Autorità Cavaliers, super ritorno di Butler!

Cleveland Cavaliers – Boston Celtics 120-103
CLE: James 28 (11 rimb), Love 10, Mozgov 10, mith 14, Irving 20, Thompson 12, Shumpert 12 (16 rimb), Dellavedova 10
BOS: Crowder 12, Sullinger 17 (13 rimb), Bradley 12, Thomas 27, Turner

Bella vittoria dei Cleveland Cavaliers che vanno sotto, rimontano e poi dominano i Boston Celtics mandando 8 giocatori in doppia-cifra a referto; inizio disastroso dei padroni di casa che finiscono subito sul 18 nel 1° quarto, nel 2° sale la difesa e con essa che il rendimento di James e Irving, dal +18 al +1 Celtics all’intervallo (54-55).
La svolta arriva a cavallo tra 3° e 4°, sul +3 Cavs (6-83) a 62”, tripla di Dellavedova che scaturisce il parziale di 13-2 Cavs per il +14 (99-85) senza più girarsi indietro.

https://www.youtube.com/watch?v=BDWDgdU4utc

New York Knicks – Detroit Pistons 102-89
NYK: Anthony 24 (10 rimb), Williams 10, Lopez 21, Afflalo 20, O’Quinn 10
DET: Harris 18, Drummond 21 (16 rimb), Blake 13

Invece rischia di diventare una sanguinosa sconfitta quella dei Detroit Pistons a New York contro i Knicks di Carmelo Anthony; padroni di casa e padroni della partita nel 1° tempo chiuso sul 57-42 con Arron Afflalo autore si 15 dei suoi 20 finali.
Detroit arriverà fino al -4 (81-77) ad inizio 4° ma poi subirà un parziale di 13-2 ri-tornando sotto di 15 a 5’55” dalla fine.

Washington Wizards – Indiana Pacers 99-100
WAS: Morris 14, Gortat 8 (17 rimb), Beal 12, Wall 25 (12 ass), Temple 11, Nene 10
IND: George 38, Ellis 17, G.Hill 12, J.Hill 10

Paul George dice 38 punti nella Capitale nel successo di misura e fondamentale dei Pacers nella lotta Playoffs, per i Wizards nuovo infortunio a Bradley Beal; a 10” dalla fine Nene va in lunetta sul 98-98, il brasiliano fa 1/2, sul capovolgimento George conquista il fallo di Alan Anderson ed è gelido dalla linea della carità, 2/2 e +1 Pacers con 3” da giocare.
Washington si affida a Wall ma niente da fare sulla sirena.

https://www.youtube.com/watch?v=NeLd3OEBIIM

New Orleans Pelicans – Utah Jazz 94-106
NOP: Davis 29 (11 rimb), Holiday 22
UTA: Hayward 24, Favors 28 (11 rimb), Gobert 5 (18 rimb), Hood 11, Mack 11, Booker 11

Tornano a vincere gli Utah Jazz e lo fanno col duo Hayward-Favors in quel di New Orleans; match deciso negli ultimi 2’33” del 3° quarto, sul 70-70 break di 14-0 Jazz con 6 punti a testa per il duo, 70-84 Utah e partita in ghiaccio.

Minnesota Timberwolves – Brooklyn Nets 132-118
MIN: Wiggins 26, Towns 28, LaVine 21, Rubio 16 (10 ass), Muhammad 15
BKN: Robinson 18 (17 rimb), Reed 14, Browns 23, Larkin 18, Kilpatrick 19

I Minnesota Timberwolves registrano il record di franchigia per percentuale al tiro (68,4%) e battono i Brooklyn Nets; partita già finita dopo i primi 24’ con i T-Wolves a condurre le danze sul 68-51 col 68% dal campo e Wiggins autore di 16 dei suoi 26 punti finali.

Chicago Bulls – Houston Rockets 108-100
CHI: Dunleavy 12, Gasol 28 (17 rimb), Butler 24 (11 rimb), Rose 17
HOU: Ariza 11, Howard 8 812 rimb), Harden 36, Beverley 10, Brewer 12

Torna Jimmy Butler (24+11+6) dopo 11 gare di assenza e i Bulls battono gli Houston Rockets rimanendo agganciati al treno Playoffs ad East; Chicago gioca bene e tocca diverse volte la doppia-cifra di vantaggio, texani che però con il Buzzer-Beater du Brewer sulla sirena del 3° si portando sul -8 (83-75), i Bulls non si scompongo e l’altro rientrane, Nikola Mirotic, spara 3 triple nel break di 9-0 con cui gli uomini di Hoiberg aprono il 4°, +17 (92-75) e partita finita.

https://www.youtube.com/watch?v=zIgnghc5Ung

San Antonio Spurs – Sacramento Kings 104-94
SAS: Leonard 25 (13 rimb), Diaw 11, West 12, Ginobili 22
SAC: Acy 16, Cousins 31, Collison 12

Italian Job: Belinelli 7 pt (2/8, 1/3 da 3), 3 rimb (1 off), 1 ass, 2 rec, 2 perse in 22’

Senza 3 titolari (Duncan, Aldridge, Green) San Antonio archivia i Kings conquistando la 30esima vittoria casalinga su 30; Kings che stanno in partita nel primo tempo andando al riposo lungo sotto solo di 3 (57-54), nel 3° San Antonio li limiterà a soli 13 punti (6/17 dal campo) segnandone 29 di cui 13 firmati Manu Ginobili e 11 Kawhi Leonard, dal +3 al +19 (86-67).

Los Angeles Clippers – Atlanta Hawks 97-107
LAC: Green 14, Pierce 11, Jordan 17 (11 rimb), Redick 10, Paul 17 (11 ass), Rivers 11
ATL: Bazemore 17, Millsap 20 (18 rimb), Horford 11 (12 rimb), Korber 10, Teague 22, Schroder 16

Gli Atlanta Hawk conquistano Hollywood vincendo sia con Lakers e con i Clippers, superba prestazione del suo Millsap-Horford; a 5’07” dalla conclusione DeAndre Jordan fa 1/2 dalla lunetta per il -1 Clips (91-92), Atlanta risponde con un break di 7-0 chiuso da un gioco da 3 punti di Jeff Teague per il +8 (91-99) a 3’41” segnando di fatto l’esito del match e facendo un grande favore agli Oklahoma City Thunder

STANDINGS

Standing63

TOP 10

https://www.youtube.com/watch?v=hvtwQvl2CHc

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • michele

    beh, direi che Butler è mancato parecchio ai Bulls…..ripeto, è palese che non siano una squadra da titolo e nemmeno da finals, ma se sono scivolati cosi’ in basso è stato solo a causa della sua assenza, al completo ai playoff ci vanno senza problemi: non ho capito il tiro al bersaglio nei loro confronti dei giorni scorsi. Sconfitta dei Celtics scontatissima, d’altronde non si puo’ certo pensare di vincerne due su due a casa dei campioni della Eastern, con Lebron ieri molto ispirato. Arbitraggio un po’ casalingo soprattutto nel momento della rimonta Cavs nel secondo quarto, ma anche questo abbastanza prevedibile, andiamo avanti.

  • Shady

    belle due vittorie in b2b dei cavs che servono a turare un po’ su il morale dopo una settimana di merda… l’aspetto positivo è che lebron sembri cominciare sempre più a ingranare (piano piano), dato che sta cominciando a sfiorare la tripla doppia ancor più del solito, not bad… irving secondo me dovrebbe imparare a gestirsi meglio durante le partite, ci sono attimi in cui va a mille e poi momenti in cui è palesemente spompato, inoltre dovrebbe ancora scegliere più accuratamente i tiri da prendere, però dopo tutto il suo lo fa ogni sera, sono fiducioso su di lui in chiave PO….
    love… boh… adesso c’è da dire che i cavs lo servono di più, pure in post, non è più trattato come un tiratore sugli scarichi però seppure a trovato qualche ventello in più continua a essere discontinuo da paura, il problema principale ora è nella sua testa, mi ci gioco il culo che il 90% dei vari “siamo molli” di JR LBJ e TT erano riferiti a lui… iniettategli una fiala di adrenalina, un po’ di testosterone non so, ma fate qualcosa

  • gasp

    Però Beal è veramente sfigato, ritorna in quintetto tac si fa male…se sta estate chiede il max io se fossi la dirigenza Wiz ci penserei bene a darlo, specialmente se ci fossero reali probabilità di arrivare a KD

  • ILoveThisGame

    Finalmente James sta iniziando a giocare il pick’n’roll off the ball da bloccante, se riceve in movimento e’ inarrestabile, attira aiuti e si aprono gli spazi per il lungo che taglia o per i tiratori, lui tendenzialmete li vede sempre.
    Cavs che partono male ma che nel 2 accorciano le distanza con James in panca, fare un parziale da 10 0 con LBJ seduto e’ una cosa piu’ unica che rara per i cavs, segnali incoraggianti.
    Love non e’ riuscito a trovare ritmo, a mio avviso e’ stato comunque utile e in difesa qualcosa ha combinato ma l’ultimo quarto se l’e’ fatto in panchina insieme a Irving, quintetto Delly, Jr, Sumpert, James, TT in difesa fa paura e in attacco puo’ dire la sua, saranno fondamentali le % di Shumpert, se riesce ad arrivare almeno al 33 34% puo’ stare tato in campo( come sta notte) se no bisogna fare spazio ad Irving, Love o Jefferson perche’ 3 su 5 che non segnano da 3 nell’NBA odierna non se li puo’ permettere nessuo.

  • trizio81

    sacrosanto….quest’anno comunque i numeri di Love sono inferiori rispetto anche all’anno passato

  • ILoveThisGame

    Love sta giocando peggio dello scorso anno in attacco ma in difesa almeno si impegna e qualche buona giocata la fa, salisse un minimo con le % sarebbe perfetto indipendentemente dal numero di punti che fa perche’ a seconda della serata si prende 6 tiri o 16, e’ difficile anche per lui farsi trovare sempre pronto non sapendo mai cosa lo aspetta.

  • michele

    Love è l’unico problema dei Cavs, per il resto è evidente che sono ancora una spanna sopra tutti a Est,

  • ILoveThisGame

    Si Love infatti e’ diventato un problema perche’ ci sono i Warriors che hanno alzato l’asticella a livelli forse mai visti, se no non sarebbe nemmeno un problema perche’ contro tutte le altre 29 puo’ giocare (anche se non ha ancora capito come rendere al top) e i numeri della difesa Cavs lo dimostrano..ad est sono chiaramente i favoriti perche’ hanno James che nella conference e una finale vivente in pratica, ovunque andrebbe tra le squadre da PO la trasformerebbe subito nella favorita