March-Madness Elite 8: ancora Syracuse!

Quarti di finali conclusi e anche questa notte non è mancato l’Upset, i Syracuse Orange trascinati da Malachi Richardson buttano fuori i Cavaliers in quel di Chicago strappando il biglietto per Houston con anche un piccolo record, i Tar Heels invece non fanno prigionieri contro Notre Dame e timbrano per la 19esima volta la presenza alle Final Four.

ELITE 8

North Carolina (#1) – Notre Dame (#6) 88-74
UNC: Johnson 25 (12 rimb.), Paige 13, Jackson 11, Berry 11, Meeks 10, Hicks 6, Pinson 6, Britt 4, James 2, e
ND: Jackson 26, Beachem 18, Vasturia 11, Colson 8, Farrell 6, Auguste 4

L’impresa era di quelle difficili, North Carolina partiva con I favori del pronostico e ha mantenuto le attese, come previsto Brice Johnson ha fatto quello che ha voluto sotto canestro prendendo da solo quasi tutti i rimbalzi messi assieme da Notre Dame che esce comunque a testa alta.

Recap

Primo tempo
I primi 20 minuti mostrano due squadre combattive, nonostante Notre Dame non abbia la stesso atletismo e fisicit‡ dei Tar Heels riesce a stare in partita e spesso Ë lei la squadra a condurre le operazioni. La fuga perÚ come prevedibile non arriva e North Carolina rimasta ad aspettare il momento giusto esce fuori negli ultimi 2 minuti mandando sotto i Irish di 5 lunghezze sul 43-38.

Secondo tempo
Il mini break sembra aver fatto malissimo a Notre Dame che nel giro di 4 minuti si ritrova sotto di ben 11 punti 51-40 grazie a 8 punti consecutivi di Kennedy Meeks. A questo punto però ci pensa il time out televisivo a fermare la furia celeste. Nei successivi 2 minuti infatti Notre Dame piazza un controparziale che la riporta addirittura avanti di 1 sul 51-52 ma le energie spese sono troppe e da quel momento in poi sarà la squadra di coach Roy Williams a condurre le operazioni portandosi a +11 a 8 dalla sirena prima di toccare anche il +17 nei secondi finali.

Virginia (#1) – Syracuse (#10) 62-68
SYR: Richardson 23, Gbinije 11, Lydon 11, Roberson 10, Cooney 8, Coleman 3, Howard 2,
UVA: Perrantes 18, Brogdon 12, Gill 10, Tobey 10, Thomspon 9, Hall 2, Shayok 1,

Come previsto nel nostro preview alla fine ha prevalso la scioltezza mentale di Syracuse con i Cavaliers che hanno avuto troppa paura di vincere nel momento cruciale della partita. Gli Orange cosi diventano la 4^ squadra negli ultimi 30 anni ad arrivare alla Final 4 con una posizione sul tabellone a due cifre, gli ultimi erano stati i VCU di Shaka Smart nel 2011 preceduti da Geroge Mason nel 2006 e da LSU nel 1986

Recap

Primo tempo
Partita tiratissima con le squadre che segnano solo due canestri dal campo nei primi 5 minuti di gioco ma Syracuse è la prima a provare un allungo sul 8-2 ma dura poco, i Cavaliers riprendo a giocare come sanno e con un parziale di 2-19 si portano sul 10-21 a 6í dal riposo. Il distacco tocca il massimo di 14 punti nei secondi finali del primo tempo.

Secondo Tempo
I Cavaliers riprendono da dove avevano lasciato prima della pausa, il vantaggio rimane rassicurante sempre intorno ai 10 punti con il massimo divario che viene aggiornato a 9’33” dal termine con Virginia avanti di 15 sul 39-54. La partita sembra ormai avere dei binari ben definiti, ma a 7í37î dal termine con i Cavaliers saldamente avanti di 9 punti sul 47-56 arriva il fatidico time Out Televisivo. Il risultato che ne viene fuori è un cataclisma cestistico. Virginia resta praticamente in panchina e nel giro di 4 minuti è lei a trovarsi a d inseguire. Syracuse infatti a 3í27 dalla sirena Ë avanti 64-58. I giocatori dei Cavaliers sono increduli, ormai la partita è completamente girata dalla parte degli Orange che mantengono il vantaggio fino alla fine.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno!

Nickname: Ste