Popovich contro lo shootaround: “Inutile!”

Con la vittoria di lunedì contro i Los Angeles Clippers i San Antonio Spurs hanno raggiunto un anno esatto di imbattibilità casalinga, 33-0 in questa stagione all’AT&T Center che se non fosse per i Golden State Warriors sarebbe su tutte le prime pagine dei rotocalchi, intanto coach Gregg Popovich continua a regalare perle.

Prima di ogni partita le squadre NBA sono solite eseguire lo shootaround, una sorta di allenamento molto leggero dove i giocatori fanno qualche tiro e rilasciano le dichiarazioni alla stampa, a San Antonio il Pop non li ha bannati ma non siamo molto lontani; in una recente intervista a Dan Woike dell’Orange County Registe’ l’Head-Coach degli Spurs ha parlato degli shootaround senza usare mezzi termini

I giocatori non sono entusiasti quindi meno ne fanno più tempo hanno per riposare sia fisicamente che mentalmente, anche quando ne svolgevamo di più la maggior parte erano una perdita di tempo. Molte squadre li fanno solo perchè i proprietari insistono nel dirti “ehi, perchè non facciamo uno shootaround?”

Popovich ha parlato anche delle sessioni video, brevi ma incisive:

Cerchiamo di fare delle sessioni brevi e mirate su specifici aspetti degli avversari, non posso tenere dei clinic tecnici ad ogni singola sessione video, se lo facessi, la squadra si addormenterebbe dopo 10 minuti

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B