Clippers rimonta da paura, Spurs-Playoffs!

Orlando Magic – Chicago Bulls 102-89
ORL: Hezonja 21, Gordon 13 (15 rimb), Vucevic 24, Oladipo 17, Payton 9 (12 ass)
CHI: Gasol 12, Rose 16, McDermott 11

Altra brutta sconfitta per i Chicago Bulls che perdono nettamente ad Orlando contro i Magic; padroni di casa che vanno al riposo lungo sul 60-50 e per tutto il secondo tempo gli ospiti non riusciranno mai and andare sotto la doppia-cifra di scarto anzi, finiranno anche sul -20 ad inizio 4° (94-74).

https://www.youtube.com/watch?v=zEX3s2csAYE

Philadelphia 76ers – Charlotte Hornets 99-119
PHI: Covington 17, Noel 17, Canaan 17, Smith 12, Thompson 10
CHA: Batum 12, Williams 14, Zeller 15, Walker 30, Lin 14

Kemba Walker scrive 30 a referto nella vittoria degli Hornets a Philadelphia; Sixers che stanno in partita fino ad inizio 4° quarto, sul -9 (74-83) ecco il break di 11-4 per il +16 (78-94) Charlotte.

Boston Celtics – Portland Trail Blazers 116-93
BOS: Crowder 12, Sullinger 15 (11 rimb), Bradley 17, Thomas 30, Smart 15 (11 rimb), Jerebko 10
POR: McCOllum 17, Lillard 20, Crabbe 10

In quello che un tempo era il Boston Garden i Celtics non perdono più, 12esima vittoria consecutiva per gli uomini di Brad Stevens rei di aver piegato i caldi Trail Blazers col solito Isaiah Thomas; Boston va al riposo lungo sul 61-55 e apre il 3° con un break di 7-0 volando subito sul +13 (68-55), Portland è impotente e la terza frazione reciterà 30-12 Celtics con gli ospiti fcstretti al 23% dal campo

https://www.youtube.com/watch?v=3roJfsNRPWI

Toronto Raptors – Utah Jazz 104-94
TOR: Valanciunas 10, DeRozan 31, Lowry 32, Ross 11
UTA: Hayward 26, Favors 15, Gobert 10, Neto 10, Burke 11

DeMar DeRozan e Kyle Lowry combinano per 63 punti e Toronto supera Utah, per i Raptors si tratta dell’11esima vittoria filata in casa; Jazz che danno filo da torcere ai canadesi, a 3’ dalla sirena finale match aperto sul -4 Utah (96-92) ma ecco il break finale di 8-2 che chiuderà i giochi

Houston Rockets – New Orleans Pelicans 100-95
HOU: Howard 16, Harden 39 (12 rimb), Beverley 15
NOP: Cunningham 16, Davis 12, Gordon 14, Cole 21, Holiday 13, Anderson 14 (10 rimb)

Houston stavolta sfrutta la sconfitta dei Jazz e batte in rimonta in casa New Orleans grazie alla quasi Tripla-Doppia di James Harden (39+17+7); a 3’ dalla fine Pelicans avanti 87-93, Houston cambia marcia chiudendo la partita con un parziale di 13-2, decisiva la tripla di Patrick Beverley a 51” per il sorpasso sul 97-95!

https://www.youtube.com/watch?v=LRdwOTQztGI

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 104-98
MEM: Randolph 19, Andersen 10, Conley 24, Green 15, Chalmers 15
SAC: Casspi 12, Acy 11, Cousons 18 (16 rimb), Rondo 6 (17 ass) Belinelli 16, Collison 17

Italian Job: Belinelli 16 pt (5/8, 2/7 da 3), 1 rimb, 4 ass, 1 persa in 25’

Memphis batte Sacramento e continua a difendere con onore il suo posto nei Playoffs; dopo aver toccato il +16 all’intervallo i Grizzlies allentano la cinghia, i Kings ne approfittano e nel 4° periodo la partita è combattuta con finale in volata!
Memphis a +3 (100-97) a 1’45” dalla conclusione, palla ai Kings con Collison che perde la palla, sul capovolgimento Vince Carter cerca la bomba per uccidere il match, sbaglia ma c’è rimbalzo offensivo convertito da Mike Conley per il +5 (102-97) a 49” che di fatto segnerà la partita.

Milwaukee Bucks – Indiana Pacers 99-104
MIL: Antetokounmpo 22, Parker 18, Middleton 13, Bayless 11, Monroe 16
IND: George 15 (10 rimb), Turner 12, Mahinmi 10, Elli 10, G.Hill 10, J.Hill 19, Stucket 15

Importante e preziosa vittoria in trasferta per gli Indiana Pacers che mandano 7 giocatori in doppia-cifra a referto a Milwaukee con brivido; finale in volata con Milwaukee che arriva sul -3 (99-102) a 16” dopo un gioco da 3 punti di Middleton, va in lunetta Paul George e commette un clamoroso 0/2 lasciando 14” ai padroni di casa, si va da Middleton ma per fortuna di Indiana sbaglierà la tripla del possibile pareggio, chiuderà Solomon Hill dalla lunetta.

https://www.youtube.com/watch?v=yZsQtd0xBI0

Minnesota Timberwolves – Washington Wizards 98-104
MIN: Wiggins 17, Towns 14 (15 rimb), LaVine 21, Rubio 22, Muhammad 11
WAS: Gortat 12, Wall 14 (12 ass), Beal 26, Anderson 18

La panchina dei Washington Wizards sale in cattedra con Bradley Beal ed Alan Anderson conquistando il 4° referto rosa consecutivo; è proprio Beal che spegne i sogni di rimonta di Minnesota quando a 3’52” spara la tripla del +10 (90-100) dopo che Muhammad aveva sbagliato il layup del potenziale -5 in un break aperto di 7-0. Wizards che con questa vittoria si portano a sole 0.5 gare dai Playoffs ad East a pari record con Chicago.

San Antonio Spurs – Detroit Pistons 97-81
SAS: Leonard 27, Aldridge 23 (10 rimb), Duncan 12, Parker 10
DET: Harris 16, Morris 16, Drummond 9 (14 rimb), Jackson 11, Baynes 12

Chi invece ha già il biglietto per i Playoffs 2016 sono i San Antonio Spurs, la 29esima vittoria casalinga vale l’accesso alla Post-Season, battuti i Pistons nella ripresa; primi 24’ equilibrati sul 52-51 Spurs, poi il solito cambio di marcia degli uomini di Popovich che aprono la ripresa con un break di 12-3 per il +10 (64-54) senza più girarsi indietro.

https://www.youtube.com/watch?v=otvYAcvFY3Q

Denver Nuggets – Los Angeles Lakers 117-107
DEN: Faried 10, Jokic 14, Harris 16, Mudiay 22, Barton 11, Augustin 26, Lauvergne 7 (10 rimb)
LAL: Randle 17, Clarkson 13, Russell 24, Bass 11

Italian Job: Gallinari DNP

Kobe Bryant gioca appena 10’ a Denver per via del dolore alla spalla e i Nuggets battono i Lakers con uno scatenato D.J Augustin; match deciso negli ultimi 2’45”, sul -5 giallo-viola (106-101) Denver piazza la zampata decisiva con 7-0 per il +12 (113-101) con 5 punti di Augustin

Los Angeles Clippers – Oklahoma City Thunder 103-98
LAC: Jordan 20 (18 rimb), Redick 16, Paul 21 (13 as), Johnson 11, Crawford 12
OKC: Durant 30 (11 rimb), Ibaka 11, Westbrook 24 (12 ass)

Pazzesca rimonta dei Los Angeles Clippers che dal -22 battono gli Oklahoma City Thunde rin un match molto importante per il 3° posto ad Ovest; al riposo lungo c’è solo una squadra in campo con OKC avanti 38-58 (Durant 16 punti), nel 3° quarto la musica non cambia perché si entra negli ultimi 12’ sul +17 Thunder (68-85).
Nel 4° gli uomini di Rivers si infiammano e quelli di Donovan spariscono dal campo tirando col 25% dal campo, 35-13 il parziale della frazione con DeAndre Jordan uomo sorpasso grazie ad un gioco da 3 punti per il 99-97 a 1’12” e poi Jamal Crawford autore di un canestro in pieno stile playground per il +4 (101-97) a 38”.

https://www.youtube.com/watch?v=c5x1bXnQfI0

STANDINGS

Standings33

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Hanamichi Sakuragi

    che stagione boston.. ma ancora più pazzesca portland… lo dissi dopo 10 partite che il blazers mi avevano stupito.. ora strabuzzo gli occhi.

    la butto li.. chi sono secondo voi i primi 10 giocatori della lega? non l’ordine i primi 10 sparsi. Paul George secondo voi rientra in questo gruppo oggi?

  • In Your Weis

    Non ci posso fare niente, ogni volta che vedo Carter schiacciare ho le lacrime agli occhi…non solo è il più grande schiacciatore di sempre, è anche il miglior dunker over 35 di sempre. Sono sicuro che non avrebbe problemi a sparare un mulino anche ora che va per i 40

  • Barone birra

    Ormai è chiaro che okc ha dei problemi enormi nei finali di partita : i 2suoi fenomeni hanno statistiche horror negli ultimi quarti in special modo Russell e se Toppi nei momenti chiave non potrai mai vincere una serie equilibrata e tanto meno in titolo. Spurs di nuovo si play offs mentre Charlotte per mio sommo gaudio sonoro quasi dentro ormai.

  • Barone birra

    Il coach off the year lo vincerà l’allenatore dei dubs ma un pensiero a darlo a quello di Boston?

  • Barone birra

    Ti piace anche vince dopo l’ammiraglio scoprì che abbia in comune molti più di quanto credevo sul basket

  • Stevens C.O.Y
    Invece chiedo a voi, chi va per il 6° uomo? Whiteside sta viaggiando a cifre stratosferiche da quando è stato retrocesso a 6° uomo..ma è eleggibile?

  • In Your Weis

    Se non erro, per essere eleggibile a 6° uomo bisogna essere partiti dalla panca il 50% della partite giocate + 1 (ammetto che erano le regole di 20 anni fa, magari le hanno cambiate). Direi quindi che LatoBianco è fuori dai giochi, dato che è partito dal pino solo 11 volte su 51, e mancando 22 partite, non fa in tempo a superare il 50%

    Se Washington finisce bene a va ai playoff non escluderei la nomina di Beal. altrimenti direi che Jamal Crawford torna di stretta attualità, il suo 2016 per ora è stato notevole

    COY Stotts tutta la vita, con il massimo rispetto per Stevens che sta facendo un lavorone. Ma Boston bene o male ce l’aspettavamo a questi livelli dopo la buona stagione passata, Portland ha perso 4/5 del quintetto, si è riempita di scarti e journeymen, ed è saldamente in zona playoff nella conference più forte

    Certo però che non dare il premio ad una squadra che potrebbe vincerne 75 su 82 è tosta

  • GiantBaba

    Curry, Durant, Lebron, Paul, Leonard, Westbrook, A. Davis, Harden secondo me sono sicuramente davanti a George. A completare la classifica, oggi io metterei Lillard (la cosa al momento piu’ vicina a Curry nella lega) e Cousins (che non se lo merita e’ vero, pero’ come talento e’ veramente al di sopra di tutti gli altri), Cmq per gli spots 9-10 della lista, con due fra: George Butler Wall e Blake non si sbaglia, dipendendo da simpatie/infortuni.

  • mad-mel

    Ma ci sono novità su Blake?

  • Appena pubblicate nelle Short News

  • Verissimo però Stevens è riuscito a confermare e migliorare l’identità di una squadra priva di stella con giocatori lunatici (Thomas, Sullinger, Turner, Smart, Bradley) migliorando anche giocatori buoni come Crowder.
    Tutti bravi ad arrivare ma il difficile è restare, lui ci è rimasto e ha pure migliorato.

    Stotts è bravo, ha saputo amalgamare il materiale umano che ha, tirando fuori giocatori interessanti ma avere un Lillard in squadra aiuta; uno che ti garantisce 30 di media con picchi di 50 è un lusso. Stevens non ha la superstar, Boston per vincere deve avere la squadra bilanciata.

  • tommy23285

    Interessante il giochino dei 10 mi piace. Secondo me ad oggi uno tra klay e green andrebbe messo. Se i dubs stanno facendo questa stagione super non è solo X curry che io adoro ma xe ha tanti giocatori davvero forti e X me llay migliore nel suo ruolo se si guardano i due lati del campo. Certo che sceglierne 10 davvero difficile e dura togliere qlc X far spazio a green o klay.

    Miei 10 lbj, kd, wes, Leonard, Davis, cousins, paul, Griffin, curry, e lillard. A malincuore X me oggi fuori butler e harden xe comunque lillard con squadra inferiore sta trascinando Blazers ai playoff e harden xe nn incide dietro e poco leader della squadra. Fortissimo ma quando lo vedo non mi da l’idea di essere leader guida ed esempio X i compagni come steph che in difesa non è un fenomeno ma almeno si sbatte e ci prova.
    Spiace anche X wall ma Griffin secondo me è superiore poi sono gusti xo gli altri nn si possono lasciar fuori e qualche scelta va fatta.
    Certo che visto in ottica olimpiade non invidio chi deve sceglierne 12. Io ad oggi aggiungerei ai 10 klay e green e ci siamo. Poi a casa lillard X troppi esterni e portare un ricambio sotto visto Davis che si infortuna spesso, potrebbe andare bene un giocatore che difende si sbatte e prende rimbalzi senza pretender palla in attacco.
    Che lega di fenomeni comunque

  • tommy23285

    Coy bella lotta tra stevens e stotts, davvero bravi allenatori forse con leggera preferenza X stevens xe comunque Portland un all stars ce l’ha!
    Anche se difficile X come è la lega che non lo diano ai dubs se battono record bulls e forse direi che ci siamo. Da tifoso gsw in ottica playoff vedo davvero duro scontro vs gli spurs, speriamo bene Xe hanno kawai che è l’unico in grado di marcar e limitare per davvero steph

  • gasp

    Come sesto uomo metterei Oladipo o anche Lin

  • Hanamichi Sakuragi

    i miei 10: Curry, Durant, Lebron, Paul, Leonard, Westbrook, A. Davis, Griffin, Cousins, lillard

  • Hanamichi Sakuragi

    si però portland è a ovest e boston è a est.. e che lillard arrivasse a questi livelli, almeno per me è una sorpresa tipo harden ai rocketts il primo anno

  • In Your Weis

    Boston gioca ad Est, e già lo scorso anno era andata ai playoff. Quando hai un nucleo giovanissimo, il minimo che ti aspetti è di crescere anno dopo anno, e consideriamo che quest’anno tolto Smart hanno goduto di ottima salute

    Portland gioca ad Ovest, ha perso tutto il quintetto tranne Lillard, riempendo il roster di signor nessuno scartati da tutti che Stotts ha reso perfettamente funzionali al suo gioco. Giusto dare meriti a Damien ma nella sua grandezza non dimentichiamo che nelle 6 partite saltate Portland ha comunque finito 3-3, a dimostrazione della bontà del coach

  • michele

    beh, se si parla di scarti anche Boston ne ha parecchi, Turner e Thomas su tutti ( quest’ultimo regalato da Phoenix, colpaccio di Ainge)…comunque inutile discutere su chi sia meglio, sia Boston, sia Portland sono due splendide realtà e i loro coach ne sono i bravi condottieri.

  • michele

    dai, Lillard è da 2-3 anni uno dei migliori play della lega, roy al debutto, poi ricordiamo la serie contro Houston del 2014 decisa proprio da una sua tripla clamorosa a fil di sirena in gara 6. Cio’ detto stagione straordinaria dei Blazers che ieri forse hanno patito un po’ di stanchezza per il b2b, e prestazione perfetta dei Celtics.