Russell che guaio, violato il Bro-Code!

Anche questa è l’NBA, per non far mancare proprio nulla alla stagione dei Los Angeles Lakers ci si è messa recentemente anche questa spiacevole storia di spogliatoio che vede coinvolti il rookie D’Angelo Russell (19 anni), Nick Young (30 anni) e il resto dello spogliatoio giallo-viola…escluso Kobe Bryant (37 anni) che ha altro a cui pensare.

In NBA vige il Bro-Code ossia quel patto tra compagni di squadra dove ci si fida l’uno dell’altro e non si va in giro a spifferare gli affari altrui, Russell ha avuto splendida idea di non spettegolare ma di registrare un video (vedi sotto) segretamente allo “Swaggy P” mentre erano in camera insieme e parlavano di relazioni fuori dal matrimonio; Young, sposato l’estate scorsa con la cantante Iggy Azalea, ha rivelato di aver avuto relazioni con altre donne durante il matrimonio, il video è finito on-line e questo ha fatto esplodere lo spogliatoio Lakers.

Fonti all’interno della squadra riportano che la matricola di Ohio State è stata isolata dal resto del gruppo con la dirigenza Lakers che teme ripercussioni per il futuro, la situazione non è delle migliori.

La fortuna dei Lakers e Russel è che mancano poche partite alla fine della stagione, tutti i riflettori saranno per l’ultima di Kobe il 13/4 contro i Jazz e poi 3/4 degli attuali compagni non saranno in squadra con lui l’anno prossimo.
Comunque sia questo episodio non giova ne ai Lakers ne al Russell perché se le chiavi della franchigia diventeranno sue (CLICCA QUI per leggere) niente è peggio del violare il Bro-Code all’interno di una franchigia NBA, quello che teme la franchigia è una ripercussione sulla Free-Agency.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B