Bryant allo stremo ma: “Non mi fermo!”

Dopo 2 partite di riposo stanotte solo 10′ in campo per Kobe Bryant (37 anni) nella sconfitta in quel di Denver dei suoi Los Angeles Lakers, il “Black Mamba” sta arrivando davvero al lumicino delle forze colpa anche il solito dolore alla spalla che lo tormenta da inizio 2016, ma lui non demorde.

Le condizioni di Kobe sono evidenti e nel post-partita, alla domanda se ha pensato di salutare la stagione aznit-tempo, ha risposto così a Baxter Holmes di ESPN Los Angeles:

Non posso farlo! Ci sono tipo 20 partite alla fine della stagione, finché posso giocare giocherò!

Allo stesso tempo ammette che il dolore ala spalla è a volte insostenibile, sa che i rischi di riaggravare l’infortunio dell’anno scorso sono alti ma allo stesso tempo vuole evitare di tornare in sala operatoria:

È davvero doloroso, sento dei “click” e cose simili mentre gioco, devo provare a rimanere al massimo fino alla fine. Non voglio fare qualcosa che mi costringa a tornare sotto i ferri, non voglio che accasa di nuovo quindi stiamo agendo in maniera intelligente per evitare problemi, però apprezzerò ancora quello che succederà fino alla fine.

Bryant ad oggi ha giocato 50 partite su 62 disputate dai Lakers con 16.8 punti (35% dal campo) e 4.1 rimbalzi in 28′ di utilizzo.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • brazzz

    basta dai