March-Madness Elite 8: colpo Villanova!

Primo giorno di Elite 8 e subito due upset clamorosi con Oklahoma che spazza via Oregon trascinata da un superbo Buddy Hield ma ancora più clamorosa l’eliminazione dei favoritissimi Kansas Jayhawks per mano di Villanova, qui sotto i recap dei primi due Regionals.

Oklahoma Sooners contro Villanova Widlcats la prima semifinale delle prossime Final Four.

ELITE 8

Oklahoma (#2) – Oregon (#1) 80-68
OKLA: Hield 37, Woodard 13, Cousins 11, Lattin 6, James 5, Spanler 4, Buford 4, McNeace, Mankin, Cole, Manyang, Harper, Alade, Odomes, Walker, Grandstaff.
ORE: Cook 24, Boucher 14, Dorsey 11, Brooks 7, Benson 5, Bell 4, Benjamin 3, Small, Sorkin, Richmond, Ennis, Heller, Noebel.

Poteva essere il Buddy Hield show e cosi è stato, una prestazione straordinaria, percentuali al tiro bulgare e una rapidità di esecuzione di livello superiore, per il giocatore dei Sooners arriva una partita da 37 punti (8 su 13 da 3) che entrano di diritto nella storia dei Sooners che tornano cosi alle Final Four.

Recap

Primo Tempo
L’equilibrio dura praticamente il tempo delle presentazioni, Oregon stenta a trovare il ritmo in attacco e la difesa appare più ballerina del solito. Dopo soli 5 minuti Oklahoma è già scappata a +8 grazie alle triple di Hield. I Ducks sembrano fuori dal gioco, non funziona praticamente niente del piano partita e il divario stenta a ridursi. Oklahoma continua il suo gioco veloce e il vantaggio arriva sopra la doppia cifra di vantaggio toccando il +19 nei minuti finali del primo tempo.

Secondo tempo
Oregon parte più concentrata ma il danno ormai è stato fatto, il divario è troppo grande e i Ducks riesco solo a ridurre lo scarto fino ai 12 punti di metà tempo, Hield continua il suo personalissimo show e per i minuti restati la difesa dei Sooners regge l’urto di una Oregon che comincia a dare segni di stanchezza. Il punteggio finale è Oklahoma 80, Oregon 68.

Villanova (#2) – Kansas (#1) 64-59
NOVA: Jenkins 13, Arcidiacono 13, Hart 13, Ochefu 10, Brunson 7, Bridges 6, Reynolds 2, Booth, Farrell, Paschall, Raferty, Delaney, Lowe, DiVincenzo.
KU: Graham 17, Selden 16, Mason 16, Lucas 6, Ellis 4, Mykhailiuk, Bragg, Tarylor, Diallo, Young, Coleby, Mickelson, Manning, Self, Green, Vick.

Recap

Il piano partita dei Wildcats ha funzionato alla perfezione, Perris Ellis è stato praticamente cancellato e reso inoffensivo dalla difesa organizzata da coach Jay Wright che causa anche una mole incredibile di palle perse all’attacco dei Jayhawks. Per Villanova controllo completo della partita.

Primo Tempo

L’inizio di partita sembra vedere Kansas in pieno controllo, nonostante Ellis non pervenuto i Jayhawks si portano avanti anche di 4 punti prima del black out che lancia Villanova. Wildcats stringono ancora di più le maglie difensive e Kansas inizia a produrre una mole immensa di palle perse che consente a Villanova di realizzare un parziale di 13-0 che li porta in vantaggio 25-16 a 4′ dal riposo. Al termine dei primi 20′ Villanova guida 32-25

Secondo tempo

Nel secondo tempo Kansas entra in campo con una altra motivazione, un 0-4 di parziale nei primi 20 secondi fa drizzare le antenne a coach Wright che chiama subito Time Out risvegliando i suoi giocatori dal torpore della pausa. Le squadre iniziano a sentire il peso della partita e il numero dei canestri si abbassa. Da questo ne esce favorita Kansas che dal -5  sul 36-31 a 16’41” dalla fine si porta si porta a + 5 sul 40-45 quando mancano poco più di 10 minuti alla fine ma un nuovo blackout dei Jayhawks li riporta a -5 sul 50-45 con 8′ da giocare. Kansas nei minuti restanti nonostante si rifaccia più volte sotto fino al -1 causa due sanguinose palle perse negli ultimi 90 secondi non riuscirà più a rimettere la testa avanti.

 

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno!

Nickname: Ste