Playoffs SUKA Award 2016 (1° turno)

Non mi crederete ma stavolta mi dispiace, siamo in una situazione nettamente diversa dall’anno scorso sia chiaro, perché tra perdere una serie avanti 3-1 e +20 con 12′ da giocare in Gara5 e vedere le tue stelle uscire infortunate dal campo in una serie dove avevi ottime chance di passare e di poter scrivere la storia c’è una notevole differenza, non è stata colpa loro però alla fine il “SUKA Award* del 1° turno Playoffs va a loro:

LOS ANGELES CLIPPERS

Ci sono quelle piazze sportive americane maledette dove neanche a pagare ti va qualcosa giusto, dove ogni anno cresce l’entusiasmo e poi scema in picchiata verticale andando a toccare oltre il fondo dell’amarezza e delusione, dove sukare è all’ordine del giorno, sul settimanale GQ avevano riportato una classifica delle franchigie più “sfigate” degli Sates con chiaramente tutta la città di Cleveland al 1° posto, medaglia d’argento per i Detroit Lions, bronzo per Chicago Cubs e medaglia di legno proprio per i Clippers.

La stagione 2015/16 non è nata sotto una buona stella, sbagliati gli acquisti dell’estate per rinforzare la panchina tant’é che sia Lance Stephenson che Josh Smith hanno fatto i bagagli a metà stagione, la tegola Blake Griffin proprio il giorno di Natale seguita poi dal misfatto col magazziniere sempre con Griffin coinvolto, tralasciando il duo Warriors-Spurs i Clippers hanno preso paga dagli Oklahoma CIty Thunder MA, alla fine, malgrado tutto sono andati ai Playoffs, conducevano 2-1 su Portland e poi il fulmine a ciel sereno che ti folgora!
Gara3 a Houston tra Rockets e Wariors, Steph Curry si infortuna al ginocchio, 2 settimane di stop per lui e tutti col dito puntato sui Clippers al motto “Battono Portland e poi possono sognare l’Upset più clamoroso della storia dell’NBA“.

Come gliel’avete tirata!

Gara3 al MODA Center di Portland, Chris Paul si frattura la mano e Blake Griffin soffre ha riacutizzazione del problema al quadricipite femorale, Playoffs finiti per entrambi. I Clippers daranno tutto quello che hanno con i vari Austin Rivers, Jamal Crawford e J.J Redick ma non basterà, Portland passa e loro ancora una volta fermi al palo a sukare con la consapevolezza che con la squadra al completo avrebbero potuto ambire a lasciare un segno indelebile nella storia…

* Il SUKA Award è stato introdotto su NBA-Evolution l’anno scorso, è il riconoscimento che assegniamo a quella squadra o giocatore che rosicano ardentemente, un award che si sta espandendo tanto che a SKY Sport Formula 1 il grande Leo Turrini ha il suo chiamato “Rododendro”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    Non era neanche quotato… io avrei una soluzione per far cessare la sfiga dei Pippers: trasferirli a San Diego eheheh

  • Jurassic_Park

    Ma una menzione d’onore ad Harden che l’anno scorso andava in giro dicendo di essere più forte di Curry?

  • Il campo è stato giudice e boia, non serve infierire