetokounmpo 18 (17 rimb, 11 ass), Parker 36, Middleton 30, Bayless 18, Monroe 10
HOU: Ariza 20, Smith 10, Howard 30 (13 rimb), Harden 26, Beverley 13, Terry 12

Houston non sfrutta l’assist dei Celtics perdendo a Milwaukee sotto i colpi di Jabari Parker (36 punti), Khris Middleton (30 punti) e Gianni Antetkounmpo alla sue 2^ Tripla-Doppia in carriera (18+17+11); partita decisa a 3’44” dalla conclusione, sul -5 Houston (117-112) Parker segna in reverse dando vita ad un break di 8-0 chiuso con 2 triple consecutive di Bayless per il +13 (125-112) a 2’29”.

https://www.youtube.com/watch?v=w2EnO0i7TCY

Denver Nuggets – Memphis Grizzlies 96-103
DEN: Faried 16 (11 rimb), Jokic 10, Harris 15, Lauvergne 11, Augustin 11
MEM: Barnes 16, Randolph 22, Hairston 14, Chalmers 15, Stephenson 14

Italian Job: Gallinari DNP

I Denver Nuggets resistono per 45’ ai Memphis Grizzlies prima di lasciarli strada verso la vittroia; momento chiave a 3’39” dalla fine, sul -3 (91-94) Denver ha il possesso, Arthur sbaglia la tripla del potenziale pareggio, Randolph non punisce i Nuggets che però a loro volta perdono palla con fallo in attacco di Mudiay a 2’42”.
Stavolta ci pensa Conley a punire i padroni di casa col layup del +5 a 2’22”, Denver non segnerà più e sarà il gancio mancino do Z-Bo a chiudere i giochi a 44”.

Sacramento Kings – Oklahoma City Thunder 116-131
SAC: Acy 10, Cousins 35 (12 rimb), McLemore 14, Rondo 11 (12 ass), Collison 12
OKC: Durant 27 (10 rimb), Ibaka 12, Westbrook 20 (13 rimb, 15 ass), Kanter 23, Waiters 22, Singler 11

Italian Job: Belinelli 6 pt (3/4, 0/2 da 3), 3 rimb, 2 ass in 16’

Russell Westbrook firma la Tripla-Doppia numero 8 stagionale (20+13+15) nella notte in cui i Thunder tirano con la miglio percentuale dal campo dell’annata (57%), Sacramento non può nulla; ad inizio 4° periodo Cousins e Casspi portano i Kings sul -7 (90-97) riaprendo la partita che però verrà immediatamente chiusa da un break di 10-0 OKC per il +17 (90-107).

https://www.youtube.com/watch?v=xMZ0-41kTyY

Los Angeles Clippers – Brooklyn Nets 105-95
LAC: Jordan 10 (10 rimb), Redick 19, Paul 23 (12 rimb), Crawford 26
BKN: Bogdanovic 19, Young 9 (11 rimb), Lopez 25 (10 rimb), Ellington 13, Sloan 10, Robindon 5 (10 rimb)

Nella notte in cui il proprietario Steve Balmer presenta la nuova mascott (Chuck The Condor) i Clippers battono i Nets grazie ai 26 punti uscendo dalla panchina di Jamal Crawford; Brooklyn sta in partita fino ad inizio 4°, arriva sul -2 subisce la tripla di Crawford (85-80) e per ben 5’ non segnerà più dal campo. I Clips metteranno solo altri 2 punti ma quel +7 sarà sufficiente per portare a casa il referto rosa.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • brazzz

    fra me e i sixers bella lotta…complimentoni…

  • Shady

    brutta aria in casa cavs, non un sorriso, non un balletto o una “scenetta” da parte di lebron dopo un classico 2+1 o una delle sue magie… il cazziatone c’è stato di sicuro, basti pensare alle parole di j.r., ora vedremo come reagiranno irving e love… devono capire cosa vogliono fare da grandi, essere semplici All-Star oppure giocatori vincenti?

  • gasp

    Parker fa il carrer high senza MCW credo non sia un caso… peccato che la stagione dei Bucks sia (forse) andata, devono prendere un 3&d e scambiare MCW

    Cousins continua essere il re del losing effort, 35+12 ma irritante come poche volte

    P. S perché c’è sto mortorio?

  • michele

    bisogna anche trovare un equilbrio secondo me…dopo la vittoria a OKC c’era chi esaltava Lue per aver rigenerato Love e dato un gioco ai Cavs, adesso sono arrivate un paio di sconfitte brutali e partono le critiche. I Cavs sono cosi, alti e bassi ( piu’ i primi per loro fortuna),

  • michele

    è il post-Michael Philips ehehhe….io spero che torni, come spero torni anche low profile: sono due defezioni pesanti, erano due colonne della sezione commenti.

  • In Your Weis

    I Cavs sono psicoanalizzati in ogni minimo dettaglio perchè sono la squadra di LeBron, ma è giusto quanto detto da altri, non si possono esaltare per una W ad OKC e poi farli passare per una squadra da bassifondi quando le prende a Washington

    Ricordiamoci che Cleveland può tranquillamente finire con 60W, un miglioramento rispetto al 2015, il tutto giocando due mesi senza Irving e Shumpert. Hanno vinto bene contro gli Spurs e ad Oklahoma City, e se non fossero così masochisti l’avrebbero portata a casa pure contro i Raptors. In un’annata normale sarebbe comunque un’ottima stagione, in questo 2016, con i Warriors che ne vinceranno più di 70 e gli Spurs subito dietro, ne parlano come se stessero per retrocedere in CBA

    Rimangono dei problemi, Love per me rimane un cacasotto e dubito si farà trovare pronto quando arriveranno davvero tempi duri, ma difficile non vederli in finale, e lì si parte da 0-0, e gli imbattibili Warriors per arrivarci debbono comunque passare su almeno 2 tra Clippers, Thunder e Spurs

    Le squadre di LeBron sono così, in RS viaggiano a ritmi medio-bassi, e tendono a salire di colpi in post season. Dubito li vedremo perdere partite come quella contro i Celtics o i Raptors a Maggio. Resta il fatto che io non vedo grossi miglioramenti di gioco o atteggiamento sotto Lue, e questo si è preoccupante, dato che è la regular season il momento per sperimentare ed in caso sbagliare

    Sui Bucks, 12 mesi fa, al momento dello scambio Knight-MCW feci un post in cui mi chiedevo che cazzo passasse per i cervelli della dirigenza. Il record post ASG e quello di quest’anno direi che semplificano il concetto, senza contare che l’arrivo di Monroe finora ha pagato pochissimo

    Squadra da cambiare in fretta per non perdere tutto quel talento, serve un play vero e qualcosa in zona lunghi, qui c’è materiale da 50W ma una chimica pessima, ed anche Kidd pare aver fatto due passi indietro rispetto al 2015. Spero si ravvedano

  • gasp

    “l’addio” di Mp mi è sembrato abbastanza infantile sinceramente, non capisco perché uno non commenta più solo perché deve leggere troll o altro…fortuna che siamo in un forum e chi non ti garba puoi non leggerlo

  • Barone birra

    Quoto in toto si è comportato da bambino viziato.

  • Barone birra

    Si è comportato come un 14 enne viziato. A me non manca di certo

  • Barone birra

    Su Lp invece sono d’accordo