Davis stagione finita, rischia le Olimpiadi?

Stagione da dimenticare per I New Orleans Pelicans e per Anthony Davis (23 anni), la squadra non ha mai metabolizzato il nuovo sistema di gioco portato da coach Alvin Gentry e la stella non ha mai avuto un mese tranquillo a livello di infortuni, vista la situazione di entrambi la franchigia ha preso la sua decisione, Davis finisce qui la stagione 2015/16!

A comunicarlo è stato coach Gentry spiegando che tra spalla e ginocchio la sua stella ha bisogno di fermarsi e rimettersi in sesto, Davis dunque chiude con 61 partite, 24.3 punti, 10.3 rimbalzi e 1.9 stoppate con l’acuto di 59+20 in quel di Detroit:

In questa stagione non giocherà più, mi spiace ma ha un problema a una spalla con cui convive da tutta la stagione. RImango shockato quando si parla di Anthony dicenco che è un giocatore soft, le persone non si rendono conto che ha giocato per tutto l’anno con un problema a una spalla. È molto deluso anche perché voleva aiuatre i compagni a tornare ai Playoffs ma dobbiamo pensare al futuro della franchigia.

Un Davis deluso anche sotto l’aspetto contrattuale, questo infatti è il suo 4° anno del “Rookie Contract” e aveva la chance di entrare nella “Derrick Rose Rule“, se infatti un giocatore nel suo contratto rookie raggiunge uno dei seguenti risultati:
• MVP
• Selezione All-Star
• Nominato 2 volte in uno dei 3 quintetti NBA

Ha il diritto al 30% dell’incremento sul prossimo contratto, il che vuol dire un bel $24 milioni al primo anno di un quinquennale da oltre $145 milioni!

Ma tornando alla situazione fisica dell’ex Kentucky ci sono anche delle Olimpiadi che adesso traballano, oltre alla spalla c’è anche il ginocchio da sistemare per il “Monociglio” il che vuol dire maggior tempo di recupero, tra il 26 e 27 giungo il GM Jerry Colangelo e coach Mike Krzyzewski comunicheranno i 12 che partiranno per le Olimpiadi di Rio De Janiero 2016…ce la farà Davis?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B