Ok Thunder-Clippers, Cavaliers di misura!

Boston Celtics – Oklahoma City Thunder 109-130
BOS: Johnson 11 (12 rimb), Sullinger 12, Bradley 14, Thomas 29, Zeller 16
OKC: Durant 28, Ibaka 14, Westbrook 24, kanter 17 (12 rimb)

Gli Oklahoma City Thuder si impongo in quel di Boston grazie ad un superbo 3° quarto e alla “Premiata Ditta” Durant-Westbrook; squadre che vanno negli spogliatoi sul +11 OKC (55-66), nella ripresa gli uomini di Donovan chiuderanno definitivamente la pratica con un 3° periodo da 26-42 col 48% dal campo e 9 punti per KD, dal +11 al +27 (81-108).

https://www.youtube.com/watch?v=i0Yc8yuo0gE

Charlotte Hornets – Orlando Magic 107-99
CHA: Batum 26, Williams 16, Zeller 13 (13 rimb), Walker 16
ORL: Oladipo 25, Jennings 16, Nicholson 13, Hezonja 11

Agli Hornets invece è bastato il 2° quarto per rimontare ed indirizzare la partita in suo favore contro Orlando; 35-13 il parziale della 2^ frazione che ha spinto i padroni di casa dal -4 al +18 (61-43) con Nicolas Batum autore di 16 dei suoi 26 punti finali.

Cleveland Cavaliers – Dallas Maverics 99-98
CLE: Love 23 (18 rimb), Smith 13, Irving 33, Frye 14
DAL: Nowitzki 20, Parson 6 (10 ass), Lee 20, Barea 17

Prima vittoria stagionale per i Cleveland Cavaliers senza LeBron James con il duo Irving-Love autore di 56 punti; eroe del match proprio il #2 dei Cavs che a 16” dalla fine, sul +2 Cleveland (97-95) perde una sanguinosa palla ma sarà lui stesso a recuperarla a 2” dalla sirena finale realizzando poi il 2/2 decisivo per il +4 (99-95).

https://www.youtube.com/watch?v=nC8ZK-eg9AI

Washington Wizards – Chicago Bulls 117-95
WAS: Porter 14, Morris 11, Nene 12, Beal 20, Wall 29 (10 rimb, 12 ass), Temple 15
CHI: Butler 17, Rose 16, McDermott 20, Holiday 13

Tripla-Doppia di John Wall (29+10+12) e vittoria cruciale per i Washington Wizards contro i Bulls che adesso tornano a crederci per l’8° posto ad Ovest; partita comandata dall’inizio alla fine, prima andando al riposo lungo sul +11 (63-52) e poi aprendo il 3° periodo con un parziale di 8-2 per il +17 (71-54), Chicago finirà anche sotto di 19 e non rientrerà più.

https://www.youtube.com/watch?v=ELEN7lpZQsQ

Detroit Pistons – Atlanta Hawks 114-118
DET: Harris 19 (11 rimb), Morris 14, Drummond 18 (18 rimb), Caldwell-Pope 24, Jackson 17 (10 ass)
ATL: Bazemore 15 (10 rimb), Millsap 13 (10 rimb), Horofrd 21 (10 rimb), Teague 22, Schroder 18

Washington ci crede anche perché Detroit perde ancora e stavolta in casa contro gli Hawks del duo Millsap-Horford; l’incontro viene deciso a 4’ dalla conclusione quando, sotto si 1 (104-103), Atoanta piazza un break di 10-0 lasciando i Pistons senza canestri dal campo per ben 3’35”, +9 falchi (104-113) a 1’21” ma Detroit non molla! Torna sul -2 (114-116) a 18” ma un 2/2 dalla lunetta di teague spegnerà le speranze locali.

Memphis Grizzlies – Minnesota Timberwolves 108-114
MEM: Barnes 14 (10 rimb), Green 18 (10 rimb), Hollins 12, Allen 10, Weber 12, Martin 12, Stephenson 24
MIN: Wiggins 16, Dieng 15, Towns 18 (10 rimb), LaVine 28, Rubio 15 (11 ass), Jones 10

Minnesota passa a Memphis contro i disastrati Grizzlies grazie ad un ispirato Zach LaVine d 28 punti; Minnesota conduce per tutta la durata dell’incontro ma senza mai trovare la fuga decisiva, a 72” dalla fine Memphis ci crede sul -4 (104-108) ma non aveva fatto i conti con Karl-Anthony Towns, prima jumper del +6 e dopo le due triple sbagliate consecutivamente da Barnes e Stephenson ecco i 2 liberi per il +8 (104-112) a 25”.

Houston Rockets – Los Angeles Clippers 106-122
HOU: Ariza 16, Harden 33, Terry 11, Beasley 16
LAC: Mbah a Moute 12, Jordan 23 (16 rimb), Redcik 25, Paul 15 (16 ass), Crawford 14, RIvers 12, Johnson 12

I Los Angeles Clippers non perdono di vista i Thunder e vincono anche loro in trasferta, dominati i Rockets di James Harden; partita già segnata dopo i primi 24’ con gli ospiti avanti di 22 sul 50-72 con ben 4 giocatori in doppia-cifra tra cui DeAndre Jordan (15) e J.J Redick (14) più un Chris Paul con 11 dei suoi 16 assist finali.

https://www.youtube.com/watch?v=tBNniRTtiF8

Sacramento Kings – New Orleans Pelicans 108-123
SAC: Gay 12, Cousins 20 (12 rimb), Anderson 17, Collison 23, Casspi 12, Curry 11
NOP: Davis 27 (14 rimb), Holiday 17, Douglas 11, Frazier 14, Anderson 29

Italian Job: Belinelli DNP

I Kings reggono un quarto prima di lasciare spazio ai New Orleans Pelicans del duo Davis-Anderson autore di 56 punti; Ryan Anderson si infiamma nel 2° quarto, realizza 21 dei suoi 29 punti nonché la metà di quelli di squadra, 22-41 il parziale con i Pelicans che hanno tirato con l’83% dal campo! All’intervallo lungo +21 (53-74) Pelicans e titoli di coda

Golden State Warriors – New York Knicks 121-85
GSW: Bogut 10, Green 6 (11 rimb, 10 ass), Thompson 19, Curry 34, Speights 13
NYK: Anthony 18, Afflalo 15, Galloway 14, Seraphin 12

Stephen Curry chiude con 34 punti, 8/13 da 3 per la 50esima vittoria casalinga consecutiva dei Warriors che lasciano le briciole ai New York Knicks; Curry parte subito a fuoco realizzando 16 dei suoi 34 punti nel 1° quarto per il 31-19, nel 3° quarto si “limiterà” a 13 portando i suoi sul +33 (97-64).

https://www.youtube.com/watch?v=TpAaI6PJgxI

STANDINGS

Schermata 2016-03-17 alle 07.58.03

TOP 10

https://www.youtube.com/watch?v=cWROyuiiErY

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Shady

    CLE che fino a metà 4Q gioca una partita perfetta, con un love bellissimo che quasi quasi difendeva pure, e tutta la squadra che, non si sa come, girava perfettamente senza lebron… poi tornano sulla terra a fine partita e blackout totale… irving nel finale ti fa due canestri spezza gambe, difende, perde due palle imbarazzanti e poi ne recupera una non si sa come… strano lui… se riuscisse a gestire meglio le sue sfuriate offensive e a sfruttare i raddoppi che gli si presentano sistematicamente per servire più i compagni nel giro di 2/3 anni potrebbe andare a fare compagnia a curry lassù, spero che lebron ci lavori un po’ su

  • Il locustre

    Certo che una squadra che domina in questa maniera e si può permettere di far riposare tutto il 4 quarto la sua super star come GS non si è mai vista,i BULLS di MJ ed i LAKERS di KOBE e SHAQ vincevano tanto,ma le partite se le sudavano sino alla fine….questi sembrano fare degli allenamenti agonistici…

  • Hanamichi Sakuragi

    giochino.. se non ci fossero i warriors… a chi dareste l’mvp.. io un pensierin a uno tra durant e westbrook lo farei…

  • Il locustre

    WESTBROOK è molto più “appariscente”,ma K.D è quello che vince le partite…
    Dopo CURRY credo ci sia lui e LEONARD…

  • ILoveThisGame

    Ho visto per caso il secondo tempo di Howks-Pistons e devo dire che Shroder ha degli spunti di vero talento, fossi un dirigente di Atlanta l’anno prossimo punterei su di lui cercando di ottenere qualcosa di utile in cambio di Teague.
    Sara’ interessante vedere come si concludera’ la vicenda Horford.

  • Shady

    Il gioco degli spurs sopprime (badate non è una critica) gli individualismi, infatti non è un caso che dal 2003 mi pare, non vincano un MVP nonostante siano quasi sempre tra i top 3 record della lega. Per questo motivo la vedo dura che uno come Leonard lo possa vincere. A questo punto secondo quest’anno andrebbe a Durant, senza dimenticarsi naturalmente di lebron, unico giocatore che ti riesce a mettere 25 7 7 giocando manco al 50%