March-Madness Elite 8, Day 2 Preview

Due pass per le Final Four di Houston sono stati già staccati nel primo giorno della Elite 8, questa notte due partite che potrebbero regalare altre sorprese a questo torneo molto imprevedibile.

ELITE 8

Notre Dame (#6) – North Carolina (#1)

Qui Notre Dame:
Per la prima volta negli ultimi 40 anni gli Irish riescono ad approdare alle Elite 8 per due stagioni consecutive. Durante le partite giocate fino a questo punto hanno mostrato una grande efficienza offensiva unita ad una grande difesa che ha tranne la partita contro SF Austin ha sempre fermato gli avversari intorno ai 60 punti. Il play Demetrius Jackson è reduce da un’ ottima partita contro Wisconsin da 18 punti, 6 assist e 3 palle rubate, prestazione molto simile a quella del 6 febbraio quando North Carolina crollo sotto i colpi del quintetto Irish tutto in doppia cifra.
Qui North Carolina:
Reduci dai 101 punti rifiliati a Indiana i Tar Heels devo le loro fortuna soprattutto ad una grande difesa che nelle partite di off season ha limitato gli avversari ad una percentuale realizzativa massima del 44,4%. Esattamente questo servirà per fermare Demetrius Jackson e gli altri marcatori sul perimetro di Notre Dame. Oltre alla difesa North Carolina può contare su una grande coppia sotto canestro come Meeks e Johnson, due giocatori che raccolgono quasi la metà dei rimbalzi della squadra. I due lunghi saranno impegnati da Zach Auguste che contro Wisconsin a fatto registrare la sua 22° doppia doppia stagionale.

Previsione: North Carolina 65%

Syracuse (#10) – Virginia (#1)

Qui Syracuse:
Nonostante il nome questa volta entrano in campo senza pressioni da risultato, hanno già fatto una grande stagione e arrivare fin qui con il posto numero 10 sul tabellone è già un pezzo di storia. Dovranno giocare sciolti e far giocare Virginia con il peso sulle spalle. Nel precedente confronto stagionale fra le due squadre Virginia è uscita vincitrice di soli 8 punti nonostante la brutta prova del duo LydonCooney che segnò solo 10 punti combinati. Se ricominciano da quella partita si giocano le loro possibilità

Qui Virginia:
Per Virginia c’è solo una cosa da fare, continuare a giocare in questo modo. Stanno giocando un’ottima pallacanestro e non molte squadre possono vantare questo tipo di rendimento e di gioco come la squadra di Tony Bennet, sarà di nuovo fondamentale arginare il potenziale sotto i tabelloni del duo Roberson-Lydon per poter limitare le seconde chance per l’attacco degli Orange.
Previsione: Virginia 65%

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno!

Nickname: Ste