Westbrook domina i Clippers, Love salva CLE!

Charlotte Hornets – New Orleans Pelicans 122-113
CHA: Batum 15, Williams 14, Zeller 13, Lee 16, Walker 35, Lin 12, Kaminsky 10
NOP: Davis 40 (13 rimb), Holiday 38m Diuglas 16

Quinta vittoria consecutiva per i Charlotte Hornets che battono i 40 di Anthony Davis con un Kemba Walker scatenato (35 punti); finale in volata con i Pelicans che pareggiano sul 109-109 a 3’27”, Charlotte reagisce con Walker che realizzerà 11 degli ultimi 13 punti degli Hornets nel parziale finale di 13-4.

Philadelphia 76ers – Houston Rockets 104-118
PHI: Covington 17, Grant 13, Noel 17, Thompson 10, Smith 21, Canaan 14
HOU: Ariza 15, Howard 21 (18 rimb), Harden 29, Beverley 16, Terry 10

Philadelphia lotta per tre quarti e mezzo prima cedere il passo agli Houston Rockets del duo Harden-Howard; dal -16 i Sixers rimontano e si portano sul -2 (103-105) a 4’04” dalla fine dell’incontro, risposta di Houston nelle mani del veterano Jason Terry che piazza 2 triple con tanto di gioco da 4 punti, +9 (103-112) a 2’14”.

Boston Celtics – Memphis Grizzlies 116-96
BOS: Crowder 15, Sullinger 12, Bradley 15, Thomas 22, Smart 10, Turner 16, Jerebko 11
MEM: Barnes 12, Green 17 (13 rimb), Allen 12, Chalmers 11, Martin 16, Carter 17

Boston non fa prigionieri, batte gli acciaccati Grizzlies, conquista la 14esima vittoria consecutiva in casa e allunga sulle inseguitrici per il 3° posto; andati al riposo sotto 52-55 gli uomini di Stevens entrano in campo nella ripresa con una faccia diversa, forzano gli avversari a 3/16 dal campo e 7 perse con Isaiah Thomas che realizza 16 dei suoi 22 punti, parziale di 31-12 e dal -3 al +16 (83-67)!

Milwaukee Bucks – Miami Heat 114-108
MIL: Antetkounmpo 24, Parker 23, Monroe 10, Middleton 22, Plumlee 18
MIA: Johnson 11, Deng 20 (11 rimb), Wade 18, Dragic 10, Richardson 14, Whiteside 23 (13 rimb)

Il duo Antetokounmpo-Parker colpisce di nuovo e coadiuvato da Khris Middelton aiuta i Bucks a battere i Miami Heat; partita che si decide negli ultimi 92”, Miami arriva sul -3 (105-102) e palla in mano, Joe Johnson sbaglia il jumper del possibile -1 e i Bucks li puniranno! Prima col floater di Middleton e poi con un libero del greco per il +6 (108-102) a 20”.

Dallas Mavericks – Detroit Pistons 96-102
DAL: Parsons 25, Nowitzki 25 (10 rimb), Pachulia 10 (13 rimb)
DET: Harris 19, Morris 20, Drummond 25 (17 rimb), Caldwell-Pope 14, Jackson 11

Importante vittoria per i Detroit Pistons che sbancano Dallas col quintetto base in doppia-cifra; anche qui partita che è andata fino alla fine, Dallas arriva sul -3 (92-95), forza all’infrazione di 24” i Pistons ma sul capovolgimento Parsons sbaglierà la bomab del pareggio, Reggie Jackson lo castigherà con la bomba del +6 (92-98) a 58”. Dallas avrà una chance per portarsi sul -1 ma Nowitzki sbaglierà la tripla e Deron Williams spenderà un fallo “clear to path” mettendo la parola fine.

Phoenix Suns – New York Knicks 97-128
PHX: Len 14 (10 rimb), Booker 32, Price 11, Teletovic 11, Jenkins 11
NYK: Anthony 23, Porzingis 13, Lopez 13, Vujacic 23, Calderon 10 (12 ass), Williams 18, Grant 14

Tutto facile per i New York Knicks che massacrano a domicilio i Phoenix Suns con Carmelo Anthony da 23 punti; match già finito all’intervallo lungo con i Knicks avanti di 20 (43-63) e Melo autore di 19 dei suoi 23 finali.

Oklahoma City Thunder – Los Angeles Clippers 120-108
OKC: Durant 30 (12 rimb), Ibaka 15, Roberson 13, Westbrook 25 (11 rim, 20 ass), Kanter 14
LAC: Green 23, Jordan 18, Redick 22, Paul 12, Crawford 16, Aldrich 10

Spaventosa partita di Russell Westbrook che registra l’11esima tripla-doppia della stagione (25+11+20), aiutato dalla doppia-doppia di Kevin Durant (30+12) trascina i Thunder (privi di Waiters per lutto in famiglia, morto il fratello ieri) al successo sui Clippers portandosi avanti negli scontri diretti e allungando a +2.5 gare sui Clippers nella lotta al 3° posto; L.A sta in partita fino a 1’27” dalla sirena del 3° quarto, sul -6 (87-81) Durant spara la tripla dando vita ad un parziale di 16-4 chiuso dalla tripla di Morrow dopo 3’30” del 4° per il +18 OKC (103-85)!
Westbrook inoltre è entrato nella storia, mai nessuno aveva realizzato una Tripla-Doppia con almeno 20+10+20!

Sacramento Kings – Cleveland Cavaliers 111-120
SAC: Gay 19, Cousins 29 (11 rimb), Collison 15, ROndo 11, Casspi 13
CLE: James 25 (11 rimb), Love 17 (10 rimb), Thompson 18 (15 rimb), Smith 15, Irving 30

Italian Job: Belinelli DNP

Torna il sorriso nella polveriera Cleveland che vince a Sacramento con 30 punti di Kyrie Irving ma l’eroe del match è stato Kevin Love; Kings sul -1 (108-109) a 2’58” dalla fine, Love va in lunetta per il +3, Rondo sbaglia il jumper e di nuovo Love segna da 3 (assist Irving) subendo anche il fallo di Collison, gioco da 4 punti completato per il +7 (108-115) a 92” dalla fine. Il break finale darà di 11-3 Cavs.

Golden State Warriors – Utah Jazz 115-94
GSW: Green 17, Thompson 23, Curry 12 (10 ass), Barbosa 13, Speights 16
UTA: Hayward 16, Favors 11, Gobert 9 (15 rimb), Burke 18, Lyles 11

Vittoria senza difficoltà per i Golden State Warriors sugli Utah Jazz con uno Steph Curry umano da 12+10 ma con tanto di tripla sulla sirena da centro campo per chiudere il primo tempo sul 52-41! Golden State chiuderà la pratica a cavallo tra il 3° e 4° con un parziale di 10-0 portando sul +22
(85-63).

STANDINGSSchermata 2016-03-10 alle 08.55.32

 

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Shady

    con questi CAVS mi aspetto tranquillamente che domani perdano contro i lakers, comunque bella vittoria oggi con un buoni irving e love

  • sconocchini

    love ha giocato una merda, veramente.

  • Barone birra

    L’ultimo ad aver fatto 25 20 10 era stato Magic nell’88. Chissà se quelli che hanno messo LeBron davanti a Magic nella classifica all time sanno bene chi era l’uomo di Michigan

  • Shady

    Love ha giocato come sempre, quindi una partita abbastanza insignificante, pero per la seconda volta dopo Indianapolis torna a essere decisivo nel finale, cosa abbastanza rara finora, che quindi migliora la sua prestazione

  • sconocchini

    secondo il tuo ragionamento allora dovevano mettere pure wesbrook davanti a lebron. solita confusione mentale.

  • In Your Weis

    Do not feed the (retarded) trolls…

  • DrDre

    Per una volta che non ha detto una castroneria…

  • In Your Weis

    LBJ ha fatto una tripla doppia con 50 punti +10+10 qualche anno fa…chissa` se chi lo ha messo dietro Jordan nella classifica All Time sa bene chi e` l`uomo di Akron…come vedi se usiamo questo metodo di valutazione, abbiamo tutti ragione

    Fermo restando che preferire Magic a LeBron e` tutto fuorche` strano

  • lorenzo tonelli

    Già…detto magari in un altro modo non si gli si poteva dare torto

  • gasp

    Quando un C buono/ottimo incontra i Mavs banchetta, Drummond è tutto fuorché un grande attaccante ma stanotte ha fatto quello che ha voluto

  • mad-mel

    Peccato per Utah…era risalita per un ottavo posto…ma è sprofondata nuovamente.

  • mad-mel

    Per me è già un miracolo…che siano in quella posizione nella western…