Indiana colpo a Toronto, Hawks che sudata!

Indiana espugna subito alla prima Toronto con un Paul George (33 punti) scatenato nella ripresa con i padroni di casa traditi dalle loro stelle, Golden State ci mette neanche un tempo a superare i Rockets con Stephen Curry autore di 24 punti in 24′. Atlanta domina Boston, si fa rimontare dal +19 ma alla fine riesce ad aver la meglio, Thunder a valanga su Dallas.

EASTERN CONFERENCE

Toronto Raptors (#2) – Indiana Pacers (#7) 90-100 [IND 0-1]
TOR: Joseph 18, DeRozan 14, Valanciunas 12 (19 rimb), Lowry 11
IND: George 33, Ellis 15, G.Hill 10, Turner 10, S.Hill 13

Una super prestazione di Paul George (33 punti) fa saltare subito il fattore campo nella serie tra gli Indiana Pacers e i Toronto Raptors con i canadesi pagano le pessime percentuali dal campo delle sue stelle DeRozan e Lowry (8/32 dal campo) oltre che i problemi di falli di Valanciunas ne limitano la presenza in campo nei momenti caldi della gara. Nel primo tempo Toronto cerca subito di azzannare la gara ma Indiana risponde sempre colpo su colpo alle spallate canadesi con un Monta Ellis ben centrato. Nella ripresa cambia la musica, sale in cattedra George (17 punti nel 3° quarto) e ai Raptors tocca inseguire. Le squadre entrano nell’ultima frazione sul 67-70 per gli ospiti, a 4′ dalla fine Kyle Lowry va in lunetta per il potenziale -2 ma fa 1/2 per il -3 (81-84), da quel libero ecco il break di 11-1 Pacers per il +13 (82-95) a 1’49” chiudendo le ostilità.

Gara 2: 18/4 @ Toronto

Atlanta Hawks – Boston Celtics 102-101 [ATL 1-0]
ATL: Bazemor 23, Millsap 14, Horford 24 (14 rimb), Teague 23 (12 ass)
BOS: Crowder 14 (10 rimb), Bradley 18, Thomas 27, Turner 10, Smart 15

Atlanta domina Boston, si fa rimonare, riscia ma alla fine il primo referto rosa della serie è suo con un super Al Horford (24+12); primo tempo tutto degli Hawks che al riposo lungo conducono 51-34 dopo aver toccato anche il +19. Boston però non molla, Atlanta si rilassa troppo e dal +17 dell’intervallo si ritrova sotto 80-83 a metà del 4°.
Gli Hawks tornano con la testa sulla partita, riprende le redini del match e poi rifila la zampata decisiva col duo Horford-Millsap per il +4 (92-88) a 2’56”. Quel +4 verrà difeso fino alla fine dai padroni di casa che rischieranno a 38” quando Evan Turner sbaglierà la tripla del potenziale pareggio.

Gara 2: 19/4 @ Atlanta

WESTERN CONFERENCE

Golden State Warriors (#1) – Houston Rockets (#8) 104-78 [GSW 1-0]
GSW: Green 12 (10 rimb), Thompson 16, Curry 24, Speights
HOU: Howard 14 (11 rimb), Harden 17, Capela 3 812 rimb)

Ai Campioni in carica basta il primo tempo per archiviare la prima pratica Rockets e portarsi sul’1-0; dopo i primi 24′ Golden State è già sul +27 (60-33) con Stephen Curry autore di tutti i suoi 24 punti (in 24′), 48% dal campo, “solo” 8/16 da 3 ma soprattutto forzando a 13 palle perse Houston con James Harden da 0 tiri liberi tentati! I Warriors non si gireranno più con Curry che avvertirà un fastidio alla caviglia lasciando la partita a 100″ dalla conclusione, niente di grave però per il #30

Gara 2: 18/4 @ Oakland

Oklahoma City Thunder – Dallas Mavericks 108-70 [OKC 1-0]
OKC: Durant 23, Ibaka 17, Westbrook 24 (11 ass), Kanter 16 (13 rimb)
DAL: Nowitzki 18

È invece un dominio totale quello dei Thunder contro Dallas; partita già in ghiaccio all’intervallo con OKC avanti di 26 (59-33) con Durant autore di 18 dei suoi 23 punti finali con altri tre compagni già in doppia-cifra, alla fine del 3° quarto Thunder in doccia sul 93-51

Gara 2: 18/4 @ Oklahoma City

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B