Indiana colpo a Toronto, Hawks che sudata!

Indiana espugna subito alla prima Toronto con un Paul George (33 punti) scatenato nella ripresa con i padroni di casa traditi dalle loro stelle, Golden State ci mette neanche un tempo a superare i Rockets con Stephen Curry autore di 24 punti in 24′. Atlanta domina Boston, si fa rimontare dal +19 ma alla fine riesce ad aver la meglio, Thunder a valanga su Dallas.

EASTERN CONFERENCE

Toronto Raptors (#2) – Indiana Pacers (#7) 90-100 [IND 0-1]
TOR: Joseph 18, DeRozan 14, Valanciunas 12 (19 rimb), Lowry 11
IND: George 33, Ellis 15, G.Hill 10, Turner 10, S.Hill 13

Una super prestazione di Paul George (33 punti) fa saltare subito il fattore campo nella serie tra gli Indiana Pacers e i Toronto Raptors con i canadesi pagano le pessime percentuali dal campo delle sue stelle DeRozan e Lowry (8/32 dal campo) oltre che i problemi di falli di Valanciunas ne limitano la presenza in campo nei momenti caldi della gara. Nel primo tempo Toronto cerca subito di azzannare la gara ma Indiana risponde sempre colpo su colpo alle spallate canadesi con un Monta Ellis ben centrato. Nella ripresa cambia la musica, sale in cattedra George (17 punti nel 3° quarto) e ai Raptors tocca inseguire. Le squadre entrano nell’ultima frazione sul 67-70 per gli ospiti, a 4′ dalla fine Kyle Lowry va in lunetta per il potenziale -2 ma fa 1/2 per il -3 (81-84), da quel libero ecco il break di 11-1 Pacers per il +13 (82-95) a 1’49” chiudendo le ostilità.

Gara 2: 18/4 @ Toronto

Atlanta Hawks – Boston Celtics 102-101 [ATL 1-0]
ATL: Bazemor 23, Millsap 14, Horford 24 (14 rimb), Teague 23 (12 ass)
BOS: Crowder 14 (10 rimb), Bradley 18, Thomas 27, Turner 10, Smart 15

Atlanta domina Boston, si fa rimonare, riscia ma alla fine il primo referto rosa della serie è suo con un super Al Horford (24+12); primo tempo tutto degli Hawks che al riposo lungo conducono 51-34 dopo aver toccato anche il +19. Boston però non molla, Atlanta si rilassa troppo e dal +17 dell’intervallo si ritrova sotto 80-83 a metà del 4°.
Gli Hawks tornano con la testa sulla partita, riprende le redini del match e poi rifila la zampata decisiva col duo Horford-Millsap per il +4 (92-88) a 2’56”. Quel +4 verrà difeso fino alla fine dai padroni di casa che rischieranno a 38” quando Evan Turner sbaglierà la tripla del potenziale pareggio.

Gara 2: 19/4 @ Atlanta

WESTERN CONFERENCE

Golden State Warriors (#1) – Houston Rockets (#8) 104-78 [GSW 1-0]
GSW: Green 12 (10 rimb), Thompson 16, Curry 24, Speights
HOU: Howard 14 (11 rimb), Harden 17, Capela 3 812 rimb)

Ai Campioni in carica basta il primo tempo per archiviare la prima pratica Rockets e portarsi sul’1-0; dopo i primi 24′ Golden State è già sul +27 (60-33) con Stephen Curry autore di tutti i suoi 24 punti (in 24′), 48% dal campo, “solo” 8/16 da 3 ma soprattutto forzando a 13 palle perse Houston con James Harden da 0 tiri liberi tentati! I Warriors non si gireranno più con Curry che avvertirà un fastidio alla caviglia lasciando la partita a 100″ dalla conclusione, niente di grave però per il #30

Gara 2: 18/4 @ Oakland

Oklahoma City Thunder – Dallas Mavericks 108-70 [OKC 1-0]
OKC: Durant 23, Ibaka 17, Westbrook 24 (11 ass), Kanter 16 (13 rimb)
DAL: Nowitzki 18

È invece un dominio totale quello dei Thunder contro Dallas; partita già in ghiaccio all’intervallo con OKC avanti di 26 (59-33) con Durant autore di 18 dei suoi 23 punti finali con altri tre compagni già in doppia-cifra, alla fine del 3° quarto Thunder in doccia sul 93-51

Gara 2: 18/4 @ Oklahoma City

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Shady

    Lowry DeRozan si confermano giocatori da RS ma non da PO toppando l’ennesima gara in 3 anni… hanno ancora il resto della serie per risollevarsi altrimenti rischierebbero l’ennesima figuraccia e l’etichetta di giocatori belli ma inutili… George c.v.d. farà una super serie
    – GS HOU… c’è anche da commentare?

  • gasp

    Proprio delle gare 1 equilibratissime a Ovest… i Rockets per vincerne una devono giocare sporco e sguinzagliare Beverly su Curry, chiedere a Westbrook per informazioni…

    La sconfitta di Toronto credo l’avevano predetta in un bel po’ perché c’è differenza tra buoni giocatori (DeRozan, Lowry) e superstar (George)… comunque credo passino comunque i Raptors perché Indiana oltre a George in attacco ha veramente poco, specialmente sotto.
    Comunque sia andata è gara1 quindi niente isterie o sentenze

  • In Your Weis

    Che mondezza questa prima giornata, tolto Hawks-Celtics…

    Toronto, per carità, ci sono ancora tante partite per recuperare, ed il talento non manca, ma si stanno dimostrando il solito gigante coi piedi di argilla, Lowry e DeRozan sono 3 anni che sembrano come giocatori da regular season, cagandosi in mano nei playoff

    I Rockets boh, io non concepisco che una squadra NBA giochi così, non concepisco che un allenatore non sappia imporre un minimo di gioco, di scelte offensive, di disciplina. Questi sono dei gibboni, non degli esseri umano, va bene perdere contro una squadra molto più forte, ma almeno farebbe piacere vedere qualcosa di simile alla pallacanestro, in campo

    Invece isolamenti, tiri folli, gente che dovrebbe tirare da sotto che spara da 8 metri, gente che dovrebbe spararla da 3 che si butta in area, palleggi inutili, tiri selvaggi…e non era sempre la difesa Warriors a costringerli a scelte complicate, spesso erano tutta farina del loro sacco…ridicoli

    Altra bella serie si preannuncia Thunder-Mavs, mamma mia, -40 e pedalare, partita finita dopo 6′ di gioco. Se continua su questa falsariga la NBA avrà in questo primo turno gli ascolti più bassi di sempre

  • JoH

    Raptors che mi sembrano una versione ancora più sfigata dei Pippers…Boston è una signora squadra, grande mentalità, la prossima secondo me la portano a casa.

    Rockets che non mi meritavano i PO per come giocano a caso, davvero imbarazzanti in alcuni frangenti.
    Devo dire però che sto iniziando a capire i piagnistei degli anti-dubs. Anche ieri blocchi “leggermente” in movimento per tutta la gara e Bogut che doveva andare fuori per falli nel primo tempo. Sono i migliori per distacco ma così non ha proprio senso giocarci, tanto meno per i rockets che in difesa dormono 2 azioni su 3.
    Questi ti uccidono il morale dopo 3 triple consecutive…La tattica di switchare sui tiratori di pop è anche dovuta al fatto che su quei blocchi non si passa e direi che, se l’andazzo è questo, fa bene.

    Boh vedremo, primi turni comunque senza storia ad Ovest e senza senso ad Est (a parte la già citata Bos-Atl)

  • lorenzo tonelli

    E i raptors dovrebbero impensierire i cavs ad est..?bona grazia se passano il primo turno..squadra da regular season circa come gli hawks che con i celtics suderanno le proverbiali sette camicie per passare…ieri sera ho provato a guardare dubs vs Houston ma ho cambiato per disgusto..i rockets sono inguardabili…harden e uno dei peggiori uomo franchigia che io ricordi..

  • michele

    Peccato per l’infortunio di Bradley, con lui in campo non so se Teague sarebbe riuscito a fare quelle giocate decisive. Atlanta è favorita e si sapeva, hanno anche una maggiore esperienza di playoff, speriamo che i Celtics riescano a tenere botta anche in gara 2. Forza Boston! Bentornato a Paul George, i playoff ritrovano un grande protagonista. Inutile commentare l’ovest, si sa che la postseason da quelle parti inizierà con le semifinali ( quella tra thunder e spurs si annuncia stellare).

  • ILTG6

    Vista Toronto-Indiana, partita molto fisica e dalle basse % che a me non e’ dispiaciuta, l’ha vinta George con un 2 tempo pauroso, in molti si sono scordati di che tipo di giocatore sia, difensivmente fortissimo e in attacco e’ una sentenza da 3, sa costruirsi il tiro e giocare il pick’n’roll, superstar.
    Toronto l’ha persa principalmente per il duello Derozan-George, troppo piu’ forte il secondo sia in attacco che difesa. Lowry malissimo.
    Se Toronto riesce a fare gli aggiustamenti giusti rimane la favorita, ha un roster troppo piu’ profondo di Indi, certo e’ che perdendo la prima in casa ora hanno molta piu’ pressione di quanta non e avevano prima, non passare un’altro primo turno sarebbe una barzelletta.
    Complimenti a coach Vogel che si conferma uno dei migliori.

    Mavs asfaltati com’era prevedibile, differenza di atletismo imbarazzante, Rokets senza spina dorsale ne orgoglio.

    Non ho visto Atlanta-Boston ma si prospetta una bella serie, squadre ben allenate sempre difficili da battere.

  • ILTG6

    Perche’ senza senso ad est?? Toronto Indiana e’ una serie aperta e potrebbe esserlo pure Mia-Cha oltre che Atlanta Boston.
    La partita di ieri tra Raptors e Pacers non sara’ stata il massimo tecnicamente ma l’intesita’ e’ stata alta. Poi il secondo tempo di George non e’ stato per niente male da vedere secondo me.

  • JoH

    Senza senso perché si gioca per il secondo posto, non certo per il pathos o la qualità delle partite (che è migliorata moltissimo rispetto a certi spettacoli inquietanti del recente passato). Tutto qua.

  • ILTG6

    Non sono d’accordo, un conto e’ ammettere la presenza di una chiarissima favorita, un’altro e dichiarare senza senso una conference piena di sfide equilibrate. Anche perche’ tutti vogliono passare e puo’ sempre succedere di tutto tra infortunei e sorprese varie…

  • JoH

    Che ti devo dire…a me le battaglie per il secondo posto non entusiasmano. Libero tu di seguire pacers/toronto, io per quanto mi riguarda passo il primo turno a ovest e skippo l’est (a parte bos vs atl da cui potrebbe uscire l’altra finalista) senza disperarmi troppo…

  • ILTG6

    A sto punto guardati le finali e basta, anche perche’ tra Boston e Atlanta esce una seconda, quindi e una battaglia per essere secondi…
    In generale comunque io guardo una partita NBA perche’ mi piace, non penso questi non vinceranno e allora sono insensati e non li guardo,anche perche’ ogni anno vince 1 sola squadra.
    Poi nulla da dire ognuno segue la lega un po’ come vuole…

  • JoH

    I PO dell’est sono così da anni. C’è ormai un equilibrio assodato verso il basso tra tutte le squadre a parte una. Prima era miami, ora è Cleveland. Situazioni che si ripetono e che a me personalmente non entusiasmano più dopo tanti anni. C’è un dominio talmente palese che faccio fatica a seguire, almeno fino alle finali. Per questo parlavo di bos vs atl , dato che da lì potrebbe quantomeno uscire la sorpresa dei po ad est

  • JoH

    Poi ovviamente sarei contento di venire smentito. Ci mancherebbe 😉

  • In Your Weis

    Bradley dovrebbe aver finito qui i suoi playoff…che sfortuna, non se lo meritava proprio, uno che si fa sempre il culo in campo, ed arma fondamentale in marcatura su Teagle

    Vediamo ora minutaggio e responsabilità di Smart, è il più talentuoso dalla panca, deve fare due passi in avanti

    Speriamo non si ricominci come il 2015, con quello schifo di infortuni a falsare serie e togliere il gusto di vedere le squadre vincere o perdere al completo

  • michele

    Per Boston l’infortunio di Bradley è una mazzata, speriamo almeno di vincerne un paio. Intanto partita molto equlibrata a Cleveland, Pistons piuttosto brillanti, anche se con queste percentuali da tre dovrebbero essere avanti in maniera piu’ consistente, rischiano una sfuriata lebroniana nel secondo tempo. Per adesso Van gundy sta dando lezioni di basket a Lue….tra l’altro fantastico nel time out quando ha detto ai suoi giocatori in sostanza, ” occhio che a lebron non gli fischiano mai fallo in attacco” ehhehehehe